Meldolesi.net

Scuola laica e a-confessionale …

12th novembre 2017

Scuola laica e a-confessionale …

Correva l’anno 2013 ed ero ancora membro del Consiglio d’Istituto Meldolese e si affrontava l’argomento in oggetto ed ecco che, ancora una volta, si veniva chiamati a esprimersi sulla Messa di inizio anno scolastico.

Non essendo attività curricolare si  optò per portare la Santa Messa stessa alla prima ora di un giorno di scuola con organizzazione dell’entrata a scuola ritardata a cura dei genitori. Naturalmente per chi non voleva partecipare alla Santa Messa era garantita l’accoglienza ed il presidio dei bambini a scuola.

A mio modo di vedere un “discreto esercizio di equilibrio” per non rinnegare completamente le origini religiose della maggioranza (fino a prova contraria) dei frequentanti le nostre scuole.

Gli anni passano, la composizione del Consiglio d’Istituto e della Dirigenza pure e si arriva ad ora dove, questa “tradizione”, viene praticamente accantonata completamente o meglio, relegata a una “commemorazione” dove i bambini delle primarie (Elementari) ed i ragazzi delle secondarie di primo grado (Medie), su base sempre volontaria dei genitori, alla Santa Messa di una Domenica (per l’esattezza il giorno di San Nicolò, patrono della nostra città) si portano uno zaino scolastico con qualche libro per non perdere completamente il collegamento con la scuola.

Orbene, ai miei tempi si andava tutti tranquillamente a Messa accompagnati dalle maestre in orario di lezione … e non mi pare fosse una cosa sconvolgente e siamo pure riusciti incredibilmente a crescere sani (o quasi… :-)).

La Santa Messa per il cristiamo è un atto di culto come per i Musulmani lo è NON mangiare la carne di maiale (considerato animale impuro). In pratica si concede giustamente ogni giorno in mensa un atto di culto a svariati bambini ma non permettiamo alla maggioranza (fino a prova contraria …) dei bambini una sola ora (in un intero anno scolastico…)  per partecipare su base volontaria ad un “loro” atto di culto….

Orbene, lungi da me alimentare acredine verso altre religioni (che peraltro rispetto in modo assoluto!) e che non mi risulta abbiano lamentato in alcun modo l’ora dedicata allla Santa Messa durante i miei mandati in Consiglio d’Istituto; mia intenzione è solo alimentare una serena riflessione al Consiglio d’Istituto in carica  (e magari anche in altri genitori ed insegnanti), affinchè si valuti opportunamente la scelta attuata magari con rinnovata visione prospettica per i prossimi anni.

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il domenica, novembre 12th, 2017 alle 9:46 am ed inserito in Consigli d'Istituto, La Scuola, Riflessioni. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie