Meldolesi.net

Passeggiate e… auto moleste

24th febbraio 2009

Passeggiate e… auto moleste

Non so a voi, ma a me da parecchio fastidio il continuo passaggio di auto mentre faccio le mie camminate salutari nei dintorni di Meldola (leggi “giro della Fratta” o “giro del Mezzo”). Ma è mai possibile che così tanto autoveicoli debbano transitare a tutte le ore del giorno su quelle strade? E che i malcapitati pedoni debbano respirare il loro nocivo gas di scarico?

Ho l’impressione che la stragrande maggioranza delle persone scelga l’auto ogni volta che esce di casa, con la pioggia o con il sole, anche per percorrere poche centinaia di metri.  Non potremmo promuovere una campagna in questo senso?

Limitiamo l’uso dell’automobile solo alle situazioni di stretta necessità. Abituiamo anche i nostri figli ad andare a piedi o in bicicletta. Con Romeo so di sfondare una porta aperta, ma il mio appello è rivolto a tutti.

Questo articolo è stato pubblicato il martedì, febbraio 24th, 2009 alle 1:13 pm ed inserito in Ambiente & Territorio Meldolese. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 12 commenti:

  1. 1 On febbraio 25th, 2009, Alice y Ivan said:

    Concordo, devo però ammettere che proprio la carenza di marciapiedi mi inibisce in questo senso, soprattutto adesso che devo portare con me mio figlio di 3 anni più la carrozzina. Spesso mi sento veramente in pericolo quando sono a piedi per Meldola.

    Proprio oggi ad esempio, ho accmpagnato mio figlio alla materna (a piedi) e al ritorno ho attraversato via Giordano Bruno davanti allo Smoll, sulle strisce pedonali. L’auto che arivava alla mia sinistra si è fermata per farmi attraversare, ho fatto qualche passo, e mi sono dovuta fermare in mezzo alla strada perchè i 3 automobilisti che arrivavano dall’altro senso di marcia non si sono fermati.
    Figuriamoci se devo passeggiare dove addirittura non c’è marciapiede… E qualche volta capita, se proprio non posso farne a meno.

  2. 2 On febbraio 26th, 2009, arturo said:

    La mattina quando non ho problemi con l’orario del lavoro accompagno Matteo a scuola in bicicletta cuccandoci rigorosamente un mega aerosol di gas di scarico e rischiando di essere investiti da una sportellata di qualche genitore che stufo d’attendere con l’auto in coda lo apre improvvisamente senza neppure guardare nello specchietto.
    Sarebbe auspicabile un punto di raccolta di tutti i bimbi (per esempio il grande parcheggio difronte alla piscina) con qualche nonnino volontario che li aiuterebbe a salire su un pulmino (rigorosamente elettrico!)accompagnandoli a scuola!
    Cosa ne pensate?
    Arturo

  3. 3 On febbraio 26th, 2009, Pietro said:

    Da un lato i bambini possono salire alla piscina e dall’altro all’Ompi, abbiamo già due punti dove coinvogliare le macchine senza fare l’aereosol prima di andare a scuola ed al lavoro
    Grande Arturo
    Pietro

  4. 4 On febbraio 26th, 2009, Romeo said:

    L’idea di Arturo è ottima, proporrei un bel tavolo tecnico di genitori per confrontarci sull’idea del piedibus e di un percorso sicuro per i bambini per tentare di inizare ad essere propositivi visto l’immobilismo dei nostri amministratori che pensano solo a ricavare parcheggi.

    Più parcheggi = Più Traffico

    L’equazione di cui sopra è una semplice considerazione di buon senso che non sembra impossessarsi di nessuno ma se vogliamo veramente cambiare le cose possiamo solo darci da fare noi in prima persona.

    Grazie a Elena per lo spunto che condivido appieno anche se capisco sia dura propibire il traffico locale nella via del Mezzo; il pedone ed il ciclista poi svolgono la migliore azione di moderazione del traffico e ne dissuasori nè velox fanno altrettanto….

    Tavolo tecnico, io mi procuro una pianta di Meldola, nei mie viaggetti con Ludovico in passeggino mi porto macchina fotografica e vediamo cosa nasce …. chi ci sta?

    Saluti radiosi

  5. 5 On febbraio 26th, 2009, arturo said:

    ok
    hai da parte mia c’e’ la massima disponibilita’.
    Arturo

  6. 6 On febbraio 27th, 2009, Elena Zaccheroni said:

    Concordo con Romeo quando scrive più parcheggi = più traffico. E’ chiaro che i parcheggi ci vogliono, ma non credo che accadrebbe nulla a Meldola senza la costruzione di una nuova area di parcheggio dove ora c’è (e spero ci resti il più a lungo possibile) l’ex macello.
    Credo che soprattutto occorra cercare di diffondere tra i nostri concittadini la cultura della camminata o del giro in bicicletta. Magari anche facendo partire iniziative mirate in questo senso. E certamente occorre confrontarsi con la scuola proponendo dei progetti in tal senso.
    Non so a voi, ma a me le strade di Meldola, in certe ore del giorno, paiono eccessivamente congestionate. Sarebbe molto bello invece che ci fossero tanti pedoni e ciclisti ad affollarle.
    Ho già letto un cenno fatto da Renato in questo senso, ma lo ribadisco: vogliamo dire ai nostri concittadini di smettere una volta per tutte di lasciare l’auto in sosta esattamente di fronte al tabacchi nel Viale della Repubblica o al chiosco della piadina (da notare che di fronte c’è il parcheggio di Piazzale della Pace e a pochi metri quello altrettanto grande dell’IRST !!!) impedendo la visibilità a chi proviene dalla laterale via Menotti e creando problemi anche a chi transita nel viale stesso. Peraltro in quella zona, non distante dalle scuole medie, passano sempre tanti bambini e ragazzi
    a piedi o in bicicletta che, per la comodità di alcuni sfaticati rischiano di venire investiti.
    Tutto ciò premesso, sono disponibile a dare una mano in tutte le iniziative che vi possono venire in mente volte ad un miglioramento della qualità della vita nella nostra realtà locale.
    Cari saluti a tutti
    Elena

  7. 7 On febbraio 27th, 2009, Giulia Ghini said:

    …sarebbe troppo bello un trenino come quello che porta i bimbi dagli alberghi alla funivia di Canazei, o come quello che fa fare il giro turistico dell’isola di Carloforte, o che serve il lungomare di Nizza e poi su fino al Castello. Tutti itinerari che a piedi sono pericolosi o faticosi, o che portano a destinazioni dove non ci spono parcheggi. Però vanno a carburanti tradizionali. Mi informai per uno elettrico ai tempi di Bologna 2000 e costava una fortuna!!!! Ma magari i tempi sono cambiati, chissà, i prezzi sono scesi…. Quante carrozze servirebbero (rigorosamente no genitori)

  8. 8 On febbraio 27th, 2009, Giulia Ghini said:

    (ti piacciono i trenini? Guarda qui http://www.dottotrains.com/ita/index.asp)

  9. 9 On febbraio 27th, 2009, Pietro said:

    http://www.stopalconsumoditerritorio.it/index.php?option=com_content&task=view&id=28&Itemid=62

  10. 10 On febbraio 27th, 2009, Pietro said:

    Per cominciare si può chiedere ad Arpa che controlli gli scarichi davanti alle scuole e capire come siamo messi, una volta che abbiamo i dati si decidono le contromisure.
    Pietro

  11. 11 On febbraio 27th, 2009, Romeo said:

    Quella del trenino è fenomenale … e la Burattella ce l’ha anche …. ha il motore di una 127 ma certamente è molto meglio del trenino di macchine che ogni mattina affollano la strada davanti alle scuole.
    Il problema potrebbe essere nell’assicurazione ma si può provare a sentire … magari ci proviamo :-)))

    Ma quello che conta è sicuramente creare un “percorso sicuro” altrimenti non abbiamo speranza di riuscire a far lasciare i bambini all’uscita da scuola non alle mamme o ai delegati ma … alla loro intelligenza (questo discorso un pò l’ho approfondito…)

    Sui controlli dell’ARPA si possono sicuramente chiedere … ci avevo provato tempo fa a rientrare in una campagna di controlli antinquinamento davanti alle scuole ma … non mi presero nemmeno in considerazione; magari sentire direttamente con ARPA non guasterebbe.

    Io pensavo di preparare una piantina con i possibili percorsi ed i possibili punti da cui i bambini possono andare soli a scuola corredati di foto e questo magari lo provo inizialmente a seguire io; per le altre cose ci sono volontari?
    Servirebbe anche uno bravo con il computer cjhe poi monti tutto in una bella presentazione che potremmo anche tenere ai nostri nuovi candidati Sindaci … una volta tanto li facciamo stare zitti e li facciamo ascoltare e poi sentiamo che dicono….

    Saluti radiosi

  12. 12 On febbraio 27th, 2009, Giulia Ghini said:

    Se intendi una presentazione in powerpoint magari la faccio io….

    Poi ti dico: a Bologna c’è una scuola che si trova in cima a una collina alla quale si accede per una strada privata, asfaltata e con 5 tornanti. Per non rendere impraticabile l’entrata e l’uscita il comune ha organizzato un pullman con 2 fermate in 2 punti della città.

    Quello che succede all’imbocco della strada privata è questo: dalle 8.15 alle 8.45 (entrata) e dalle ore 17.15 alle 17.45 (uscita) è vietato il transito alle auto (anche ai residenti nonchè proprietari della strada) perchè deve passare il pullman…

    Ora se a Meldola ci fossero queste due finestre di mezz’ora (con la scusa che deve passare il trenino), in quelle finestre chi vuole andare a piedi potrebbe scorazzare senza pericolo lungo il tragitto… magari rincorrendo il trenino stesso…!!

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie