Meldolesi.net

Elezioni Primarie PD

18th dicembre 2008

Elezioni Primarie PD

inserito in Politica di parte |

Ricevo dal Presidente del Comitato di Sostegno alla candidatura di Samuele Branchetti l’invito a pubblicare e provvedo celermente,

Saluti radiosi

ELEZIONI PRIMARIE PD

UN PROGETTO IN COMUNE”

Con Branchetti per Meldola

Si e’ costituito il Comitato “Un progetto in Comune- con Branchetti per Meldola” per sostenere

Samuele Branchetti come candidato alla carica di sindaco nelle Elezioni Primarie del Partito Democratico.

Le Elezioni Primarie per la candidatura a Sindaco nel nostro Comune si terranno domenica 25 gennaio 2009 dalle ore 8.00 alle 20.00

Potra’ votare chiunque abbia compiuto il sedicesimo anno di età, cittadino Italiano, dell’Unione europea , di altri Paesi con permesso di soggiorno, iscritto e non iscritto al Partito Democratico, residente nel territorio comunale  dichiari di riconoscersi nella proposta politica del Partito, di sostenerlo alle elezioni, accetti di essere registrato nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori al momento del voto, e versi una quota, a titolo di contributo alle spese organizzative, di almeno € 2,00.

Lo strumento delle elezioni primarie e’, o meglio puo’ essere, qualora i cittadini ne

riconoscano l’importanza partecipando, una vera e propria “rivoluzione democratica”: nessun altro partito permette che sia la comunita’ civica ad esprimere il proprio consenso e a scegliere direttamente il proprio candidato. Quella delle primarie e’ dunque una grande occasione che ha la portata potenziale di scardinare lo scenario politico esistente e di restituire la palla ai veri giocatori: i cittadini. .Si pongono cosi’ le basi di quel rendere responsabilmente conto che ci sembra sia a ragione reputato fondamentale dai lettori di questo blog. Noi del comitato “Un progetto in Comune”crediamo che occorra far si’ che la cittadinanza sia parte attiva del processo deliberativo non solo all’atto della designazione del candidato ma attraverso strumenti di cui le primarie non sono che il primo. La cifra della candidatura di Branchetti, nata all’interno del PD col sostegno di un gruppo di appartenenti alla Segreteria dell’Unione Comunale e di cittadini, vuole essere quella di una discontinuita’ di metodo e di prassi politica, quella di una progettualita’ aperta alle persone e alla cittadinanza. Durante il mese di dicembre saremo presenti sotto il loggiato del Palazzo Comunale:

domenica 21 dicembre dalle 9:00 alle 12:00

martedi’ 23 dicembre dalle 9:00 alle 12:00

mercoledi’ 24 dicembre dalle 15:30 alle 19:00

Vi invitiamo quindi a confrontarvi con la nostra proposta nelle prossime occasioni pubbliche e in tutte le occasioni informali di incontro

Il Comitato

con Branchetti per Meldola

“Un progetto in Comune”

Questo articolo è stato pubblicato il giovedì, dicembre 18th, 2008 alle 9:23 pm ed inserito in Politica di parte. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 34 commenti:

  1. 1 On dicembre 18th, 2008, andrea said:

    Allora, vediamo, le primarie (benissimo) promettono discontinuità di metodo e di prassi politica…..mmmmmmhhh….. ancora un pochino troppo politichese (oh, parlo per me naturalmente), inoltre “Un progetto in Comune- con Branchetti per Meldola”….. bello!!!! bello????
    Ma quale sarebbe ‘sto progetto???
    Si può conoscere?????
    Salut

  2. 2 On dicembre 18th, 2008, Romeo said:

    Quel “di sostenerlo alle elezioni” mi sembra un pelo forte; ok condividere le scelte per quanto attiene le primarie, ok che il programma per le elezioni che sarà successivo si discosterà di poco da quello che magari si formerà in questi giorni ma ipotecare a gennaio quello che sarà il voto di Giugno mi sembra effettivamente un pò azzardato.
    Supponiamo di essere in un Napoli ed aver appena votato alle primarie per il PD poi il “terremoto giudiziario” porta via una bella fetta dei politici che dovrei votare alle elezioni amministrative e questi, con la tipica faza cla amca i pinul, si candidano per essere certi dell’impunità o perché si reputano dei perseguitati io dovrei anche votarli prima di essere certo della loro onestà per esserli venuti a votare alle primarie prima di sapere del terremoto???
    Ripeto, mi sembra un pò forte ….

    D’accordissimo sul fatto che le primarie aperte a tutti i cittadini sono un’unica prerogativa del PD e gliene rendo merito … magari anche la nuova lista civica di imprenditori di destra di cui leggevo stamane nel Carlino le farà :-))))
    Infine grazie per il riconoscimento al blog di ambire a “rendere responsabilmente conto” delle scelte …

    Saluti radiosi

  3. 3 On dicembre 19th, 2008, romboli.gilberto said:

    Chiunque si presenti per guidare un paese deve dire prima di tutto verso quale futuro la sua guida ci porterà, deve dimostrare di avere le idee chiare, obiettivi lungimiranti, misurabili e condivisibili. Diversamente, secondo me, non è credibile.

    Seppure lodevoli “le discontinuita’ di metodo e di prassi politica” da sole non bastano a fornire ispirazione, non sanno indicare traguardi ideali capaci di alimentare la speranza non solo di chi ci ascolta.

    Come il comitato pro Samuele Banchetti sa bene, molti degli “animatori” di questo blog ritengono che il progetto bio Meldola costituisca una opportunità per Meldola sia di tipo economico (il settore bilologico è in crescita e la conversione della mensa centralizzata a mensa biologica al 100% consentirebbe di spronare i coltivatori del nostro comune ad essere fornitori della stessa) che ideale.
    Questo progetto tende a dare un’anima al nostro Paese, vorrebbe che tramite questo progetto crescessero i commerci, la collaborazione fattiva con l’IRST, la partecipazione a bandi della Unione Europea per il reperimento dei finanziamenti necessari a far crescere le competenze sull’economia ecocompatibile e l’occupazione dei giovani del nostro paese.

    Certamente siamo accomunati dalla stessa visione critica rispetto ai metodi ed alle prassi della passata amministrazione, ma ancora di più siamo accomunati dall’impegno in una battaglia molto determinata per non far eleggere a Sindaco di Meldola Loris Venturi. Ma la nostra battaglia arriva fino a giugno 2009 e poi proseguirà. E la vostra, fino a che periodo viene svolta?

    Forse le sfortune del PD derivano dal voler far stare dentro al partito tutti e tutto.
    Per esempio: se il Comitato per Samuele Banchetti fosse (malauguratamente) sconfitto alle primarie il vostro impegno (e quello di coloro che hanno partecipato alle primarie) dovrebbe poi profondersi per far vincere comunque il PD e quindi anche Loris Venturi portatore delle stesse “prassi politiche” che oggi volete abbattere. La gente, giustamente, non vi capisce e non vi capirebbe.

    Nel vostro comunicato caldeggiate una “progettualita’ aperta alle persone e alla cittadinanza”. In queste parole ho letto una apertura al nostro progetto bio Meldola. Noi infatti siamo sia persone che cittadini, con un progetto. Quindi mi aspetto che su questo ci si possa trovare. Sicuramente avremo molto di cui parlare.

    Cordialmente

  4. 4 On dicembre 19th, 2008, Pietro said:

    Prima delle primarie il candidato ci farà sapere qualcosa su “ti impegni a” punto per punto ?
    saluti
    Pietro

  5. 5 On dicembre 20th, 2008, Claudia Fabbri said:

    per Andrea;
    Il progetto c’e’e si puo’ conoscere. Fa parte del programma del PD, che noi del comitato
    abbiamo contribuito a costruire attraverso un lavoro di squadra e di confronto all’interno del partito. A cio’ ogni candidato alle primarie aggiungera’ metodi e idee personali. Naturalmente siamo disponibili a presentare quello e queste.Quanto al politichese, a me(visto che da me viene) pareva di aver usato l’italiano corrente seppure sintetico. Pero’ se preferici dialogare a concreti colpi di clava fammelo sapere…
    per Romeo:
    Quel “di sostenerlo alle elezioni” e’, come tutto quel passo, citazione testuale dal Regolamento delle Primarie e ci sembrava corretto darne notizia anche alla luce delle polemiche forlivesi.
    per Gilberto:
    Siamo disponibili e desiderosi di confrontarci sui contenuti.
    Una precisazione per tutti: siamo senza ombra di dubbio portatori di una visione critica dell’esistente ma la nostra battaglia non ha lo scopo “di non far eleggere” qualcuno bensi’quello di cambiare la nostra citta’ portando avanti un metodo, un progetto, un candidato alternativi.

    Claudia Fabbri

  6. 6 On dicembre 20th, 2008, andrea said:

    Bene, sono grato per la risposta di Claudia Fabbri e per la disponibilità al confronto, anche con me, semplice cittadino!
    In quanto al politichese, stavo un pochino ironizzando, io un pelo ci arrivo e avevo capito bene, però vorrei che tutte le questioni pubbliche fossero trattate (verbalmente o in forma scritta) in modo che le possano capire tutti, ma proprio tutti!!! Sia un bambino di 6 anni che un vecchietto di 80 anni con la prima elementare.
    Questa ritengo sia LA PRIMISSIMA regola della democrazia.
    In ultimo, io non sono contro nessuno (a parte la stupidità) ma PER!!!!!!!!!!!!!!!!
    Salut

  7. 7 On dicembre 21st, 2008, Samuele Branchetti said:

    Ciao a tutti,
    come sapete ho sempre seguito il dibattito su questo blog e spesso sono anche intervenuto con alcuni contributi.
    Ho letto il documento “Ti impegni a…”. Molte proposte le ritengo interessanti e valide. In alcuni casi si tratterebbe tra l’altro di iniziative praticamente “a costo zero”. Vorrei ci fosse occasione per incontrarsi di persona. In questi giorni, stiamo organizzando alcuni momenti di incontro che dovrebbero essere molto aperti e spero partecipati. Fra questi anche i banchetti del 21, 23 e 24 Dicembre. Ovviamente siete invitati. In alternativa, sono disponibile anche ad organizzare un incontro più informale per approfondire le diverse proposte.
    Il programma di cui parla Claudia Fabbri, che ho contribuito a costruire, credo debba dare risposta, almeno in parte, alle esigenze emerse dalla discussione su questo blog. Sono quindi assolutamente disponibile al confronto.

    Samuele Branchetti

  8. 8 On dicembre 21st, 2008, romboli.gilberto said:

    Benvenuti a Claudia e Samuele, grazie per aver scelto anche questo spazio per creare una opportunità di incontro e positivo confronto per il futuro della nostra città.

    Ritengo che con Samuele Sindaco di Meldola la nostra cittadina potrebbe cogliere maggiori opportunità ed incamminarsi verso uno sviluppo concreto del suo territorio.

    Ritengo che se un ingegnere laureato con il massimo dei voti, invece di rivolgere le sue energie alla costruzione della sua carriera professionale magari anche all’estero (come avviene per diversi dei nostri migliori ragazzi) si impegna in una campagna politica per concorrere a guidare la sua città, vada salutato con rispetto e gratitudine.

    Se fosse possibile gradirei leggere, precedentemente all’incontro, il programma che avete già redatto anche perché, conoscendo Claudia, consiglierei a chiunque di evitare un “dialogo a colpi di clava” con lei.

    Inviatemi pure il programma del PD al seguente indirizzo romboli.gilberto @gmail.com
    provvederò a farlo girare a tutti gli altri amici.
    Cordialmente

  9. 9 On dicembre 24th, 2008, romboli.gilberto said:

    Babbo Natale non ha portato il programma del PD. Peccato.

    Claudia Fabbri ci ha detto … “il programma c’è e si può conoscere”. Dalla sua altisonante dichiarazione sono passati ben cinque giorni e non ho ricevuto proprio un bel nulla.
    A questo punto stona sia l’aria di sufficienza verso Andrea (che per primo vi ha chiesto il programma) sia l’ironia con cui Claudia Fabbri l’ha voluto colpire.

    Se questa è la discontinuità di metodo e di prassi politica che ci riservate, va a finire che ci farete rimpiangere il Geom. Venturi.

  10. 10 On dicembre 25th, 2008, andrea said:

    Forse il programma lo porterà la Befana!! Magari ha bisogno di una qualche aggiustatina…..
    Comunque se c’è da combattere a colpi di ironia io sono pronto!! Io sono un “manipolo da guerra” (così pare voler significare il mio cognome)….. ma anche la clava credo di saperla usare!!
    A parte gli scherzi, chi vivrà, vedrà.
    Auguro a tutti/e, ma proprio a tutti/e un 2009 pieno di pace, salute, soddisfazioni e soprattutto BIO!!!!!
    Salut

  11. 11 On dicembre 27th, 2008, Claudia Fabbri said:

    Scusate il ritardo ma ho “celebrato” le feste.Ancora “pervasa” dallo spirito natalizio provvedo(come posso)a rispondere.
    Il programma-attualmente la bozza-,come gia’detto,e’ programma del Partito Democratico percio’ verra’ presentato in modo ufficiale. Ogni candidato sindaco presentera’ progetti, idee e metodologie personali.
    Percio’ vi invitiamo a contribuire con domande, proposte, idee. La vostra presenza sara’ molto gradita all’incontro del 29 dicembre nel quale potrete confrontarvi direttamente con Samuele Branchetti.
    Inutile dire che ogni altra occasione di incontro, anche informale, per noi e’ importante.

    Claudia

  12. 12 On dicembre 27th, 2008, giuseppe said:

    quindi è il partito che detta legge. il partito ordina e tu esegui come meglio credi ; il partito ordina :andiamo a Bertinoro !! ma se tu che scegli se passare dalla Fratta o dalla Panighina o addirittura da Settecrociari(sovversivo).ampio spazio di manovra non c’è che dire.il partito che ha (mal)gorvarnato negli ultimi decenni scrive il programma per la prossima legislatura. si commenta da solo .lunedì conosceremo il programma o la bozza ? lunedi su che base si discuterà? se discusione avverrà!con queste premesse non c’è da stare allegri .
    non le capisco queste primarie . in qulle passate cavallucci ( poi sconfitto ) si presentò dicendo di essere contrapposto a venturi , di essere libero da condizionamenti corporativi o di corrente , di essere pulito , una svolta vera e propria . oggi si parla di programma unico , di obbiettivi identici ma da personalizzare ? è come convincere a coperare lo stesso cellulare cambiandogli la suoneria.
    lunedì sarò presente ma non vi accompagno a Berinoro

  13. 13 On dicembre 27th, 2008, Silvio Limarzi said:

    Bè… Giuseppe, scusa se mi permetto anche perchè non ti conosco, ma il tuo ragionamento è quantomeno semplicistico. Io sostengo Samuele, ma sono del Partito Democratico. Assieme, dentro al partito abbiamo redatto un programma. E l’abbiamo fatto con il contributo di più persone possibili. E’ venuta fuori una bella bozza da sottoporre a tutti i meldolesi che vorranno migliorarlo e commentarlo. Tutto qui.
    Se avete un po’ di pazienza arriverà presto, mancano le ultime limature, ma vogliamo (per quanto riusciamo) che sia tutto a posto quando lo rendiamo pubblico.
    Sono meccanismi necessari dai quali non si può prescindere: se non ci si riunisce attorno ad un programma non so pensare attorno a cosa si debba farlo.
    Tanta gente di questo blog lo sta facendo attorno al progetto Bio Meldola e non ci vedo proprio nulla di male…
    Noi non vogliamo passare per qualcosa al di fuori del Partito Democratico magari per raccattare qualche voto in più, noi siamo del Partito Democratico. Questo ovviamente può non star bene a tutti, ci mancherebbe, ma anche noi, dentro questo partito, ci stiamo comunque dando da fare per cambiare qualcosa in maniera disinteressata e “pulita” come dici tu.
    In ogni caso se vieni lunedì ci si vede, ciao!

  14. 14 On dicembre 27th, 2008, age said:

    “Il programma c’é e si può conoscere”…e poi diventa una BOZZA…sarà che si trasforma a seconda delle correnti e dei fiocchi di neve asfittici che piovono sulla nostra vallata?
    Possiamo sapere cosa pensa veramente il candidato Samuele dei nostri “t’impegni a”?
    Io ho votato LA TUA MELDOLA alle ultime elezioni..per cui, implicitamente, anche Samuele e confesso di avere fiducia in lui anche se non lo conosco personalmente!
    Samuele, qui ti si chiede un salto di qualità e sono certa che ne hai le capacità e il cuore!
    Io mi fido delle PERSONE….e continuerò a votare per le persone, a patto che dimostrino di fare politica per la GENTE e non per la carriera o perchè amano apparire…..

    Angela

  15. 15 On dicembre 27th, 2008, age said:

    Per quanto riguarda l’intervento di Silvio Limarzi io sono più per UN PROGETTO piuttosto che per un programma e quello di GILBERTO é UN PROGETTO, una VISIONE, uno sguardo verso il FUTURO…e questo mi convince sempre di più che la POLITICA debba adeguarsi ai cambiamenti che vengono dal basso, altrimenti é destinata ad estinguersi o a diventare uno Ziggurath in una pianura deserta.

    E’ bellissima la frequentazione e lo scambio che c’é sul nostro Blog..perchè non accade esattamente lo stesso su quello del PD Meldola? Ve lo siete chiesto?

    Angela

  16. 16 On dicembre 27th, 2008, age said:

    Anche il Blog di “La tua Meldola” é un pò morto in realtà….
    E gl’imprenditori dell’altra lista hanno intenzione di buttarsi anche loro nel Web..o é troppo proletario?

    Angela

  17. 17 On dicembre 27th, 2008, Pietro said:

    Rapido passaggio sul blog prima di continuare un pò di vacanze, stà volta me le prendo tutte.
    Aspettiamo di vedere il programma del PD, anche se personalmente sono stufo di leggere gli stessi nomi a livello centrale.
    Un sistema organizzato a livello centrale com’è un partito politico nazionale deve fare vedere chiaramente qual’è la sua faccia vera e per adesso si parla di questione morale, che è il minimo ma fa anche riflettere parecchio visto che può essere risolta in poco tempo!!
    A mio avviso siamo ancora troppo distanti dalla chiarezza, ci sono troppe facce scure e non chiare.
    Vi ricordo che l’opposizione del PD al PDL non è chiara per niente.
    Quindi mi fido poco purtroppo,l’Italia in questo momento ha bisogno di gente che non accetta compromessi di sorta e speriamo che il Pd sia su questa via.
    Volevo porvi due domande a cui spero gentilmente possiate rispondere (destra, sinistra ecc.)
    A livello locale qual’è il grado di compromesso del PD o PDL con il PD o PDL centrale ?
    Su cosa bisogna ascoltare il partito centrale e su cosa si può agire liberamente ? Su quali temi ?
    un saluto e un incoraggiamento al vostro impegno
    Pietro

  18. 18 On dicembre 27th, 2008, Claudia Fabbri said:

    Cari Giuseppe e Age,
    scriviamo pure i giudizi trancianti che vogliamo ma firmiamoci con nome e cognome.Almeno.
    C’e’ chi prova a rinnovare la societa’ fuori dai partiti perche’ li ritiene inadeguati, chi prova a farlo dall’interno perche’ si riconosce nei valori di uno di essi.Si proceda in un modo o nell’altro ci si deve muovere con lealta’rispetto al proprio gruppo.Questo e’ quello che facciamo,sia per voi condivisibile o meno. Il programma e’stato scritto e condiviso da molti di noi e, usando la metafora del cellulare cara a Giuseppe, cio’ e’ stato fatto affinche’ funzionasse bene indipendentemente dalla suoneria.In questo momento non siamo oppressi ne’ diretti da nessuno, anzi viviamo con entusiasmo l’opportunita’ delle primarie. C’e’ una grande differenza con quelle svolte cinque anni fa: quelle erano interne al partito, queste aperte alla cittadinanza. Potenzialmente, e Forli’ lo ha dimostrato, cambiare si puo’.

    Ora pero’ visto che la richiesta di rigore non puo’ essere a senso unico spiegatemi
    alcune incongruenze nella visione BioMeldola proposta da una sola persona e accettata con lo stesso entusiasmo riservato a Mose’di ritorno dal Sinai con le tavole della legge:
    1) E’ un esempio di democrazia l’autocandidatura in un’intervista?
    2) Quanto e’ stato co-costruito il progetto Bio?
    3) Visto che sulla stampa avete parlato di una lista civica: c’e’ un gruppo? composto da chi? per essere chiara:voi che scrivete la sostenete?
    4) Che visione e che senso di comunita’ civica sono sottesi ad un elenco di desiderata subordinata ad uno scambio di voti come proposto da molti del blog? Tale metodo non potrebbe essere pericoloso?

    Non so se la discussione sara’ “bellissima” come dice Age. Se fosse rispettosa e aiutasse a capirci reciprocamente sarebbe sufficiente.

    Disclaimer
    Tale intervento si rivolge eslusivamente agli interessati e non all’ottimo Gilberto di fronte al quale mi inchino e faccio chapeau.

    Claudia

  19. 19 On dicembre 28th, 2008, Silvio Limarzi said:

    Hai ragione Angela, il blog del PD non dimostra la stessa vitalità di questo. Ma, io ne sono il primo testimone, a volte è difficile uscire dal proprio “orticello” ben delimitato e conosciuto. Lo ammetto: per me quello precedente è stato il primo intervento su meldolesi.net nonostante da anni lo legga con assoluta regolarità. Sino ad ora ho preferito, salvo rare eccezioni, scrivere cose solo ed esclusivamente nell’orticello rappresentato dal blog del mio partito… Credo (senza averne alcun riscontro, lo ammetto!) che anche per tanti che scrivono qui sia così.
    Il blog del PD però, nonostante tutto, rappresenta uno sforzo di aprirsi e di uscire dalle consuete quattro mura nelle quali tendono a chiudersi i partiti e per questo spero che in futuro venga più utilizzato magari anche da te! Diversamente avranno buon gioco quelli che, nei partiti e ovunque, come sentono nominare qualcosa che c’entra anche solo vagamente con internet, storcono il naso.

    Un’ultima cosa Angela:
    ma secondo te, se non credessi fermamente che, come dici tu, i cambiamenti debbano assolutamente venire dal basso, mi sarei messo a sostenere Samuele Branchetti alle primarie?! Credimi, per questo fine anno avevo progetti ben diversi, ma mi sono reso conto che se io e come me tante persone che stimo sinceramente non lo avessimo fatto le primarie a Meldola non si sarebbero mai svolte e tutto nella vita politica meldolese sarebbe continuato a scorrere come prima… alla faccia della democrazia dal basso.

  20. 20 On dicembre 28th, 2008, age said:

    Cara Claudia, il mio intervento era firmato Angela e non Age (il mio nick)…comunque, sono Angela Serra…e penso che tu mi conosca….
    A volte, sul web, si fa fatica a rendere l’idea del tono che si usa,
    ed il mio non intendeva essere certamente irrispettoso!
    Rispetto il vostro impegno, ma non lo condivido…é peccato?
    Se fossi convinta che una persona come Samuele non potesse rappresentare
    un cambiamento, peccherei di supponenza e di pregiudizio.
    Quando votai per La tua Meldola lo feci perchè era un gruppo composto
    da persone giovani che si affacciava sul mondo politico locale
    con molto slancio e voglia di cambiamento. Penso che Samuele non abbia
    perso quello slancio e quella voglia e la PERSONA di Samuele ha tutta
    la mia stima e il mio apprezzamento!
    Ciò non toglie che dovrà lavorare non poco per cancellare la mia sfiducia
    nei confronti dei partiti!
    …con tutto il rispetto per chi s’impegna all’interno di un partito e vi
    spende il proprio tempo!

    Bio-Meldola é un progetto che sta tentando di uscire dal guscio, é un’idea,
    magari un sogno….dietro tutto questo non c’é una struttura, ma solo delle
    persone che stanno cercando di chiarirsi le idee con la voglia di tirar fuori
    da quel sogno un progetto realizzabile e condiviso il più possibile.
    Cosa posso dire se non che il progetto Bio-Meldola mi piace e poco m’importa se
    l’idea é un pò dei meldolesi.net e Gilberto, magari ha cavalcato l’onda!
    Amo pensare che tutti quanti noi abbiamo messo la nostra piccola cellulina
    e Gilberto ha fatto un pò da “levatrice” per far nascere questo “bambinello”.
    Ancora non sappiamo se il “pupo” avrà gli occhi neri o azzurri o capelli biondi
    o fulvi…però é nato e…sta bene!
    Non tentiamo di voler a tutti i costi vedere un bambino già svezzato nell’immagine
    di un neonato!…diamoci e dateci il tempo per nutrirlo, educarlo ed amarlo!

    Con letizia, buon umore…e chapeau per tutti!

    Angela

  21. 21 On dicembre 28th, 2008, age said:

    Carissimo Silvio, il mio farvi notare la scarsa frequentazione del Blog del PD vuole solo essere uno sprono ad aprirlo maggiormente alla cittadinanza e un invito a trattare tutti gli argomenti che possono essere d’interesse per i meldolesi.
    Fatene una casa per tutti e non un moderno “organo di partito”!

    Con sincera stima!

    Angela

  22. 22 On dicembre 28th, 2008, romboli.gilberto said:

    Mi ha colpito il tenore dei commenti che si sono susseguiti.
    Ogni commento, nessuno escluso, palesa responsabilità, tensione nel partecipare a contribuire positivamente alla futura società civile meldolese. Anche chi perora le proprie visioni e ragioni lo fa facendo emergere una tensione al superamento dell’individualismo riempiendo di significati positivi il ruolo che la Amministrazione Comunale dovrà giocare quale soggetto generale dello sviluppo.

    A Meldola è il momento di costruire, di chiamare a raccolta le forze positive che vivono nel nostro Paese, è tempo di raccogliersi verso un progetto che dia futuro alla nostra Città e che non solo ci rappresenti ma che possa essere sinceramente condiviso dai ragazzi, dagli operatori economici, dagli anziani, dalle famiglie, dai “politici”, insomma tutti i meldolesi stimolandoli all’azione.

    Riguardo a Bio Meldola
    Angela ha descritto perfettamente l’essenza di Bio Meldola, in effetti si tratta di una opportunità per raccogliere insieme le forze che aspirano ad un futuro possibile per il nostro territorio.
    Sono convinto che la democrazia ha necessità di visioni e di idealità che muovano all’azione.
    Bio Meldola è una visione, una proposta per indirizzare la crescita ed il futuro di Meldola. Forse non è la migliore ma oggi mi pare ancora l’unica, di questa natura, sul tappeto.

    Riguardo al processo democratico di bioMeldola.
    Che cosa c’è di antidemocratico in una autocandidatura quando questa parte da un progetto e su questo si cerca il consenso?
    Mi rendo conto che un blog non è la sede più adatta per discutere compiutamente di progetti ma vorrei, abusando dell’amicizia che mi lega a Claudia, far osservare che insinuare (maliziosamente) una sorta di mancanza di democrazia nella autocandidatura potrebbe essere utile per evitare di controbattere sui contenuti del progetto.
    Sono certo che non è il caso di Claudia ma spesso chi si trova in difficoltà nel campo delle idee utilizza lo stratagemma di screditare l’avversario insinuando, per esempio, dubbi di antidemocraticità ottenendo così il risultato di spostare l’attenzione dell’uditore (o di chi legge) dalle idee alle “parole d’ordine” che se anche abusate sortiscono effetto.

    Riguardo alla costituzione di una lista civica: siamo in fase di valutazione e di incontri. Non sappiamo cosa sarà, si potrebbe trattare anche di un inserimento in un movimento o non so cosa altro …

    Ringrazio Claudia per le parole di stima (che mi hanno imbarazzato non poco, sopratutto perché pubbliche) che contraccambio.

    In conclusione, una nota (riguardo al post di Claudia) che spero risulti simpatica: Mosè fu abbastanza sfortunato nel rapporto con il Suo popolo; disceso la prima volta dal sacro monte Sinai (in leggero ritardo) si trovò di fronte il vitello d’oro e fece uccidere 3.000 uomini ( Esodo 32, 19-30), nella seconda discesa nessuno del popolo di Israele, forse memori della precedente esperienza, osò avvicinarlo (Esodo 34, 30-32).
    Nell’uno e nell’altro caso la Torah racconta che nessuno esultò, anzi.

    Cordialmente.

  23. 23 On dicembre 29th, 2008, Romeo said:

    Miseria ragazzi … ma qua c’è il fior fiore dei cervelli meldolesi a commentare ed io mi sento un po’ inadeguato ma ci provo lo stesso.

    Intanto benvenuto ai nuovi commentatori che finalmente si palesano passando da lettori a parte attiva.
    Onestamente devo fare i miei complimenti a tutti i ragazzi che appoggiano Samuele nella sua corsa contro il tempo per tentare di ottenere una prima (ma decisiva) conferma il 25 gennaio prossimo venturo.

    Anche io mi levo tanto di cappello di fronte a chi trova valori negli attuali schieramenti politici; purtroppo (o per fortuna) per me chi si riconosce in un partito deve rispondere anche delle scelte a livello Nazionale che il suo partito fa. Volente o nolente, effettivamente, avrebbe per me le carte in regola per sovvertire scelte sbagliate altrimenti significa … che la base non conta nulla ed a quel punto forse conviene fondare un NUOVO partito.
    Negli ultimi periodi leggo qua e la una sostanziale convergenza (Governo e PD) nel tentare di mettere in primo piano una sorta di imbrigliamento della magistratura rea, questa volta, di aver preso di mira non il solito schieramento ma di essersi messa in testa di andare ad indagare il marcio di Amministrazioni di sinistra; onestamente per come siamo messi e per come vedo muoversi le altri Nazioni Europee penso che questo sia l’ultimo dei problemi che può interessare l’Italiano Medio/basso come me e vigilerò attentamente sulla giustizia affinchè non diventi “la giustizia dei Ricchi” senza perdonare proprio nulla a nessuno … ve lo assicuro!

    SUl discorso di aprire le elezioni Primarie alla cittadinanza ho qualche riserva perchè dubito che si vedranno troppi elettori di Destra venire a votare; visto che la morale è qualcosa che va riscoperta e deve tornare a farla da padrona mi chiedo con che morale un elettore indeciso verrebbe a votare sapendo di firmare a Gennaio una cambiale (sempre morale) in bianco in favore del PD? Onestamente sono domande che mi pongo io che vorrei votare la persona e non il partito o la persona che il partito ha designato; questa è la domanda cruciale che mi vedrà coinvolto di quì al 24 gennaio per capire cosa e come procedere.

    Io alle passate elezioni (ed è la prima volta che lo ammetto pubblicamente) non ho votato la Tua Meldola, nonostante tanti ragazzi che la componevano mi piacevano ed interessavano non poco, perché trovavo nel loro candidato un’estrema conflittualità e aggressività che non mi piacevano nemmeno un pò; mi ricordava tanto la politica urlacchiata nei televisori di qualche politico nostrano. Mi piaceva invece molto l’idea del Bilancio condiviso e così, 2+2 … eccomi a votare Maria Anna Nanni per rimanere fregato pochi mesi dopo quando la stessa si è dimessa (penso sia stato il più deludente degli epiloghi elettorali da quando ho votato)

    Sono estremamente sorpreso del discorso sullo scambio dei voti: in fondo ognuno di noi studia un programma (perlomeno dovrebbe) proposto dal partito (sulla stregua di raccolta dati presso la cittadinanza) e poi, implicitamente, “dona” il proprio voto in cambio della realizzazione di quel programma. Ma nel momento in cui delle teste si mettono insieme per stilare una fila di domande da sottoporre a tutti i candidati e su cui poi meditare per decidere a chi dare il proprio voto ecco che diventa una “pericolosa mercificazione di voti”???
    Vi assicuro che personalmente di quelle domande ne farò un uso approfondito per capire la persona che risponde; mi piacerebbe rivolgerle direttamente all’Assessore interessato ma dubito che potrò farlo in quanto dubito che qualcuno si sbilancerà sul nominare, prima dell’esito delle elezioni, i nomi degli assessori che intenderà portare in Giunta … o sbaglio? E la scelta degli assessori conseguente alle elezioni (in base ai voti portati a casa da ciascuno…) non si può configurare come “pericolosa mercificazione”?

    Infine su bio-meldola si è già espressa molto efficacemente anche Angela, io mi sento di aggiungere il fatto che ritengo che il gruppo di persone che hanno realizzato che votano ogni volta che fanno la spesa ed hanno iniziato a fare la spesa insieme andando ad indagare le retroguardie di quello che si vede in supermercato con 1000 lux puntati sul retro (in modo da abbagliarci bene…), le riunioni mensili a cui queste persone si “sottopongono” in luogo del bombardamento pubblicitario di turno, l’ascolto della viva voce degli agricoltori e dei produttori/trasformatori, la condivisione di scelte a volte anche difficili e che ci mettono alla prova (ad esempio dedicare volontariamente e gratuitamente dei sabati alle consegne della spesa porta a porta ai vari aderenti al GAS); tutto questo ed anche tanto di più ritengo sia stato l’Humus che ha portato Gilberto a far nascere questa creatura e, per quanto lo conosco, anche a farlo mettere in discussione. Penso che sia giunto il momento di smettere di parlare ed iniziare ad agire … ma in generale, dove andate a fare la spesa voi altri?

    Saluti radiosi con il massimo rispetto di ciascuno e delle idee diverse dalle mie che servono ad arricchirmi e, a volte, anche a determinarmi maggiormente :-))

    P.s. Stasera io, se riesco a venire, chiederò una sola cosa a Samuele: Come vedi meldola non alla fine della tua legislatura bensì fra 30 anni; me ne potrà parlare per il tempo che ritiene giusto e sarà una risposyta che mi permetterò di registrare … a futura memoria.

  24. 24 On dicembre 29th, 2008, Stefano Bandini said:

    Caro don Romeo,

    ringraziandoti per gli amabili pensieri che riservi alla Destra meldolese e augurandomi che l’infelicitata mano che ti guidò alle ultime amministrative continui nel suo brillante percorso, ti regalo una definitiva citazione di Alain Finkielkraut:

    ” Niente è peggiore per la morale e per il mondo che una visione morale del mondo”

    Stefano Bandini

  25. 25 On dicembre 30th, 2008, Romeo said:

    Stefano, è sempre un piacere!!!

    Se toccheranno la giustizia imbrigliandola vedrai te che pensieri ti tiro fuori ( a parte che non ho capito quali siano gli “amabili pensieri che vi riservo) … nessuno è sopra la legge ed è giusto che sia effettivamente così anche se ora, per qualche carica dello Stato, non è + così …. chissà per volere di chi (e bada bene che il Capo dello Stato non lo escludo e lui non mi sembrava propriamente di destra…).

    Devo dire che una delle cose buone che ho visto fare dal mio voto Amministrativo è stato far esprimere il Consiglio Comunale all’unanimità sulla questione del porta a porta ed ora, dopo anni in cui si stava ad aspettare che partisse; qualcun altro studiava con Hera addirittura dei nuovi posti in cui mettere i cassonetti nelle vie del centro (e mi sembra che la cosa non valorizzi troppo l’unanime volontà di questo Consiglio Comunale, sbaglio o mi pare ci sia anche tu???). Dopo tutto questo mi è parso di intuire ieri sera che proprio questa preziosa evoluzione del porta a porta farà parte del programma del PD per le prossime amministrative ….

    Spero che ora il morale (o la morale se preferisci…) ti si sia alzato anche a te :-)))

    P.s. sai che mi piace metterti sotto pressione … tiri fuori il meglio di te 🙂

    P.s.2 Complimenti a Samuele per ieri sera …. devo dire che politicamente è riuscito ad essere molto soft … anche se a me piace un pelo più di azzardo. Sulla visione di Meldola fra 30 anni spero prima o poi di poter mettere giù gli appunti presi … a futura memoria.

    Saluti radiosi

  26. 26 On dicembre 31st, 2008, Stefano Bandini said:

    Leggevo qualche giorno fa un’intervista rilasciata, nel 1974, da Giorgio Amendola ad Oriana Fallaci. Sollecitato dalla giornalista sulle varie problematiche che affligevano l’Italia, il noto esponente del P.C.I., rispondeva:

    ” Io appartengo a un partito che non è mai stato al governo e non posso essere confuso con chi è stato al governo, con chi ha spadroneggiato in Italia negli ultimi vent’anni. La mia sola responsabilità sta nel fatto di aver perso, cioè di non essere riusciuto a cambiare le cose.”

    Ecco Romeo, le opposizioni possono condividere atti, fare proposte, criticare e denunciare pubblicamente scelte sbagliate, ma non governano.

    Stupisce che ancora tu faccia confusione tra chi spadroneggia Meldola da 60 anni e chi si oppone a quel sistema di potere.

    Stefano Bandini

    P.s. Pensare e scrivere che gli elettori di destra andranno a votare le primarie del Pd, ecco, una affermazione simile nella tua scala dei valori morali come si piazza?

  27. 27 On gennaio 3rd, 2009, Romeo said:

    Caro Stefano,
    ho visto diverse battaglie portate avanti da voi perchè ci credevate fermamente fino ad arrivare a far esprimere pubblicamente il nostro governo locale (una per tutte il discorso degli incentivi ai dirigenti comunali… dove mi è parso che qualcosina abbiate smosso) altre in cui, onestamente, mi sembra vi siate molto ben “accodati” (vedasi questione Petrungaro dove avevo sentito un accorato intervento del tuo capogruppo che addirittura ventilava il responsabile della scelta del massimale assicurativo a 500.000€ in ginocchio in mezzo alla sala del Consiglio con una corona di spine sul capo a fare pubblica ammenda). Bastava semplicemente tenere alto il livello anche sulla raccolta porta a porta e potevate anche togliere un prossimo cavallo di battaglia per le prossime Amministrative (se avevamo già il porta a porta (CON TARIFFA PUNTUALE!!!) ai vostri “avversari”.

    Mi spiace ma io resto dell’idea che in un paese come Meldola se vogliamo possiamo tutti incidere, che siamo maggioranza, opposizione e, addirittura, che nemmeno siamo al governo a patto che lasciamo stare le ideologie e mettiamo di mezzo scelte di semplice buon senso portandole avanti con caparbietà.

    Saluti radiosi

    P.s. Mi spiace che tu pensi che elettori di Destra non possano cambiare idea se magari individuano persone di cui si fidano dall’altra parte, è un’offesa all’intelligenza delle persone, non solo alla morale. Te lo dice uno che ha anche votato a destra alle amministrative quando aveva individuato un buon amministratore tra le vostre file … solo per dare il voto a lui … Vedi, non siamo tutti piantati “cun e cavej” e nemmeno rimaniamo tutti legati all’ideologia ….

    P.s. 2: Buon anno!!!

  28. 28 On gennaio 3rd, 2009, Stefano Bandini said:

    Partendo dal poscritto

    “Sul discorso di aprire le primarie alla cittadinanza ho qualche riserva perchè dubito che si vedranno troppi elettori di Destra venire a votare;”

    Trasformare questa infelice frase in qualche cosa di virtuoso, è un’operazione maldestra.
    Attribuire poi al sottoscritto modesti pensieri, è di più.

    Sulla causa Petrungaro ti chiedo dove, come, quando il centro destra si è ” ben accodato”.

    Stefano Bandini

  29. 29 On gennaio 3rd, 2009, Romeo said:

    Vedi Stefano, io sono e resto molto pratico: te la senti di escludere che un elettore di destra amico di Branchetti possa andare a votarlo alle primarie? Se ci metti le mani nel fuoco allora significa che conosci tutti i vostri elettori … compliementi!!!
    L”infelice frase” era rivolta alla destra per esemplificare, potevo rivolgermi a rifondazione Comunista oppure a La Tua Meldola oppure ancora ad Alleanza Nazionale o ai simpatici Fiamma Tricolore …. per significare che se vado alle primarie a gennaio ipoteco di fatto (almeno moralmente) il voto di Giugno.

    Per Petrungaro semplicemente io ho smesso di venire ai Consigli Comunali dove magari avrete discusso ancora del caso e delle responsabilità, non compro assiduamente i giornali ma se mi dai qualche elemento per capire a chi alla fine siete riusciti (all’interno della commissione consigliare che pensavo dovesse servire anche a quello e che stranamente … era chiusa ai Consiglieri Comunali….) ad attribuire la “responsabilità” che tanto avete enfatizzato ad un Consiglio Comunale a cui io ero presente e che se vuoi ti posso anche ritrovare (intendo la responsabilità della “svista assicurativa”…) sono pronto a rimangiarmi quanto ho scritto. Sai che il blog è anche tuo quindi vieni pure a scrivere un articolo quando vuoi al proposito…

    Saluti radiosi

  30. 30 On gennaio 4th, 2009, Stefano Bandini said:

    Mi arrendo.

    Stefano Bandini

  31. 31 On gennaio 9th, 2009, Renato Cappelli said:

    Salve Romeo, Stefano, Claudia, Age, ecc.
    Oggi che non ho voglia di lavorare e mi ritaglio un po’ di tempo per me, ho letto tutti gli interventi su questo argomento del blog. Bene, tutto è interessante e degno di considerazione, una cosa sola non riesco a togliermi dalla testa e cioè che nelle piccole realtà territoriali come la nostra, niente sia più utile e consono come l’organizzare liste civiche. Attenzione, ciò non vuol dire che queste non possano essere sostenute da forze politiche e partiti. Dico solo che alla luce della mia esperienza amministrativa e politica (sono stato assessore ed un tesserato per molti anni,)un sindaco eletto dai cittadini e che non risponde direttamente a questo o quel partito è certamente più libero di compiere le scelte che ritiene più giuste e valide per la sua città. Non dovrà ad es. votare negli enti sovracomunali (Romagna Acque, Comunità Montane, consorzi vari)come gli viene “suggerito” per il bene del partito, ma unicamente secondo coscienza e volontà e di questo ne risponderà in prima persona ai concittadini elettori.
    Tuttavia, l’idea per funzionare ha bisogno di persone che veramente credono nella novità e validità di questo strumento partecipativo diretto e non devono impegnarsi solo per cercare uno spazio e una visibilità pubblica, magari perché escluse dai partiti tradizionali o non ancora “cooptate”; ciò significherebbe solo servirsi della lista per crearsi una vetrina o un ponte per la propria carriera politica che si ha segretamente in animo di intraprendere.
    Qui sta il pericolo e qui la sfida.
    Purtroppo non vi sono alternative: nonostante ogni delusione, credere nel metodo e nell’idea, senza nulla togliere a quanti portano avanti la medesima volontà all’interno di un partito (qualunque esso sia). Ciao a tutti. Renato

  32. 32 On gennaio 10th, 2009, Gilberto Romboli said:

    Caro Renato Cappelli,
    rispondo al tuo post perché mi sento chiamato in causa e così provo a chiarire alcuni aspetti relativi al mio impegno nel progetto Bio Meldola.

    Io credo fermamente nella forza delle idee nella loro capacità di toccare l’intelligenza ed il cuore delle persone. Credo che le persone che ascoltano una idea sappiano distinguere se chi la trasmette parli onestamente e con coscienza. La gente sente se quella idea, quell’uomo e quel progetto ispira i propri ideali e offre una possibilità ai propri sogni.
    Il progetto Bio Meldola vuol essere prima di tutto questo, un progetto vero, che nasce da una esigenza vera e che unisce coloro i quali sono disposti ad alzarsi dalla propria sedia e cimentarsi per un progetto che sentono necessario e utile per se stessi e per gli altri.

    Caro Renato, a mio avviso non bisogna credere nello strumento della lista civica ma nella idea che lo strumento gestirà. E’ l’idea che riempie di contenuti lo strumento, altrimenti rimane vuoto ed in balia dei protagonismi (proprio i rischi di cui tu parli).

    I tuoi riferimenti sul pericolo e la sfida che corre colui chi si mette a capo di una lista civica mi danno l’occasione per chiarire un paio di cose riguardo a me. Eccole.

    Io sono alternativo all’attuale maggioranza che amministra il nostro Comune.
    Non mi si troverà sui banchi della maggioranza, nei prossimi cinque anni con il Geom. Loris Venturi. Ci dividono talmente tante cose che non riuscirei a fare quel che si propone Samuele Branchetti il quale se perdesse le primarie si spenderebbe per Venturi (e forse si troverebbe a fare l’assessore; con quale credibilità?).

    Non ho intenzioni segrete, intendo intraprendere una “vita politica” perché ritengo di apportare buone idee ad un paese che sta morendo. Ho già detto che le idee camminano sulle gambe della gente, sopratutto sulle gambe della gente che quelle idee le hanno partorite. Non mi ispiro al detto: armiamoci e partite. Quindi sono il primo a partire.

    Quindi intendo percorrere una “carriera politica” perché questo significa far correre buone idee e opportunità per tutti noi. Anche se so che susciterò ataviche invidie italiche.

    So che la politica è oggi ostentazione della propria vanità e gestione di un potere e di privilegi di varia natura. Chi, come me, si impegna in politica deve fare i conti con questo vero e proprio cancro.
    Non posso convincerti a parole che questo non è il mio stile e la mia modalità di agire in politica, perché c’è un modo per dimostrarti il contrario ed è quello di dirti, unisciti a noi, a questo effettivo cambiamento di metodo, partecipa alla realizzazione di un sogno che si chiama Bio Meldola. E’ la prima volta che a Meldola ci si presenta con un progetto per il suo futuro, e questo ha messo in crisi l’azione dei partiti politici tradizionali che oggi sono costretti ad inseguirci.

    Diventa tu il protagonista, abbiamo bisogno di te.
    Ti aspetto il 14 gennaio 2009 alle ore 21,00 con altri amici.

  33. 33 On gennaio 10th, 2009, Renato Cappelli said:

    Caro Gilberto, sono molto contento del tuo intervento e soprattutto dei tuoi chiarimenti anche se, te lo confesso sinceramente, non alludevo certo a te ed al progetto della lista BIO-Meldola quando alludevo ai rischi di strumentalizzazione della lista civica.
    Era un discorso generale dovuto soprattutto a precedenti e deludenti esperienze in tal senso.
    Ad ogni modo la tua risposta mi fornisce l’occasione per precisare che quanto si sta facendo a Meldola per sensibilizzare i cittadini riguardo alle tematiche ambientali e salutistiche in generale, da parte tua e del gruppo di amici del GAS è non solo meritorio, ma decisamente vitale visto che proprio su questi temi si sta giocando il futuro nostro e del nostro pianeta (Romeo e Pietro lo sanno come la penso in proposito).
    Magari tutti fossero così attenti al problema!
    Aderirò certamente all’invito del 14 gennaio anche se non so dove vi trovate; fammelo sapere al più presto. Arrivederci. Renato

  34. 34 On gennaio 10th, 2009, romboli.gilberto said:

    Felice di incontrarti per guardare insieme verso il futuro.

    Ci vediamo a casa mia (ma prima o poi troveremo una sede).
    Ti invio i miei riferimenti alla tua e-mail (che ho ricavato da meldolesi.net).
    A presto!

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie