Meldolesi.net

LA FILOSOFIA DEL REGALO

8th dicembre 2008

LA FILOSOFIA DEL REGALO

inserito in Ricette |

In un periodo, come quello natalizio, dove il regalo impera come obbligo e spesso come espressione di uno status-symbol, cerchiamo di riappropriarci del valore proprio del DONARE.
Mi piacerebbe che ognuno di noi, frequentatori del Blog, raccontasse il rapporto con il Regalo Natalizio.
Inizio io per gettare il sasso nello stagno e vi racconto cosa mi piace ricevere e cosa mi piace regalare.

Nella mia famiglia difficilmente il regalo natalizio è un regalo voluttuario, spesso è un genere/articolo che durante l’anno non ho avuto l’opportunità di acquistare, mentre per Natale, le mie sorelle in joint-venture con i miei genitori, con una partecipazione equa riescono ad acquistare.
Ci sono stati anni di ristrettezze che hanno prodotto regali di uso quotidiano, come biancheria e bagnoschiuma, ma anche denaro sonante (poco, ma sempre utile)….e ricordo sempre con dolcezza le calze colme di caramelle e carbone dolce di quando eravamo bambine!
Anche adesso ci telefoniamo prima per avere qualche indicazione su cosa può servire, tanto per non fare regali inutili e poi la sorpresa sta nella fantasia della scelta….Adoro il caldissimo plaid leopardato regalato lo scorso Natale da mia sorella Francesca!!!!

I miei regali per la gran parte sono auto-prodotti.
Vabbè, i soldi non sono tanti, ma non faccio questo per tirchieria!
Graditissimo due anni fa è stato il liquore al caffè per mia suocera o gli olii e gli aceti aromatizzati per i miei genitori, gli orecchini per mia nipote o il vassoio decorato a decoupage per mia sorella.
Voi direte : non tutti hanno il tempo e le abilità per auto-produrre i regali!
Credetemi, a volte basta veramente poco e il vasetto di marmellata appena fatto, decorato con un rametto e un pezzetto di stoffa a quadretti, oltre che buono è anche bello…ed è vostro! Nessun altro può aver fatto quel regalo e in quel modo come voi !
E chi riceve quel regalo è sicuro che non fa parte dei doni massificati in bella mostra nelle corsie del supermercato! Quello è il regalo di Giulia, fatto per i suoi amici, prodotto dalla fatica di girare il mestolo di legno per tutto il pomeriggio dentro il pentolone fumante…..e non dai piedi doloranti del peregrinare per centri commerciali alla ricerca di un regalo “pur-che sia” tanto per non presentarsi a mani vuote!
Il dono è personale ed è espressione di noi stessi, non lo sviliamo!

Il mio regalo per tutti voi è questa ricetta di biscotti al cioccolato che lasciati ben raffreddare e riposti in una bella scatola di latta o in un barattolo di vetro ben confezionati…sono un dolce e molto personale regalo !!!

Chocolate Chip Cookies

Ingredienti:
100 gr di zucchero semolato bianco
100 gr di zucchero grezzo di canna
110 gr di burro
220 gr di farina
1 uovo
1/2 cucchiaino di bicarbonato (o di lievito per dolci in polvere)
sale
una bustina di vanillina
150 gr circa di cioccolato fondente tritato (o di gocce pronte).

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente e, quando è morbido (non liquido!), lavoratelo con un cucchiaio. Unite i due tipi di zucchero e continuate a mescolare, poi unite l’uovo e la vanillina.
Mescolate il lievito con la farina e unite gradatamente al composto, lavorando sempre bene con il cucchiaio per evitare i grumi. Unite per ultimo il cioccolato.
Alla fine vi dovrete trovare un impasto molto simile al MOU (http://it.wikipedia.org/wiki/MOU) .
Prelevate porzioni grosse come noci, rotolatele rapidamente tra le mani e deponete sulle placche, distanti fra loro. Appiattite con la mano umida.
Cuocete nel forno già caldo a 170° per circa 8/10 minuti. Devono essere ancora morbidi al centro quando li togliete dal forno.

Volendo potete anche fare dei cookies giganti (circa 10 cm di diametro): preparate allora palline grosse come quelle da pingpong e cuocete a temperatura leggermente più bassa (160°) per circa 17/20 minuti.

Mi raccomando, per esperienza di mie amiche, vi raccomando di non usare robot o simili per impastare, perché (testuali parole) “viene una schifezza”!

Besitos!

Angela

Questo articolo è stato pubblicato il lunedì, dicembre 8th, 2008 alle 5:05 pm ed inserito in Ricette. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente c'è un commento:

  1. 1 On dicembre 9th, 2008, andrea said:

    Beh, io non ho la maestria di Angela coi fornelli, anzi…. solitamente per Natale adoro regalare (e naturalmente anche ricevere) una “fettina” di cultura, un libro, un CD oppure un DVD, ma anche un abbonamento a qualche rivista che ritengo interessante!!
    Quello che aggiungo di MIO è la dedica, che deve essere assolutamente personalizzata e non le solite banalità!
    Salut

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie