Meldolesi.net

Se bevo non guido, se guido non bevo

30th settembre 2008

Se bevo non guido, se guido non bevo

Ricevo da Andrea, che ringrazio infinitamente, le tabelle che rappresentano sia i sintomi del tasso alcolemico che si alza e sia il tasso alcolemico che corrisponde ai principali alcolici in circolazione.

L’ho trovato proprio ieri mattina in un bar a Forlì e mi sono fermato a leggerlo ma … non era così bello ed a colori. Invito a guardarli entrambi visto che oltre a salvare una patente potrebbe salvare una vita …

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il martedì, settembre 30th, 2008 alle 8:00 am ed inserito in Alimentazione giusta, Famiglie & bambini, Giovani Meldolesi, Riflessioni. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 5 commenti:

  1. 1 On ottobre 6th, 2008, Alice y Ivan said:

    Ma può essere utile come provvedimento? Mi sa tanto da iniziativa del tipo “il fumo uccide” scritto sui pacchetti delle sigarette…
    Si fa informazione, sì, ma quando arrivi ad essere così ubriaco da non capire che non è il caso di mettersi al volante, ti metti a leggere il volantino???

  2. 2 On ottobre 6th, 2008, Romeo said:

    La ritengo una utile lettura da sobri in modo da capire prima fino a che livello ci si può spingere in funzione del proprio peso corporeo, ecc.

    Se uno si mette alla guida ubriaco andrebbe semplicemente Eseguito al momento del fermo a mio parere … ma forse sono un pelo troppo drastico? 🙂

    Saluti radiosi

  3. 3 On ottobre 8th, 2008, Giulia Ghini said:

    Io penso quando, a 15 anni, salivo in macchina con i “ragazzi più grandi” che bevevano e andavano fortissimo (al mare, di ritorno dal mare) e avevo paura. Ma non avevo il coraggio di dire niente perchè sennò ti davano della zia. E perchè non avevo altri argomenti se non la mia paura. Un po’ di informazione può dar voce a chi non ce l’ha. Negli incidenti crepano anche i passeggeri e i passanti, mica solo gli ubriachi.

  4. 4 On ottobre 9th, 2008, Paolo said:

    la questione non deve essere rivolta esclusivamente verso chi si sfinisce di alcool , principalmente a chi beve quanto crede “il giusto” e poi si mette alla guida, al solito abbiamo una legge all’italiana insignificante per gli obbiettivi che si prefigge passando al ridicolo nel lato atto pratico

    se ci fossero controlli non dico seri ma almeno solo accennati farebbe cataste di patenti ai bordi delle strade e lunghe file di 40enni 50enni a testa bassa in fila indiana che camminano verso casa dietro ad altrettanti giovani che almeno la prenderebbero molto più serenamente e continuerebbero a ridere

    invece di sprecare denari in tabelle illeggibili …facessero controllo….ah ma no i controllati sono elettore non è conveniente…

  5. 5 On ottobre 9th, 2008, Alice y Ivan said:

    Appunto. La tabella è utile per me ad esempio, che esco una sera a mangiare la pizza e capisco quanta birra posso bere, per non beccarmi una multa.

    Ma chi causa gli incidenti al sabato sera, come fa a non rendersi conto che si sta mettendo al volante ubriaco, e che può essere un pericolo per se stesso e per gli altri? Non di certo controllando quanto tasso alcolico ha in corpo. Semplicemente la persona in questione si crede “immortale” o come minimo altamente sicuro di sè, e secondo me non è in questo modo che le si può far cambiare idea.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie