Meldolesi.net

Telefono cellulare ai bambini … o no?

26th settembre 2008

Telefono cellulare ai bambini … o no?

E’ iniziata la fase in cui i miei figli maggiori (8 e 9 anni) iniziano a confrontarsi con gli altri coetanei, compagni ed amici, ed iniziano ad avanzare richieste di diversi generi dei prodotti più disparati proprio in virtù del fatto che “il mio amico … però ce l’ha…”.

Ricordo che quando ero piccolo io la prima tappa era il cinquantino a 14 anni (che peraltro mi dovetti pagare a metà…) ora invece si è abbassata l’età e va di voga il telefono cellulare già in occasione della Santa Comunione quindi ad otto anni.

Ho letto diversi articoli contrastanti sui rischi di questi apparecchi per gli adulti ed alcuni anche sui bambini (sarebbe sempre da capire chi finanzia queste ricerche…) ma il principio di cautela su questi argomenti, per me, deve essere assoluto!

Non ho voluto il Wi-Fi per la rete domestica e così ho steso del rame e collegato il computer da cui vi scrivo direttamente alla spina della cara vecchia SIP (non dico la fatica a trovare un modem che NON avesse Wi-Fi integrato…). A casa utilizziamo prevalentemente il telefono fisso lasciando il cordless ad emergenze o condizioni particolari e cercando di farlo usare meno possibile ai bambini ed ora … inizia questa richiesta del famoso “Cellulare”.

Dovrò spiegare ai miei figli, dopo averglielo fatto leggere, questo articolo spiegando cosa significhi avere 5 volte più possibilità di sviluppare un tumore al tessuto nervoso (glioma).

Le ricerche svedesi che ho avuto modo di consultare per altri argomenti si sono rivelate sempre particolarmente efficaci e la ricerca effettuata da questi studiosimi lascia alquanto perplesso.

A questo punto chiederò anche in Consiglio d’Istituto di portare a conoscenza dei ragazzi questa ricerca e chiedo a voi come avete affrontato o come pensate di affrontare il discorso “cellulare” con i Vostri figli …. Qui mi sa che occorrerebbe una linea di condotta univoca ed appunto volta al principio di precauzione ma sono anche certo che sarà impossibile ottenerla proprio perché alcuni genitori con cui ho parlato sono addirittura entusiasti di poter facilmente reperire in qualsiasi momento, sentendoli telefonicamente, i propri figli; tanto che mi chiedo come abbia potuto sopravvivere mia mamma (ora 82enne) quando le dicevo che “andavo a fare un giretto” e stavo via delle mezze giornate …. Ed ho iniziato ad 11 anni….

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il venerdì, settembre 26th, 2008 alle 4:25 pm ed inserito in Famiglie & bambini, Giovani Meldolesi, La Scuola, Riflessioni. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 3 commenti:

  1. 1 On settembre 28th, 2008, ROBERTA said:

    sono pienamente d’accordo con te, il mio bimbo e’ entrato a far parte delle medie, cioè quest’anno frequenta la prima media e già tutti hanno il cellulare e ogni tanto mi chiede quando anche lui lo potrà portare. almeno alle medie dovrebbero completamente vietarlo e chi di nascosto lo porta dovrebbero ritirarglielo, ma poi ce sempre un ma……..i primi ad andare a litigare e poi rifarselo ridare siamo sempre noi genitori, a volte la rovina dei nostri figli. ciao

  2. 2 On settembre 29th, 2008, Fabio said:

    Sono assolutamente d’accordo con te, e’ una tematica che seguo da anni con interesse e finalmente si cominciano ad avere informazioni piu’ “allertanti” anche da canali noti, piuttosto che rovistando in siti che fanno la classica “informazione alternativa”. Discutevo in proposito di questo con i miei figli anche nei giorni scorsi. Facendogli presente il punto di vista. E’ difficile e continuera’ ad esserlo, quello che possiamo fare in primis e’ il buon esempio, ma in questo voi ammetto che riuscite ad essere piu’ bravi di noi…anche se quello che cerco di spiegare e’ la differenza tra un adulto che ha terminato il suo “sviluppo” e un bambino che e’ nel bel mezzo di questa straordinaria, quanto complessa avventura. Sempre vicino anche se molto meno logisticamente. Fabio.

  3. 3 On ottobre 15th, 2008, Fabio C. said:

    Sono d’accordissimo con lo scrivente.
    Tutte le onde elettromagnetiche NON possono NON influenzare le cellule e la costruzione delle proteine.
    Il principio di cautela e’ da prendere sempre in condiderazione.
    Purtroppo tutti lo diciamo, ma abbiamo tutti 1 o piu’ cell in tasca.
    I produttori parlano di SAR: tutto lecito,ma poi chi puo’ veramente verificare?
    E tutta la roba che arriva dalla Cina? Ti frigge il cervello.
    Non parliamo del proliferare delle stazioni radiobase per ceel.
    Chi affitta il proprio terreno (Comuni in primis) per premettere una installazione vicino ad asili, scuole, ospedali.
    E poi meraviglia il wifi casalingo e poi pubblico.Se passassero un po’ le notizie , penso che molte persone butterebbero i router/modem wifi nel bidone.
    Viva i vecchi ed innocui fili.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie