Meldolesi.net

Resoconto Consiglio Comunale del 18/06/2008 – 2^ parte

23rd giugno 2008

Resoconto Consiglio Comunale del 18/06/2008 – 2^ parte

Continua di qui

5 REALIZZAZIONE PARCHEGGIO SITO IN VIA CAVOUR-VIA GIORDANO BRUNO VICINO ALLA SCUOLA ELEMENTARE – ESAME OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI – APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO IN VARIANTE AL P.R.G. AI SENSI DELL’ART. 15 COMMA 4 LETT. A) DELLA L.R. 47/78 UFF. RICH.: UFF: TECNICO RELAT.: SINDACO

6 REALIZZAZIONE PARCHEGGIO SITO IN VIA MAZZINI – ESAME OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI – APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO IN VARIANTE AL P.R.G. AI SENSI DELL’ART. 15 COMMA 4 LETT. A) DELLA L.R. 47/78 UFF. RICH.: UFF: TECNICO RELAT.: SINDACO

Vengono ritirati perche’ non passati in commissione e verranno riproposti al Consiglio del 27/06/08.

7 NOMINA COMMISSIONE TEMPORANEA AI SENSI DELL’ART. 15 DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE UFF. RICH.: SINDACO RELAT.: SINDACO

Il Sindaco legge il punto e ripercorre le tappe delle scelte dell’Amministrazione appunto sulla causa Petrungaro (3.000.000€ di risarcimento), spiega quindi che si intende deliberare la creazione di una commissione consigliare temporanea per valutare questo specifico caso. Il Sindaco spiega i criteri di scelta di questa commissione affidandola ai vari gruppi. Chiede pertanto che i capigruppo, come gia’concordato, decidano numero e nomi dei componenti la commissione e chiede di mettere ai voti questo metodo di procedere.

Il metodo messo ai voti viene votato favorevolmente all’unanimita’.

Fatto questo la parola passa ai capigruppo per le dichiarazioni circa il numero ed i nomi dei consiglieri:

Pantoli: esprime il suo parere circa l’iter che ha inizio questa sera, per lui in commissione essendoci proporzionalita’in funzione della rappresentanza politica del Consiglio il suo gruppo ha 4 consiglieri: Coveri – Ravaglioli – De Socio e Morelli;

 

Branchetti: e’ lieto che la Commissione possa prendere il via grazie all’accordo raggiunto; ritiene che rispetto alla causa Petrungaro la situazione e’ molto difficile, spiega la condivisione di presentare ricorso e la richiesta di sospensiva. La commissione dovra’appunto cercare di individuare correttamente dove prendere questi 3.000.000€; spera che ci sia una sterzata su alcune scelte amministrative compiute dall’Amministrazione. Gli investimenti previsti quest’anno (oltre 7.000.000€), sono irrealizzabili come lui stesso aveva spiegato e sono anche indisponibili proprio per la fatica a reperire i 3.000.000€ della sentenza. Circa l’affidamento all’Avv. Carullo della causa chiede se si conosca un preventivo complessivo per le sue prestazioni professionali per valutarne la copertura di bilancio (cosa prevista da diverse sentenze). Annuncia che il consigliere del suo gruppo sara’Giovanni Pasini.

Ghetti: ringrazia tutti per aver scelto di accettare la Commissione che aveva richiesto il suo gruppo da tempo. Essendo una commissione “d’emergenz” spera che la coesione della commissione possa esprimere il massimo della collaborazione per cercare di dare risposte a tutto il paese su questo delicatissimo aspetto. In commissione il suo gruppo sara’rappresentato da Bandini Stefano.

Fabbri: votera’a favore per l’istituzione della commissione e sara’lui stesso a farne parte.

Dott.ssa Grattoni spiega la questione della copertura finanziaria in sostanza riservandola al bilancio 2009 e spiega che l’avvocato, pur sollecitato, non riesce a fare un preventivo di spesa per questa delicata causa.

Branchetti: comunque si dissocia dalla procedura di scelta del legale e dal fatto di non avere alcuna indicazione di spesa.

 

Alle 22:30 messa ai voti si ha l’unanimita’dei presenti

8 RINNOVO CONVENZIONE PER FORNITURA PASTI ALL’IPAB ARTUSI DI FORLIMPOPOLI UFF. RICH.: SERVIZI SOCIALI RELAT.: ANTONIO BELLOFATTO

Bellofatto: Rinnovo convenzione fino al 31/08/2009 con ritocco del costo pasto da 7,25€ a 8,10 €.

 

Bandini spiega che, visto che le convenzioni con i vari comuni, sono sempre state votate sfavorevolmente per l’eccessivo carico di lavoro in capo alle cucine.

11 favorevoli e contrario Bandini (ore 22:33)

 

9 O.D.G. PRESENTATO DAL GRUPPO CONSILIARE “LA TUA MELDOLA” SU: “SOSTEGNO AL PROGETTO DI LEGGE REGIONALE SUL RIORDINO TERRITORIALE, L’AUTO-RIFORMA DELL’AMMINI-STRAZIONE E LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE FUNZIONI” UFF. RICH.: SINDCO RELAT.: SINDACO

Branchetti legge l’ODG e spiega la sua attualita’visto che gia’in Regione si stanno veramente dando da fare per rispettare il termine di fine mese per la razionalizzazione dei costi riducendo il numero delle comunita’montane. Purtroppo l’iter burocratico/amministrativo in Italia e’ molto complesso e spera che la semplificazione e la delocalizzazione sul territorio di determinati compiti e funzioni migliori i rapporti con i cittadini. Spera che, al di la di quanto preveda Tremonti nella finanziaria, comunque si lavori per rispettare la legge regionale.

De Socio: Essendo anche Assessore alla Comunita’ Montana spiega che non e’ completamente d’accordo; la legge regionale non prevede di agire solo sulle comunita’montane ma anche le ATO, le agenzie di collocamento, le Province. Lui non ritiene che sia corretto che si tratti solo la Comunita’Montana nell’ODG e non ritiene questo il momento corretto in quanto devono essere i vari Sindaci delle amministrazioni a valutare valutare e decidere. Ha fatto alcune modifiche a quanto predisposto da Branchetti e le rilegge per avere una convergenza su queste ultime. Chiarisce poi che in E.R ci sono 18 comunita’Montane e come si ipotizzi il passaggio ad 11 delle stesse. Alcune comunita’montane si sono gia’unite per loro scelta; altre lo stanno valutando; ribadisce nuovamente che l’unione delle nostre tre realta’di tale tipo dovranno essere valutate dai sindaci. A questo punto legge alcune cose che ha portato avanti e realizzato la Comunita’Montana: Formazione ai comuni per stesura PSC, RUE, POC, regolamento PM, coordinamento ufficio tributi, progetto di rete telematica per le pubbliche amministrazioni, Regolamento per la gestione delle iniziative pubbliche, sportello unico per le attivita’produttive, ufficio associato per l’edilizia urbanistica per risolvere problemi alle amministrazioni, sportello unico per gli appalti pubblici, delega al servizio civile, delega alla protezione civile, gestione vincolo idrogeologico … ecc. La comunita’montana non e’ assolutamente inutile e deve essere chiaro che ridimensionarle o cancellarle imporra’alle Amministrazioni la valutazione di come proseguire i servizi sopradetti.

Bandini: una sera di Giugno e’ d’accordo con De Socio. Precisa di essere Consigliere della Comunita’Montana ma anche se non lo fosse sarebbe comunque d’accordo. I costi della politica non sono questi. E’ assolutamente sorpreso della scelta fatta dal Governo Prodi per il dimezzamento degli stipendi dei Presidenti e degli assessori appunto delle Comunita’Montane. Purtroppo manca la pubblicizzazione dell’operato della Comunita’Montana. Non si dovrebbe rincorrere il populismo che vede in questi enti i costi della politica.

De Socio ringrazia Bandini, spiega che i 7.000.000€ che si pensa di risparmiare con questa legge regionale sono stati dimostrati come non veri e che alla fine i costi reali non solo non permetteranno risparmi ma, addirittura, lieviteranno.

Bandini: controbatte e spiega che non e’ una conquista avere una gestione unificata dei tributi oppure della polizia municipale perche’ disorienta il cittadino che ne ha bisogno; legato a questo effettivamente lui riterrebbe che Meldola non debba rientrare in Comunita’Montana proprio per essere indipendente in determinate scelte.

Alle 23:10 Pantoli chiede 5 minuti per discuterne con il suo gruppo.

Alle 23: 35 si ricompone il Consiglio e Pantoli propone di emendare l’ODG di Branchetti e da lettura all’ODG finale emendato e concordato poi con lo stesso Branchetti

Branchetti: significa che non e’ sua intenzione fare una crociata contro le comunita’montane e riconosce che certamente hanno operato nel giusto modo. Ribadisce che il punto di vista della lista e’ quello volto alla razionalizzazione; suo stimolo e’ cercare di dare sostegno a questa legge. Condivide quindi l’ODG emendato.

Bandini: A livello personale lui votera’contro.

Fabbri: lui votera’a favore come avrebbe votato a favore anche a quello di Branchetti.

Ai voti si pone solo l’ODG riformulato e perfezionato

14 favorevoli e Bandini Contrario

 

10 O.D.G. APPROVATO DAL CONSIGLIO PROVINCIALE SU “AFFIDAMENTO DI SERVIZI A COOPERATIVE SOCIALI CHE PREVEDONO L’INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE” UFF. RICH.: SINDCO RELAT.: SINDACO

In pratica e’ un ODG votato gia’in Consiglio Provinciale all’unanimita’; il Consigliere Bellini ne da lettura

Messo ai voti si ha l’unanimita’dei presenti.

Alle 23.49 si chiude tutto

Chi e’ arrivato fin qui significo che questo lavoro costa energia; se almeno qualche lettore dimostrera’che lo ha letto facendo qualsiasi tipo di commento magari il lavoro verra’portato avanti, altrimenti … partecipero’ solo come ascoltatore e riusciro’ a meglio esprimere con le impressioni del volto le mie sensazioni ai membri del consesso 🙂

Questo articolo è stato pubblicato il lunedì, giugno 23rd, 2008 alle 10:17 pm ed inserito in Consigli Comunali Meldolesi. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 8 commenti:

  1. 1 On giugno 25th, 2008, Elena Zaccheroni said:

    Io invece penso che i costi della politica includano anche le comunit montane.Magari prima di abolirle completamente sarebbe opportuno tentare un loro ridimensionamento, questo sì, ma tutte queste prebende a destra e a manca alla fine sono soldi, altro che! Dunque, non cominciamo a fare troppe distinzioni.
    Credo sarebbe opportuno pensare alla nostra partecipazione nel sociale in maniera più ideale ovvero non con l’obiettivo di fare incetta di gettoni di presenza. Non parlo proprio di volontariato ma di qualcosa che gli si avvicina molto. D’altro canto fare politica deve essere soprattutto fare un servizio alla propria comunit non un modo per arrotondare le entrate di casa.
    Per fare un esempio pratico, vogliamo parlare della nostra casa di riposo? Penso che i consiglieri di detta struttura dovrebbero svolgere il loro incarico gratuitamente ovvero scegliendo di dedicare un po’ del loro tempo a discutere di problematiche inerenti gli anziani.
    Quel denaro risparmiato, non mi stancherò mai di ripeterlo, potrebbe essere più proficuamente impiegato per pagare uno psicologo che settimanalmente fosse a disposizione degli ospiti.Avete mai pensato al trauma di un anziano che lascia per sempre la sua casa per entrare definitivamente in una casa di riposo?
    Rifletteteci.
    Credo che per vedere dei risultati anche in termini economici occorra cambiare l’atteggiamento della nostra classe politica tutta. Prevedo che non sar un percorso facile e senza resistenze, ma spero che a partire dal governo centrale fino al comune più periferico le cose cambino. E che questa volta dalle parole si passi seriamente ai fatti.

  2. 2 On giugno 25th, 2008, Pietro said:

    Grazie Romeo per quello che fai, ma perchè non mettere una web durante i consigli comunali, in maniera che chi ha la possibilit e la voglia può seguire i dibattiti.

  3. 3 On giugno 25th, 2008, Paolo said:

    forse non gradirebbero…. servirebbe anche una connessione ad internet…..

  4. 4 On giugno 27th, 2008, La tua meldola said:

    A noi non dispiacerebbe. Avevamo iniziato mettendo un piccolo spezzone su youtube.

    http://it.youtube.com/user/latuameldola

    Pero’ vista la lunghezza e a volte noiositàdei consigli i riassunti di Romeo sono buoni 🙂

  5. 5 On giugno 28th, 2008, Samuele Branchetti said:

    In relazione al commento di Elena, vi informo circa una proposta di riorganizzazione nella composizione degli organi di gestione dell’Istituzione ai Servizi Sociali “D. Drudi” (casa di riposo) presentata dal Gruppo Consigliare “La Tua Meldola” proprio in questi giorni. Per i dettagli e per eventuali contributi in termini di idee, indicazioni, suggerimenti e considerazioni potete fare riferimento al seguente link:
    http://www.latuameldola.it/blog/2008/06/28/proposta-per-la-drudi/
    Un caro saluto e a presto.

    Samuele

  6. 6 On luglio 4th, 2008, STEFANO P. said:

    LEGGO SEMPRE VOLENTIERI LA TUA POSTA ,
    E TI RINGRAZIO INFINITAMENTE PER L’ OTTIMO LAVORO
    CHE FAI E PER ESSERE UNA DELLE POCHE PERSONE CHE PROVANO
    DI TENERE SEMPRE INFORMATI I PROPRI CONCITTADINI X RISVEGLIARE UN PO’
    LE LORO COSCIENZE .
    IO DA PARTE MIA , DIVULGO LA TUA POSTA PER FAR SI CHE PIU’ PERSONE
    SIANO A CONOSCENZA DEI FATTI .

    GRAZIE ROMEO.

  7. 7 On luglio 18th, 2008, Stefano Bandini said:

    Per Romeo

    Qualche anno fa, sul Venerdì di Repubblica, nella rubrica “Questioni di cuore” curata da Natalia Aspesi:

    “…per lei ho scritto poesie, ho fatto le ore piccole per aspettarla sotto casa dopo il lavoro, ho dimenticato le partite della Juve,i ritrovi con gli amici.Forse non si è nemmeno accorta dei miei piccoli sacrifici, che erano il mio modo di amarla….”

    EV 68 ISERNIA

    “I sacrifici grandi o piccoli, che facciamo per amore, sembrano tali solo a noi.Le persone alle quali li dedichiamo non se ne accorgono, o non li considerano sacrifici…
    Ad essere sinceri, è anche vero che quelli che lei chiama, che noi chiamiamo sacrifici, li facciamo davvero soprattutto per noi, perchè l’amore ce li detta, anche se non sono affatto richiesti. Per questo non vanno mai rinfacciati: al massimo possiamo pentirci di averli fatti, se decidiamo che non ne valeva la pena…”

    Natalia Aspesi

    Hai capito Romeo?

    Stefano Bandini

    P.S. I prossimi giorni risponderò ad Elena.

  8. 8 On luglio 30th, 2008, Romeo said:

    Ma, Stefano, quella dell’amore proprio mi mancava.

    Di amori nella mia vita ne ho tre e fra un po quattro (uno di un tipo e tre di un altro … prima che mi accusino di essere pedofilo 🙂 e, onestamente, pensavo fossero solo quelli.

    Ti garantisco che è proprio per quegli amori che cerco di darmi da fare e solo per loro.

    Ho imparato al Consiglio d’Istituto che ognuno deve fare la sua parte e rappresentare al meglio quanti hanno avuto fiducia in lui oltrechè cercare di pensare sempre in funzione di coloro sui quali poi le nostre decisioni si ribalteranno (trattandosi del Consiglio d’Istituto quindi in funzione dei bambini e dei ragazzi).

    Il discorso è che questo dei Consigli Comunali è un “di più” che fino ad ora ci (anche la mia famiglia da il beneplacito) siamo concessi il lusso di poter partecipare ma se questo è unicamente un “lusso” senza utilità per nessun altro allora potremmo anche semplicemente partecipare e parlarne senza stare a scrivere resoconti che implicano altro tempo comunque sottratto alla famiglia o ad altre possibilità.
    I Consigli Comunali onestamente mi divertono un sacco e devo dire che anche tu fai la tua buona parte per farmi divertire; e poi posso dire tante cose con le espressioni :-)))

    Comunque andiamo pure avanti sperando che prima o poi riusciamo a fare un “tandem” e condividere questo impegno con altri ….

    Pietro, per mettere in internet i consigli comunali non saprei che dirti, ho chiesto per due volte una semplice presa per attaccarci il portatile quando si scarica e da almeno un anno a questa parte non se ne è fatto nulla quindi non oso pensare se chiedessi nella sala del Consiglio un punto di connessione ADSL ….

    Apprezzo lo spunto di Elena e devo dire che ad esempio il comitato mensa funziona proprio su base volontaria e da dei discreti risultati (qui però forse c’è un interesse privato nella valutazione facendone parte…. :-). Ma intanto sta di fatto che i piatti ed i bicchieri di plastica sono stati eliminati, le verdure sono locali e magari si isnerirà qualcos’altro il prossimo anno e chissà cosa ci aspetterà ancora. Certo è che se venisse dato un bilancio economico preciso alle iniziative del Comitato Mensa essendo lo stesso di estrazione volontaria fra genitori che i hanno i figli che ne fruiscono saprebbe sicuramente farlo fruttare al meglio e per il meglio dei bambini stessi …. con questo non dico che non faccia altrettanto chi è pagato per farlo ma diciamocelo pure: chi sa di avere comunque lo stipendio alla fine del mese indipendentemente da tutto ciò che decide lo fa sicuramente con meno timori di sbagliare …. o no????

    Potrebbe essere anche questo un modo nuovo di fare politica :-)))

    Saluti radiosi

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie