Meldolesi.net

S.Sofia: inceneriamo la pollina!!!

18th aprile 2008

S.Sofia: inceneriamo la pollina!!!

inserito in Incenerimento |

Ormai si sara’capito che il fuoco non mi piace.

Pensare poi che brucino cio’ che fuoriesce da degli allevamenti intensivi che hanno mangimi farmaco/imbottiti che, solo in parte, rimangono dentro l’organismo animale per poi finire nell’essere in vetta alla catena alimentare che se ne nutre (chiaramente rispettando sempre i limiti imposti dalle leggi) convinto di mangiare un bell’animalino ruspante di campo; mentre in gran parte (sia mangimi che farmaci annessi) vanno a finire proprio in quello che si vorrebbe poi incenerire sopra le nostre teste.

Avrete notato che da un po’ tra i blogroll (blog amici) compare anche un blog di ragazzi di S.Sofia che, al pari di noi, hanno anche loro dei dubbi e provano a ritrovarsi proprio stasera per capire un po’ come organizzarsi e cosa fare per cercare di interessarsi attivamente della cosa e trovare risposte alle tante domande che serpeggiano.

Io purtroppo ho gia’un impegno e ringrazio Antonio per l’invito a cui spero partecipera’qualche altro Meldolese … S.Sofia sembra lontana da noi ma pensiamo che i fumi di quota alta fanno molto prima a spandersi e, grazie alle varie correnti d’aria, venire a spiovere nelle nostre teste, o no????

Se qualcuno andra’spero che almeno ci dara’un resoconto …

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il venerdì, aprile 18th, 2008 alle 6:30 am ed inserito in Incenerimento. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 3 commenti:

  1. 1 On aprile 18th, 2008, Alessandro Ronchi said:

    Come ho gi scritto anche nel sito dei verdi, per la pollina e le deiezioni animali si può anche utilizzare una soluzione alternativa: la biodigestione anaerobica.

    In pratica si mettono le deiezioni in un cilindro assieme a sfalci di materiale organico vegetale, in modo da creare il metano.

    A questo punto esce dal cilindro da una parte metano e dall’altra concime puro, che serve per evitare l’uso di azoto prodotto chimicamente per l’uso nei campi.

    Una piccola centrale di cogenerazione poi sfrutta il metano per elettricit e calore, per l’utilizzo nell’allevamento e nelle costruzioni vicine.

    Così si chiude il ciclo e non si fanno girare camion.

    Ovviamente il processo è molto semplificato nella mia descrizione, ma funziona.

  2. 2 On aprile 18th, 2008, Romeo said:

    Grazie mille Alessandro del suggerimento; avevo visto qualcosa del genere in giro per la rete ma sentir dire da uno attento come te che funziona vale molto di più!!!

    Speriamo che stasera si possa avviare oltre ad un comitato per il no anche un gruppo di persone che si facciano responsabili di portare avanti soluzioni alternative e praticabili proprio come questa.

    Saluti radiosi

  3. 3 On aprile 18th, 2008, Pietro said:

    avanti tutta ragazzi, ma c’è qualcuno che partecipa ?
    Pietro

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie