Meldolesi.net

Un possibile progetto didattico per le Scuole: gli Scacchi

29th marzo 2008

Un possibile progetto didattico per le Scuole: gli Scacchi

Come sapete tendenzialmente non propongo cose su cui ho dei dubbi o che non sono certo possano essere perfettamente integrabili nelle realta’interessate e che magari prima ho provato direttamente.

Per questo ho aspettato di vedere dei ritorni osservando la frequentazione dei miei figli al corso di scacchi che si tiene il sabato pomeriggio con un giudice Regionale (Enrico Johnson) come insegnante e devo elencare quelli che secondo me sono i punti di forza di questo vero e proprio “allenamento”:

  • Stimola i bambini a riflessioni e pianificazioni di strategie;
  • Li fa responsabilizzare delle loro mosse e delle loro scelte (una per tutte il pezzo toccato deve essere poi mosso quindi e’ bene non agire impulsivamente, cosa che per i piccoli e’ piuttosto difficile… o solo i miei figli sono cosi’??? :-);
  • Li fa misurare tra di loro e continuamente mettersi in discussione;
  • si iniziano ad organizzare tornei di una certa valenza anche sul nostro territorio (“Assalto alla rocca” e’ un esempio per tutti e che coinvolge diversi comuni dell’entroterra);
  • Non esiste doping in questo sport (almeno a livelli medio/bassi) e con i tempi che corrono questa cosa ha una sua importanza e non e’ del tutto da sottovalutare…
  • A parte casi particolari (comunque deprecabili) i genitori non possono accanirsi con i figli anche perche’ l’ambiente di gara deve essere silenzioso per permettere al giocatore di riflettere (se pensiamo a cio’ che succede negli stadi o nei palazzetti questo ha una sua importanza);
  • Il gioco poi puo’ essere un punto di incontro con i genitori a casa e, magari, far passare qualche serata in modo alternativo alla televisione e lontano dalla play station, ho gia’espresso quanto la cosa mi sorprenda ancor oggi e mi feliciti il fatto di passare insieme ai miei figli la serata e giocando!!!;
  • Potrebbero organizzarsi tornei fra classi e fra scuole (tenete presente che Enrico, l’insegnante di cui sopra, inizia ad essere richiesto anche da altre scuole e Comuni per l’avvio di corsi … quindi chi primo arriva meglio alloggia 🙂
  • Iniziamo ad avere anche sparsi nelle classi della nostra Scuola elementare diversi bambini che frequentano il corso quindi potrebbero essere un buon “elemento di trascinamento” per i restanti, magari chiedendo a loro un ritorno potremmo spianare il terreno anche per gli altri;
  • Sono previsti progetti specifici per le scuole alle quali, come potete vedere dall’allegato, viene riconosciuta anche una dotazione iniziale di scacchiere in modo completamente gratuito …. vuoi mettere???!!!;
  • Costa effettivamente poco perche’ le scacchiere ci sono da tutti i prezzi e una volta acquistate … non decadono mai piu’, oltre ad essere sufficiente un numero di scacchiere pari alla meta’degli alunni (ebbene si, gli scacchi si giocano in coppia … :-);
  • Altre nazioni hanno inserito questo gioco nei loro programmi scolastici fin dalle Elementari … ed e’ parte del programma didattico e non un progetto supplementare … possibile che questi siano tutti folli?
  • Ci lamentiamo del “bullismo”, pensiamo come sarebbe bello se i bambini risolvessero le loro schermaglie o incomprensioni con una bella partitina di scacchi!!!

Sicuramente mi saro’ dimenticato di altri aspetti importanti ma sono certo che Voi saprete ottimamente trarli da soli se decidete di affrontare questa avventura. Mi auguro di aver stimolato abbastanza la Vostra curiosita’e che ci siano spazi e tempi per riuscire a pianificare un progetto di questo tipo per il prossimo anno (se non gia’in questo) nelle vostre scolaresche.

Adesso a voi cercare di stimolare i docenti e cercare di farsi portatori di idee oltreche’ di figli … in bocca al lupo!!!

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il sabato, marzo 29th, 2008 alle 8:55 pm ed inserito in Associazionismo, Eventi culturali, Famiglie & bambini, La Scuola. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie