Meldolesi.net

Richiesta informazioni per installazione mini eolico

23rd marzo 2008

Richiesta informazioni per installazione mini eolico

Salve a tutti io sono Marco, mi ero interessato per mettere una piccola turbina eolica sul tetto dei miei genitori che abitano nella periferia di Meldola, ma quelli dell’azienda che avevo contattato mi hanno posto alcune questioni che ora giro a voi sperando che mi possiate essere di aiuto:

1)E’ necessario una autorizzazione particolare per installare una piccola pala eolica sul tetto di casa?

2) Quali sono i permessi da richiedere e che uffici?

3) E’ necessario presentare un progetto di massima?

Grazie in anticipo per l’attenzione e buona Pasqua

Questo articolo è stato pubblicato il domenica, marzo 23rd, 2008 alle 5:17 pm ed inserito in Territorio Meldolese, Virtuosismi possibili. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 37 commenti:

  1. 1 On marzo 23rd, 2008, Romeo said:

    Scusami Marco ma non mi ero accorto del tuo articolo … e giaceva in mezzo alle altre bozze.
    Onestamente io mi sono informato solo per il fotovoltaico e mi è stato spiegato che non c’erano particolari problemi e con una DIA si risolveva il tutto.
    Per il micro eolico non so onestamente cosa serva ma magari qualche lettore potr aiutarci, proverò a coinvolgere anche l’Ufficio Tecnico del Comune per vedere se hanno voglia di rispondere … potrebbe interessare anche ad altri l’argomento 🙂

    Saluti radiosi e benvenuto!!!

  2. 2 On marzo 25th, 2008, fabrizio said:

    CIAO MARCO SONO CITTADINO DI BERTINORO SPERO CHE LE INFORMAZIONI CHE TI HO DATO QUI DI SEGUITO SIANO DI AIUTO COMUNQUE SAI IO E ALTRI 4 RAGAZZI A CESENA STIAMO CERCANDO DI CREARE UNA AZIENDA PRODUTTRICE DI ENERGIE RINNOVABILI AD IMOPATTO ZERO,TI DEVO DIRE CHE IL PROGETTO STA INTERESSANDO PARECCHIO ANCHE IN REGIONE SAI CHI è CHE ROMPE UN POCO LE UOVA IL TECNICO DEL COMUNE PROPRIO SULL’EOLICO COSA CHE VIENE SPINTA MOLTO DALLE ISTITUZIONI COMUNQUE IL MINIEOLICO NON DA PROBLEMI PER LE RICHIESTE SE TI SERVONO ALTRE INFORMAZIONI PUBBLICALA PURE SUL SITO IN QUESTIONE IO SPESSO CI DO UN’OCCHIATA POI TI RISPONDO APPENA ME NE ACCORGO.(IN BOCCA AL LUPO)

    Quando pensiamo a un generatore eolico ci vengono subito in mente oggetti giganteschi, alti e con delle grosse eliche rotanti. Questo perchè ci hanno abituati a vedere, per lo più in foto e in TV!, solo grossi impianti di megawatt di potenza. Ma quella delle grandi dimensioni e grandi potenze è in generale un abitudine, tutta maschile, con cui ci poniamo per affrontare la maggior parte delle sfide.
    Anche nel mondo dell’energia rinnovabile stiamo riportando questa consuetudine perdendo un po’ di vista la vera rivoluzione che vi è dietro: la possibilit di una produzione distribuita e discreta che non necessita di centrali e grandi impianti. Qualcuno ovviamente ci vorr pure ma dovr essere l’eccezione e non la regola.

    L’energia del vento è imbrigliabile con piccoli ed efficienti rotori che, grazie a moderne tipologie di motori, ad accurati profili e ad un’elettronica ben progettata, possono dare ottime soddisfazioni a fronte di prezzi d’acquisto abbastanza accessibili.
    Diventa così possibile utilizzare un aerogeneratore per integrare l’alimentazione della propria abitazione o dell’azienda, utilizzando energia pulita e rinnovabile.

    La scelta dell’aerogeneratore
    Vi sono 2 grandi tipologie di generatori eolici: ad asse verticale e ad asse orizzontale. Quelli classici, con le pale che girano e la coda che serve a posizionarle perpendicolarmente alla direzione del vento, sono ad asse orizzontale. Nell’altro tipo, invece, il rotore gira attorno ad un asse verticale grazie ad un profilo elicoidale o tramite la presenza di braccia che captano il vento da qualsiasi direzione esso arrivi. Non hanno quindi bisogno di orientarsi e sfruttano anche le turbolenze.

    Ma vediamo un po’ meglio le caratteristiche e le differenze salienti fra le due tipologie:

    parametro
    Asse verticale Asse orizzontale
    vento di avviamento 2-3 m/s 3-4 m/s
    Velocit massima sopportata non ci sono limiti In base ai modelli con venti sopra i 20-25 m/s il generatore deve essere bloccato
    Rumore quasi nullo per venti normali comunque basso anche a venti forti Dipende dal modello, comunque per piccole potenze (fino 1,5 kw) il rumore è molto contenuto e assimilabile a quello del vento stesso.
    Direzione del vento Capta il vento da ogni direzione istantaneamente, turbolenze comprese Si deve allineare perpendicolarmente alla direzione. Non sfrutta le turbolenze
    Peso Superiore a quelli a pale da 2 a 10 volte (pari potenza), in base al modello. I generatori da 1 Kwp possono pesare intorno ai 15-30 kg

    Se stiamo valutando di installare un piccolo generatore eolico sar bene capire che tipologia di venti abbiamo e qual’è la velocit media annuale dei venti nella nostra zona.
    Purtroppo quest’ultimo dato non è di semplice deduzione e sarebbero necessarie accurate analisi anemometriche ma, per i piccoli impianti, sono impensabili visti gli elevati costi che sarebbero da sostenere.
    Ci si può così affidare a cartine gratuite (tipo quelle che trovate su http://www.ricercadisistema.it) e all’esperienza diretta di chi vive nel luogo. Fondamentale anche l’accortezza di piazzare l’impianto il più in alto possibile e comunque più in alto di qualsiasi cosa ci sia nell’intorno per un raggio di qualche decina di metri. Comunque non è sicuramente redditizio installare un generatore se non si ha una media annua di vento pari ad almeno 5m/s.

    Fatta questa ricerca, ci si può dedicare alla scelta del rotore in base alle caratteristiche che abbiamo rilevato.
    All’atto pratico c’è da considerare che gli impianti ad asse verticale oggi sono ancora poco venduti e risultano difficili da reperire oltre a costare anche di più a parit di potenza di picco. Per cui la scelta finale cade spesso su uno ad asse orizzontale. Ma il mercato del minieolico st mutando e ampliandosi molto velocemente per cui non è detto che le differenze di prezzo rimarranno tali a lungo.
    Inoltre, se le condizioni riscontrate sono di esclusiva bassa velocit del vento con giornate di forti raffiche, un eolico ad asse orizzontale non produrrebbe quasi mai niente, mentre con l’asse verticale si sfrutterebbero sia i deboli venti che le raffiche disordinate.

    L’installazione
    In alcune regioni d’Italia (Puglia e Toscana ad es.), per l’installazione di questi mini-impianti non occorrono permessi ma una semplice denuncia di inizio attivit (DIA). Conviene comunque chiedere sempre nel comune di residenza (soprattutto se si monter su palo con fondazione), per non incorrere in spiacevoli sanzioni. In linea di massima non dovreste trovare (per impianti < 20 Kw) problemi o limitazioni particolari.

    Assicurati di avere tutti i permessi, decidete il posto migliore dove effettuare l’installazione. Per piccole potenze, diciamo fino a 1-1,5 kw (onde evitare problemi di vibrazioni), potete installare l’impianto direttamente collegandolo alla casa tramite palo da agganciare alla struttura portante (vedi foto laterale). Per potenze superiori è obbligatorio montare il generatore su palo che necessiter a sua volta, di una piccola fondazione in cemento. Tenente in considerazione che il costo del palo non è basso (15-20% del costo finale), per cui non scordatelo nel preventivo di spesa.

    L’energia che l’impianto produrr andr resa fruibile. Questo si può fare con tre soluzioni principali:
    1) uso stand alone (non in rete);
    2) uso on grid (in rete);
    3) utilizzo diretto tramite resistenza elettrica o distribuzione meccanica o idrolisi.

    1) L’uso stand alone è applicato per piccole potenze (fino a 1 – 3 kw) e prevede l’utilizzo di batterie o gruppi di accumulatori che vengono ricaricati quando c’è vento e possono poi alimentare utenze a corrente continua a 12 o 24 volt.
    2) Vi è però anche la possibilit di inserire direttamente in rete l’energia prodotta. Tramite un inverter si può collegare l’impianto alla rete (almeno 1 Kw) e usufruire del servizio di “scambio sul posto”. Facendo montare dal fornitore elettrico un contatore bidirezionale, grazie al D. legislativo n.387 del 29 dicembre 2003, potrete cedere alla rete la vostra produzione da fonte rinnovabile (per impianti con potenza non superiore a 20 Kw), e usufruire della normale elettricit nelle ore e nei giorni in cui l’impianto non riesce a coprire la domanda. Alla fine dell’anno si far un conguaglio fra energia prodotta e quella acquistata, pagando solo l’eventuale differenza (net-metering).
    In questo modo ci si può ripagare la spesa per l’aerogeneratore attraverso l’acquisto “evitato” di energia elettrica.
    3) Un’altra opportunità, che non richiede alcuna trafila burocratica, è quella di utilizzare direttamente l’energia eolica per riscaldare una serpentina elettrica per il riscaldamento dell’acqua andando a risparmiare su acqua sanitaria e riscaldamento (il costo maggiore che sosteniamo in casa!). Oppure, se vicino casa non potete installare la turbina ma avete un terreno agricolo, potrete utilizzarla per pompare l’acqua del pozzo in un serbatoio. O ancora, ma questo solo per casi eccezionali, potreste utilizzare l’energia ricavata per effettuare idrolisi dell’acqua ottenendo ossigeno e idrogeno che potrete accumulare e utilizzare per svariati utilizzi (in futuro potreste alimentarci delle fuell cell per auto o appartamento).

    Come vedete, le soluzioni per sfruttare al meglio e in ogni condizione l’energia pulita di un impianto eolico non mancano. Andiamo allora a vedere che modelli offre il mercato e a che prezzi.

    Compriamo il generatore
    In generale il costo per un impianto eolico per uso personale (3-10 Kw) ad asse orizzontale può essere così suddiviso:

    Impianto a batterie Impianto connesso in rete
    Turbina 46% 59%
    Torre 15% 17%
    Batterie 18% –
    Installazione 21% 24%

    Sempre per queste potenze si può prevedere un costo medio al Kw, tutto incluso, considerando un installazione di normale difficoltà, di circa 4.000 euro.
    Inoltre bisogna considerare che, in genere, un impianto allacciato in rete costa un 10-15% in meno di uno pari potenza con batterie.
    Per impianti ad asse verticale, purtroppo i prezzi salgono parecchio andando a toccare cifre intorno ai 6.000 euro/Kw

    Per avere un’idea di quanta energia potremo andare a realizzare in un anno vi inserisco la seguente tabella riassuntiva.

    Potenza installata/Velocit vento 4 m/s 5 m/s 7 m/s
    750 watt 184 Kwh 358 Kwh 892 Kwh
    1 Kw 247 Kwh 481 Kwh 1200 Kwh
    3 Kw 743 Kwh 1443 Kwh 3.600 Kwh
    6 Kw 1800 Kwh 3.439 Kwh 8.220 Kwh

    Generatore posto su palo di 9 metri di altezza in localit a 200m slm.
    Per acquistare i generatori attualmente in Italia non esistono grosse realt di riferimento. Vi dovrete rivolgere a specialisti che coprono la vostra zona (alcune aziende le trovate su http://www.enertop.it/150_eolico.php), e che vi potranno fornire un assistenza a partire dalla valutazione del luogo d’impianto fino alla manutenzione ordinaria. Oppure potete rivolgervi a internet ove troverete grandissima variet di offerta ma stando attenti a valutare prodotti e consapevoli del fatto che nessuno vi potr seguire nell’installazione. Cosa che non è semplice come si possa supporre.
    Vi lascio con un pò di indirizzi web che effettuano la vendita e, alcuni, anche assistenza.

  3. 3 On giugno 29th, 2008, giorgio said:

    Vi lascio con un pò di indirizzi web che effettuano la vendita e, alcuni, anche assistenza.grazie.

  4. 4 On luglio 27th, 2008, Giovanni said:

    Ciao Marco, se ti puo’ interessare il GSE sta per attivare anche il conto energia per il minieolico, ho trovato questa notisia qui http://www.blogenergia.it/via-libera-al-minieolico-ecco-cosa-dice-il-gestore-dei-servizi-elettrici/ magari ti ripaghi anche la turbina e guadagni qualcosina sull’energia che produci!

    Bye!

  5. 5 On settembre 6th, 2008, silvio said:

    ciao marco,
    sei andato avanti con il tuo progetto?
    perchè non ce lo racconti?
    tanta gente, come me, sarebbbe interessata!!!

  6. 6 On settembre 12th, 2008, Romeo said:

    Visto che diversi interssati ci sono riporto qui una interessante iniziativa:
    PROVINCIA DI BOLOGNA e TAVOLO PROVINCIALE PER LA PACE

    sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008

    CORSO DI AUTOCOSTRUZIONE MICROEOLICO
    laboratorio per la costruzione e l’installazione di un generatore eolico

    Durante il corso verranno date le nozioni teoriche e pratiche necessarie per
    la costruzione di un generatore eolico ad asse orizzontale da 1 kW di picco
    sulla base del progetto di Hugh Piggot (http://www.scoraigwind.co.uk).
    Nel corso verranno presentati anche gli incentivi previsti per la produzione
    di energia eolica domestica previsti dalla Finanziaria 2008 (art. 2 comma
    145). Il generatore costruito durante il corso verra’ installato domenica 12
    ottobre a Granara (Pr).

    EX MAGAZZINO FS
    via Salvaro 17 – Pioppe di Salvaro (Bo)
    per info e iscrizioni (entro 25 settembre):
    salvaro@livecom.it tel 051/917308- 051/917430
    http://www.er-comunitaefamiglia.org

    PROMOSSO DA:
    Ass. Comunita’ e Famiglia Emilia
    Ass. Il Campanile dei ragazzi
    Centro Studi Donati
    Rete per l’autocostruzione solare
    — ———————————– http://www.er-comunitaefamiglia.org

    P.s. Se qualcuno ci andasse sarebbe graditissimo un ritorno 🙂

  7. 7 On settembre 24th, 2008, Giuseppe said:

    Salve, sono l’ing. Sciretta.
    Per chiunque volesse notizie,onsulenza o fosse interessato a investire nell’eolico, offriamo opzioni dei terreni, progetti e tutte le relative autorizzazioni per installazione di pale da un megawatt nel foggiano, zona più ventosa d’Italia.
    Se volete approfondire non esitate a scrivermi.
    Sarò comunque a Bologna per lavoro fino a metà 2009.

  8. 8 On ottobre 2nd, 2008, Gianluca said:

    Salve Ing. Sciretta.

    Chi fosse interessato ad avere maggiori informazioni come può contattarla?

  9. 9 On ottobre 12th, 2008, Emanuela said:

    Possiedo dei terreni sui quali vorrei realizzare un mini impianto eolico.
    Vorrei sapere come e cosa fare.
    Vi ringrazio dell’aiuto.
    Grazie.
    (Regione Campania-Provincia Avellino)

  10. 10 On novembre 12th, 2008, FEDERICO said:

    Ciao , io vorrei installare in Sardegna un minieolico per le esigenze di casa , ho visto che l’anno scorso abbiamo utilizzato 4.500 kw,m che cosa consigliate di fare?
    Ciao e grazie
    a chi ci si puo’ rivolgere ( provincia arzachena)

  11. 11 On novembre 17th, 2008, Mini eolico said:

    Il tetto di casa è uno dei posti meno adatti su cui installare una turbina eolica…

  12. 12 On dicembre 2nd, 2008, ROBERTO VACCARI said:

    Ho installato da 1 anno un impianto fotovoltaico da circa 3Kw.

    La mia richiesta è la seguente:
    posso installare in parallelo all’attuale impianto fotovoltaico un generatore da 0,6 oppure da 1,5Kw facendolo funzionare solo di notte o nei giorni piovosi in cui il fotovoltaico non produce?

    in sostanza vorrei fare:
    un commutatore manuale o automatico che collega alternativamente il fotovoltaico oppure l’eolico all’inverter.

    Dati tecnici principali dell’attuale impianto:
    16 pannelli Sharp NU-SOE3E da 180Wp
    Inverter Fronius IG30
    Ho il conto energia

  13. 13 On dicembre 26th, 2008, sandro said:

    Ciao a tutti.
    Ho una piccola società con cui realizzo componenti in composito.
    Visto che sono ingegnere aeronautico, ho sviluppato e sto per cominciare a produrre un generatore eolico da 6 Kw.
    La novità è che le pale sono in biocomposito.
    Il prototipo spero di tirarlo su per Marzo.
    Chi fosse interessato…..
    Grazie a tutti.

  14. 14 On dicembre 27th, 2008, Romeo said:

    Buongiorno Sandro,

    Comincia con l’inviarci qualche foto del prototipo, dicci magari in che area sei, qual è il vento minimo che lo può azionare, a che l’altezza lo hai posizionato. Tienici aggiornati e vedrai che, perlomeno, ti faremo da cassa di risonanza!!!

    A Roberto Vaccari posso solo dire che sicuramente quello che propone sarà in qualche modo realizzabile ma non penso lo si possa associare al conto energia attuale sul fotovoltaico … ci sarà probabilmente da avviare una nuova richiesta per l’eolico semprechè lo stesso possa rientrare nel conto energia …
    Mi spiace ma sono molto autodidatta ma spero che tra i commentatori ci sia qualcuno + ferrato!!!

    Saluti radiosi

  15. 15 On gennaio 23rd, 2009, Romeo said:

    Ricevo e segnalo … è in argomento:

    VIA LIBERA AL MINI EOLICO

    Con l’entrata in vigore del D.M. 18 dicembre 2008, che permette di attuare la Legge 24 dicembre 2007 n. 244 (Legge Finanziaria 2008) e della Legge 29 novembre 2007 , n. 222 (Collegato alla Finanziaria 2008) è finalmente attivo il nuovo sistema di incentivazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili che prevede l’erogazione di una tariffa onnicomprensiva (per tutta l’energia immessa in rete).

    Per gli impianti eolici di taglia inferiori ai 200kW (considerato mini eolico) viene erogata una tariffa omnicomprensiva per un periodo di quindici anni pari a 0,30 €/kWh.

    Un esempio:

    · Impianto mini eolico da 6 kWp (non richiede autorizzazioni alla Regione);

    · Costo impianto: circa 3.700 €/kWp;

    · Producibilità netta unitaria: circa 20000 kWh/anno in zona a ventosità media pari a 4 m/s;

    · Ricavi da tariffa omnicomprensiva: circa 6000 €/a per quindici anni;

    · Tempo di rientro dell’investimento: 4 anni;

    · Vita utile dell’impianto: oltre venti anni;

    Con la nuova tariffa incentivante l’Eolico di piccola taglia (sotto i 200 Kw) risulta essere, oggi, la fonte rinnovabile più vantaggiosa.

    Full Solar realizza impianti mini eolici “chiavi in mano” svolgendo gratuitamente il sopralluogo preliminare per la valutazione della fattibilità dell’impianto.

    Per maggiori informazioni contattaci.

    Luigi Geom. BIGNAMI

    FULL SOLAR

    Via Fosse Ardeatine n. 8, Ozzano dell’Emilia (BO)

    Cell. 3478674545 Fax 0513371082

    e-mail: info@fullsolar.it

    http://www.fullsolar.it;

  16. 16 On marzo 13th, 2009, luca said:

    ciao mi chiamo luca sarei molto interessato alla vendita e a l’installazione dei mini eolici.vorrei formarmi con qualche corso e magari saperne un po di piu’puoi aiutarmi?

  17. 17 On marzo 13th, 2009, giuseppe said:

    ciao luca su questo sito http://www.isesitlia.it puoi trovare qualcosa. il 26 si tiene proprio un appuntamento di formazione sul mini eolico a napoli.se hai tempo non fattelo scappare.io purtroppo faccio un pò fatica ma se vai tu poi ci farai sapere.

  18. 18 On marzo 13th, 2009, giuseppe said:

    retifica indirizzo http://www.isesitalia.it (a gliè cotì al pavarazi)

  19. 19 On marzo 22nd, 2009, Gilberto Romboli said:

    Cari amici,
    le nergie alternative “verdi” sono sempre più interessanti anche per gli investitori professionali come alcuni fondi.
    La mia società è stata incaricata di approfondire il settore e sottoponendo anche alcune concrete opportunità nel settore fino a 1 mega watt.
    Ho frequentato un corso interessante organizzato da http://www.casasoleil.it/
    corsi fatti molto bene che consiglio a tutti coloro che intendano farsi una idea più precisa delle varie problematiche.

    Segnalo inoltre un forum molto frequentato sulle energie alternative
    http://alternativenergetiche.forumcommunity.net/

    Buona navigazione a tutti…

  20. 20 On marzo 27th, 2009, RINO said:

    ottime informazioni

  21. 21 On aprile 15th, 2009, Romeo said:

    Un pò di buone notizie non guastano mai … alla faccia di chi pensa che solo il Nucleare possa creare posti di lavoro …
    http://www.aamterranuova.it/article3257.htm

    Saluti radiosi

  22. 22 On aprile 20th, 2009, antonio said:

    cerco ditte che producono microeolici ad asse verticale di potenza 1 e 2 kw.se qualcuno puo’aiutarmi lo ringrazio

  23. 23 On aprile 20th, 2009, antonio said:

    sono antonio,se qualcuno puo’ segnalarmi ditte competitive che producono microeolici di potenza 1 kw ad asse verticale,grazie

  24. 24 On settembre 16th, 2009, marco said:

    ciao,vorrei installare nel mio terreno un impianto eolico per la produzione di energia per i locali dell’azienda e poter poi collegare in rete quella in esubero.Mi trovo in Sardegna e vorrei delle imformazioni su come poter realizzare questo mio progetto.pensavo anche a poter eventualmente affitare il terreno.

  25. 25 On settembre 16th, 2009, Romeo said:

    Con tutti i commenti susseguitisi spero proprio ci sia qualcuno che sia in grado di aiutarti :-)))

    Saluti radiosi alla terra sarda ed ai suoi abitanti!!!

  26. 26 On novembre 28th, 2009, GIANNI said:

    abito e lavoro in sardegna terra DI SOLE E VENTO DAL 2000 OPERO NEL SETTORE DELLE RINNOVABILI CERCO TERRENI PER INSTALLAZIONE MINIEOLICO E FOTOVOLTAICO

  27. 27 On febbraio 3rd, 2010, Romeo said:

    Dalla mailing di Jacopo Fo:
    Il microeolico Revolutionair

    Durante la Triennale di Milano Philippe Starck, in collaborazione con Pramac, ha presentato la sua nuova linea di microturbine eoliche Revolutionair.
    Si tratta di due modelli: il primo, con una pala di forma quadrangolare, ha una potenza di 400W e costa intorno ai 2.500 euro, mentre il secondo, con pala elicoidale, ha una potenza di 1KW e un costo di 3.500 euro.
    Si tratta di aerogeneratori adatti a essere installati anche in aree urbane perche’ funzionano indipendentemente dalla direzione del vento e sono in grado di sfruttare anche i fenomeni di turbolenza.
    http://www.revolutionair-pramac.com/

  28. 28 On marzo 14th, 2010, nino said:

    Scusate sono un profano nella materia dell’eolico. Ho a disposizione un terreno nella Regione Puglia senza nessun vincolo e vorrei installare due pale eoliche ad asse orizzontale o verticale da 200 Kw. Ho chiesto in giro e mi hanno riferito che nella regione puglia basta una semplice DIA sotto al MW e non bisogna fare nessun screanig o VIA. Mi sapete consigliare se effettivamente basta la semplice DIA e se si il comune come fa ad dare l’OK sull’impatto ambientale, screaning ecc….. e su questa VIA che non so che cos’è. Gradirei una sollecita risposta Saluti e grazie per l’interessamento.

  29. 29 On marzo 14th, 2010, GIANNI said:

    salve Nino
    La Regione Puglia ha larghe vedute sulle energie rinnovabili vi invidio
    Lavoro nel settore dal 2000 nella Regione Sardegna,burocrazia e ostruzionismo sono di casa sia a livello regionale che enti locali.
    Vorrei rispondere alla tua domanda:se tratasi di un terreno agricolo,puoi installare massimo un palo da 200 kw in autoconsumo salvo normativa regionale.

  30. 30 On marzo 20th, 2010, Attilio said:

    salve servono per forza un permesso del Comune per minieoliche da 2.5 kw montate sul tetto ?
    i vivini possono farti opposizione ?

  31. 31 On luglio 13th, 2010, hh said:

    mettere una griglia con sopra delle turbine per produrre idrogeno per le barche

  32. 32 On dicembre 25th, 2010, vito said:

    scusate la mia icnoranza in materia mi affaccio adesso all energia alternativa spero che qualcuno mi risponda.io o comprato una piccola turbina dico piccola perche e piccola una 400w per poter ricaricare una batteria in aperta campacna. ci vogliono permessi

  33. 33 On marzo 13th, 2012, Fabrizio said:

    Gianni ho un terreno in sardegna di alcuni ettari ad alta ventosità e sarei interessato alla tua proposta.

  34. 34 On maggio 20th, 2012, SOSSIO said:

    Salve volevo avere informazioni sulla mappa dei venti per installare il minieolico i terreni sono situati barletta

  35. 35 On aprile 5th, 2013, Eros said:

    Salve realizziamo impianti fotovoltaici, minieolici,microeolici in tutta italia con prodotti di altà qualità se interessati scrivetemi su eros.scerbo@libero.it

  36. 36 On aprile 24th, 2013, antonio paolillo said:

    vorrei sapere il prezzo di una mini pala eolica da 25kw chiavi in mano

  37. 37 On dicembre 18th, 2013, Eros said:

    Ciao Antonio siamo su 80000 chiavi in mano

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie