Meldolesi.net

Se questo è un uomo

20th gennaio 2008

Se questo è un uomo

inserito in Eventi culturali |

Tranquilli, non intendo offendere nessuno 🙂

Semplicemente questo e’ il titolo di una “Maratona di lettura” che avremo sabato prossimo (26/01/2008) in Biblioteca Meldola.

Scrive Elena, l’ideatrice dell’evento, sulla seconda pagina del volantino:

Una catena di voci di lettori volontari di ogni eta’ legge ad alta voce le parole di un libro.

Durante il pomeriggio del 26 gennaio trenta cittadini meldolesi si avvicendano nella lettura di Se questo e’ un uomo di Primo Levi. La storia narrata diventa il testimone che i lettori si passano di mano in mano. Le loro voci che si alternano diventano la voce di chi non puo’ piu’ parlare e quella di chi, in molte parti del mondo, non puo’ ancora parlare. Leggere ad alta voce non e’ semplice.

 

Scrive Pennac:

…l’uomo che legge ad alta voce si espone completamente. Se legge veramente, allora i libri si spalancano e, in essi, dietro a lui, si riversa la folla di coloro che si credevano esclusi dalla lettura.

La maratona, unione di oralita’e scrittura, unisce il mondo dei libri a quello delle cose vissute.

Nei nostri intenti unisce un paese. I cittadini, Donne, uomini, giovani e anziani, partecipando, con l’ascolto o con la lettura, condividono una storia per condividere la Storia e consegnarla ai meldolesi di oggi e di domani.

La Memoria e’ importante perche’, ci si augura, permetta a chi vive il presente di non ricadere negli errori commessi dalle generazioni precedenti, la lettura insieme e’ importante perche’ unisce i vari lettori all’autore ed ai presenti in un abbraccio di consapevolezza. La memoria e’ la base per il progresso delle civilta’.

Mi spiace non poterci essere e leggere la mia parte assieme a mia moglie ma vi assicuro che vi pensero’ e saro’ mentalmente con voi leggendo il libro.

Grazie Elena, grazie all’Amministrazione che ha permesso questo evento, grazie a tutti i trenta lettori e grazie, soprattutto, a tutti i partecipanti che si godranno un libro senza fatica.

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il domenica, gennaio 20th, 2008 alle 7:07 am ed inserito in Eventi culturali. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 2 commenti:

  1. 1 On gennaio 27th, 2008, arnaldocuccu@alice.it said:

    Amici carissimi,
    meldolesi tutti.
    Mi dispiace
    non essere con voi.
    Partecipare
    alla lettura

    d’un libro
    è come scriverlo
    aiutando l’autore
    a far sà che le sue parole
    non vengano disperse
    nel tempo, impadronirsi

    dello spazio e viverlo
    nell’armonia
    d’un piacevole incontro.
    La vita è un bene
    preziosissimo
    cosà come lo sono i silenzi

    che invitano a meditare.
    Sull’essenza delle cose
    donateci. Leggere un libro
    è assaporare le immagini,
    i colori che nascono
    nella mente di colui che ascolta.

    Se talvolta compongo poesie è perchè
    vorrei donarvi immantinente
    le mie emozioni, cio’ ch’io
    vivo intensamente lasciandomi
    trasportare dalla corrente
    dei ricordi che abitano

    dentro la mia anima.
    Alla ricerca d’un mondo
    tutto nuovo, interamente
    nostro. Eh si! è cosà
    che ogni attimo diviene
    prezioso. In me vi è la speranza

    che, un giorno o l’altro possa tornare
    per rivedere questa terra
    ove il buon Dio ha reso
    fertile. Ricca di frutti,
    fiori d’ogni colore
    che allietano le nostre ore.

    Possa il Creatore d’ogni cosa
    e la Vergine Maria, madre
    del popolo che venerate
    a Meldola aiutarci a vivere
    gioiosamente, sempre. Vi saluto
    caramente e v’abbraccio. Tutti.

  2. 2 On febbraio 8th, 2008, Elena Zaccheroni said:

    Sollecitata da Romeo, faccio un breve resoconto in merito all’evento organizzato dal Comune e dall’ass.ne Culturale “LiberaMente” per il Giorno della Memoria 2008.
    La maratona di lettura che si è svolta presso la biblioteca di Meldola il 26 gennaio u.s. e che prevedeva la lettura integrale di “Se questo è un uomo” di Primo Levi, credo resterà un ricordo indelebile per coloro che vi hanno partecipato con la loro voce ma anche per coloro che semplicemente si sono recati in biblioteca per ascoltare.
    Credo sia importante che 32 persone -uomini (e tra questi il Sindaco, il Vice Sindaco ed alcuni assessori), donne, giovani, giovanissimi- abbiano scelto di avvicendarsi ad un leggào e con la loro voce abbiano ripercorso la drammatica esperienza di un uomo all’interno di un lager.
    Ma soprattutto credo che sia importante la scelta di dedicare un sabato pomeriggio all’ascolto attento, silenzioso, riflessivo , meditativo.
    Come organizzatrice, assieme a Claudia, Rita e Carmen esprimo un sentito grazie a tutti coloro che ho incontrato nel corso di quel lungo pomeriggio (la lettura si è conclusa alle 22,00!!!). Mi rammarico invece per tutti quelli che per i piu’ svariati motivi non hanno partecipato: credetemi, è stata un’esperienza bellissima ed intensa. Un peccato davvero non esserci stati.

    Elena Zaccheroni
    Associazione Culturale “LiberaMente”
    Meldola

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie