Meldolesi.net

Resoconto Consiglio Comunale del 28/12/2007 – Prima parte

31st dicembre 2007

Resoconto Consiglio Comunale del 28/12/2007 – Prima parte

Pur prevedendo l’inizio alle 20:30 il Consiglio ha inizio alle 20:55

Assenti iniziali: Coveri ” Petrini R. – Morelli ” Fabbrica

 

Si parte con un minuto di silenzio richiesto dal Sindaco per i successivi due morti nel rogo nell’acciaieria Thyssenkrupp e per i recenti tragici fatti del Pakistan quindi viene aperta la discussione ai vari gruppi affinche’ presentino le proprie interrogazioni o richieste di chiarimento.

Bandini: Spiega che sul sito internet del Comune ha visto pubblicata l’interrogazione di Paglia sulle reti Mediaset, il Sindaco spiega che per quella in particolare sia la richiesta che la risposta era specificatamente richiesto di pubblicarle sul sito. Bandini si chiede se si possa inserire nel sito anche altre interpellanze ma non sembra una richiesta accettata.

Pone poi due interpellanze verbali in merito alle richieste che negli ultimi due consigli Comunali ha portato all’attenzione dell’Amministrazione circa la richiesta di apertura della porta del cimitero lato area nuova della stesso ed informazioni circa le vasche presenti nell’area delle’ex depuratore iin via Fornaci. Il Sindaco spiega di avere del carteggio e che gli rispondera’ per iscritto.

Riporta poi quanto appreso da voci di popolo circa l’installazione di cassonetti dell’immondizia in via Cavour e via Roma e chiede se questo corrisponde al vero. Il Sindaco spiega che stanno valutando anche queste possibilita’ e fara’ sapere non appena ci sara’ qualcosa di piu’ concreto.

Da lettura poi dell’interrogazione per i costi di alcuni Dirigenti, poi gentilmente fornitami in copia. La disquisizione principale riguarda il fatto che le scelte di suddivisione dei fondi e dei premi per alcuni Dirigenti individuati (tre nel particolare) e sulla non perfetta liceita’ nell’attribuzione dei premi stessi.

Punto 1: Comunicazioni del Presidente

Sulla Scuola Materna il Sindaco legge una lettera pervenuta dal Presidente dell’Istituto S.Giuseppe circa la possibilita’ di fare un polo per l’infanzia presso l’Istituto; il presidente in pratica si dice disponibile a fissare un incontro a breve per poterne parlare meglio.

Viene anche comunicato un prelievo dal fondo di riserva 2.900 euri (2100 su materiale di consumo e 900 per delle iniziative culturali).

Punto 2: Regolamento per l’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili (ICI).

vice-sindaco Tesei: Verranno modificati 4/5 articoli per rendere il regolamento omogeneo fra i 4 Comuni associati in Comunita’ Montana; siccome gli articoli sono tutti stati visti in commissione la sera precedente quindi non si dilunga.

Bandini spiega che in commissione la sera precedente non si e’ potuto modificare in alcun modo quanto discusso. Cita l’articolo 21 che che e’ stato cassato praticamente in toto. Si dice sorpreso per i nuovi tetti che vengono fissati e pari allo 0,8% del gettito ICI (che va per il potenziamento dell’ufficio tributi), inoltre il 6% sul recupero dell’evasione per premi al personale, spiega che secondo lui fissare solo limiti minimi e non massimi non e’ ortodosso e richiede chiarimenti nel ribadire che secondo lui il fatto di aver cassato il vecchio articolo 21 e’ palese dimostrazione che l’Amministrazione non riesce a rispettare quanto stabilito in questo articolo. Dice che lo 0,8 % sull’ICI ordinaria e’ la % + alta rispetto rispetto agli altri Comuni della Comunita’ Montana.

Fabbrica arriva in aula alle 21:25.

 

 

 

Branchetti: Anche secondo lui si potevano discutere queste modifiche con piu’ calma e discuterne la sera prima del Consiglio non e’ troppo ortodosso. Sulle modifiche all’art. 15 il suo gruppo considera positivamente la modifica per promuovere le nuove attivita’ nei primi 5 anni di insediamento artigianale e produttiva con riduzioni dell’ICI. Sull’art. 21 effettivamente si elimina il parere favorevole della commissione trattante (parere peraltro mai richiesto fino ad ora in palese violazione ed in modo non conforme al regolamento). Un altro aspetto positivo e’ che viene formalizzata la quota per potenziamento d’ufficio rispetto alla quota da dare in premio al personale presente. Non si spiega pero’ le percentuali proposte come soglie minime rispetto alle quali riconoscere questi incentivi all’ufficio. Per lui la soglia minima non ha un senso. Siccome ogni anno la giunta deve deliberare queste percentuali il suo gruppo avanza degli emendamenti volti a togliere queste due soglie per dare ampio margine alla giunta Municipale di decidere per favorire la discussione all’interno della giunta stessa.

Ghetti: spiega che sono piacevoli i segnali per favorire le varie realta’ interessate da questa tassa ma non ci si deve dimenticare che l’ambizione del centro-destra era rimuovere l’ICI agli over 70 anni monoreddito e con pensione minima. Lui ribadisce che questo segnale sarebbe stato molto opportuno; questo mancato interessa da parte della sx e’ piuttosto inquitetante.

Fabbri: sugli over 70 secondo lui occorre valutare anche il conto in banca dello stesso; sugli incentivi mentre ritiene lo 0,2 % per il potenziamento degli uffici accettabile il 5% da suddividere fra i vari componenti gli sembra discriminatorio rispetto agli altri uffici che non hanno questa riscossione e quindi non potra’ votare a favore.

Pantoli: spiega che anche quest’anno la pressione fiscale locale non aumentera’ (unico Comune della Provincia) sull’articolo 21 spiega che Meldola aveva fatto nel ’89 una analisi con una societa’ privata che si prendeva il 30 % dell’accertato rispetto al 6 % dell’ufficio interno; questo dimostra che la scelta e’ largamente a favore dell’Amministrazione. Spiega anche che l’accertamento sulle agevolazioni agli over 70 e’ piuttosto elaborato e laddove e’ stato intrapreso e’ stato anche spesso ritirato proprio per la complessita’ dei controlli. Sulla richiesta di Branchetti spiega che lo 0,2% e’ il minimo necessario per la gestione di quell’ufficio. Comunque ammette di non aver valutato la possibilita’ di lasciare alla giunta il compito di decidere in completa liberta’.

Dopo una pausa di riflessione volta a valutare gli emendamenti del gruppo “La tua Meldol” torna la parola a Tesei che spiega perche’ non e’ daccordo con Bandini, la politica sua e’ quella di pagare tutti per pagare meno; riconosce che questo regolamento poteva essere discusso con maggior anticipo; spiega che mantenere le percentuali minime e’ condivisa e concertata anche con gli altri comuni e chiede quindi alla maggioranza di respingere l’emendamento. Si mette ai voti l’emendamento de La tua Meldola (uno per lo 0,2 ed uno per il 6%)

Per entrambi gli emendamenti l’esito delle votazioni e’ di due favorevoli (Branchetti e Pasini), con 10 contrari e un astenuto (Fabbri)

Per il punto 2 all’ODG 8 favorevoli e 5 contrari (Ghetti, Bandini, Branchetti, Pasini, Fabbri)

 

Dal punto 3 al punto 8 dell’ordine del giorno verranno discussi insieme; si parte con la presentazione dei vari bilanci iniziando dal punto 7 (che riguarda l’ISSD) per il quale il Sindaco da la parola al presidente dell’ISSD Ghetti Corrado.

Sul bilancio 2008 dell’ISSD spiega che il valore della produzione dei Servizi e’ aumentata, gli input dell’Amministrazione Comunale vengono per quanto possibile messi in pratica ed in sintesi ne richiama alcuni: contenimento tariffe, mantenimento qualita’ dei servizi, estensione e inserimento nel territorio. Si prevedono 8.400.000 euro di bilancio grazie agli ampliamenti dei servizi mensa (Bertinoro e IRST), spiega che all’IRST la mensa e’ interna e il fatto di fare menu’ personalizzati ai vari degenti e’ un’esperienza totalmente nuova. Le tariffe sono praticamente rimaste in linea (aumento di 4 euro all’anno i trasporti scolastici). Spiega che l’ISSD e’ l’esempio lampante del fatto che anche l’Amministrazione pubblica puo’ concorrere con i privati e questo e’ sicuramente pregevole ed il merito e’ di tutti i dipendenti e dei dirigenti di cui si pregia essere contornato.

Bandini: Chiede (come ogni anno) la presenza di un rappresentate dell’opposizione all’interno del Consiglio di Amministrazione dell’ISSD. Riconosce l’operato dell’ISSD e rinnova l’invito alo’Sindaco di aveve una visita almeno trimestrale di qualche rappresenstante della stessa per portare a conoscenza il consiglio Comunale dello stato di avanzamento dei lavori e del bilancio. Spiega che per l’estensione del servizio di Bertinoro pero’ la Destra voto’ contro perche’ non riteneva in grado di rispondere ad un allargamento del genere se non previo potenziamento del personale. Rileva che l’immagine uscita sulla stampa non sia stata troppo positiva per questo avvio di servizio a Bertinoro e di questo si rammarica.

Fabbri: reputa lodevoli le finalita’ ed il mantenimento degli aumenti entro il tasso ISTAT ” si preoccupa pero’ del servizio di assistenza ai degenti e della qualita’ dello stesso.

Branchetti: reputa favorevoli le convenzioni con i Comuni vicini, reputa che se c’e’ la richiesta significa che il servizio e’ buono. Chiede di tenere alte le attenzioni sulle critiche e comunque e’ favorevole agli ampliamenti delle convenzioni. Rileva comunque le segnalazioni da diversi concittadini circa le mancate qualifiche del personale utilizzato all’interno della struttura che a volte non sembra all’altezza. Ci sono numerose sollecitazioni proprio sul decadimento della qualita’ del personale; si rilevano richieste di miglioramenti delle condizioni lavorative anche da parte di alcuni lavoratori stessi. Sollecita quindi il Sindaco ad essere fermo e deciso nelle analisi. Sul bilancio rileva invece diverse voci gia’ presenti nel 2007 (e che quindi non sono state realizzate); rileva che se si riesce a fare profitto con alcuni settori e’ giusto conseguirlo proprio per re-investirlo nel continuo miglioramento del servizio stesso.

Pantoli: La relazione per lui e’ esaudiente, ritiene i servizi altamente validi e oltre a tutti anche i 183 pazienti che verranno incrementati nel corso del 2008 (14 Gennaio) di altri 14 per l’assistenza nella struttura di taluni casi particolarmente delicati. Su Bertinoro riconosce che il passaggio dei servizi puo’ generare dei problemi fors’anche per sottovalutazione di taluni aspetti. Rileva che i problemi che si hanno su taluni settori hanno anche permesso di affrontare scelte di stabilizzazione di taluni lavoratori proprio per permettere un miglioramento delle condizioni sia dei lavoratori che degli ospiti e/o fruitori del servizio.

Ghetti Corrado: riferendosi a Bandini spiega che rispetto alle 11 stabilizzazioni 2 sono sull’assistenza e 9 sono sul settore alberghiero; di cui 5 tra cuochi e aiuti. Precisa che non intende addentrarsi sulle polemiche, riconosce forse qualche leggerezza ma rileva come ultimamente i problemi sono rientrati. Sul discorso infermieri spiega che il problema e’ notevole perche’ gli infermieri sono forniti dall’AUSL, gli infermieri migliori li prende il privato perche’ in grado di riconoscere premi fuori busta mentre l’AUSL fa quello che puo’ e manda cio’ che si trova. Questo e’ un problema che tardera’ a risolversi fino a che non ci saranno altri infermieri oltre a quelli normalmente sfornati dalle varie specializzazioni. Sull’Assistenziale spiega che l’ISSD rispetta i parametri previsti, sulle persone fornite dalle cooperative spiega che l’ISSD vigila ed incide serenamente quando non vengono forniti servizi all’altezza della struttura. Il 14 gennaio partira’ l’alta qualita’ assistenziale con presenza di medico quindi anche questa sara’ un ulteriore voce positiva nel bilancio.

Alle 22:58 arriva l’assessore Morelli in aula

Venturi: sulla ripetizione delle voci di Bilancio viene spiegato che in parte sono slittati per permettere i lavori necessari per gli allargamenti ad esempio della mensa ma anche degli altri servizi. Chiede a Ghetti di portare i complimenti a tutto il personale dell’ISSD per il grande risultato che sta conseguendo

Qui’ si conclude il discorso sul bilancio ISSD.

 

Tesei per il bilancio: Spiega che il bilancio non e’ elettorale, che e’ stato difficile anche redigerlo perche’ la finanziaria e’ stata approvata solo da pochissimi giorni, si spinge anche ad un’analisi ed una serie di note positive sulla stessa finanziaria.

Spiega che il Bilancio preventivo che presentano e’ condiviso dai responsabili di settore e condiviso dalle associazioni di categoria, i sindacati, ed e’ anche stato dibattuto nelle commissioni ed ovunque. Inoltre risulta perfettamente tarato anche sul progetto del centro storico gia’ presentato alla cittadinanza.

Entrate: aliquota ICI confermata con agevolazioni estese si prevedono gettiti di 2.050.000 euro per l’ICI nel 2008, inoltre sono previsti 150.000 euro di recupero evasione; non aumenta TOSAP e tassa pubblicita’. Si prevede di spendere il 2,61% in meno sul personale, verranno comunque stabilizzate 13 persone fra ISSD e Comune (rispettivamente 11 e 2). Stanziamenti a favore della cultura aumentano, sull’ambiente si spende meno ma spiega che e’ solo apparenza perche’ la maggior quota destinata al parco di Scardavilla cambia di capitolo ed e’ per quello che la spesa in apparenza cala rispetto al precedente anno in cui ci rientravanio gli investimenti su Scardavilla.

Qui mi si e’ definitivamente scaricato il portatile quindi il resto del verbale si basa sui pochi appunti presi e spero abbia pochi errori (ore 23:45 circa)

Sul capitolo investimenti si tratta di circa 7.720.000 euro che si potranno realizzare in toto se, e solo se, ci saranno approvati gli stanziamenti regionali richiesti, saranno perseguiti alcuni accordi con i privati, ecc. Sono comunque previsti fondi per la Rocca di Meldola, parcheggi vari (fra cui spicca sempre l’area dell’ex macello), 150.000 euro per infissi delle scuole Elementari + altri fondi per gli immobili delle scuole medie, fondi per l’ex Ospedale, l’Arena Hesperia, per l’area ecologica nuova in via Fornace (stesa su 4.000 mq).

Bandini: fa un preambolo sulla finanziaria vista dal vice sindaco rammentando il film “Good by Lenin” spiegando in sintesi che la visione positiva data e’ piuttosto distorta. Torna sull’ambiziosita’ del bilancio e sul parco delle fonti che verra’ attraversato dalla nuova Bidentina, spiega che della scuola materna praticamente non si e’ smosso nulla ed invita l’Amministrazione a riflettere anche sul Nido che sta in fretta risultando insufficente alla crescita della citta’ considerando anche l’aumento dato dagli arrivi legati all’IRST.

Branchetti: Rileva la difficolta’ innegabile che sta attraversando il governo Nazionale pur con alcuni aspetti interessanti in finanziaria; si rincresce della mancata rappresentanza dei Consiglieri d’opposizione durante le commissioni di Bilancio (c’erano solo lui e Pantoli…) e ne rammenta la fondamentale importanza nel governo del Comune. Ritiene il piano di investimenti esagerato (tra questi cita anche i 4.000.000 di alienazioni previste) rispetto alle capacita’ di investimento dimostrate negli ultimi anni (non si sono mai superati i 3.000.000 di euro). Come peraltro ogni volta richiede, rinnova l’auspicio di arrivare ad un piano operativo e non una semplice “lista delle spese che sarebbe utile fare”. Spiega che una moltitudine di interventi (elencandoli brevemente) si trascinano da diversi anni in tutti i Bilanci di Previsione. Ritiene che piani contenuti e con tempistica di realizzazione fissata e certa sarebbero molto meglio individuabili e meno dispersivi. Rileva la spesa di 70.000 euro per illuminare il castello di Rocca delle Caminate e suggerisce come, prima di illuminarlo, sarebbe molto meglio renderlo fruibile. Osserva comunque positive voci previste (ad esempio l’incentivo per i nuovi impianti a metano nelle automobili a benzina pari a 600 euro). Comunque rileva fondamentale cercare il coinvolgimento dei cittadini proprio come il nuovo Partito Democratico richiede anche in considerazione del fatto che a questo nuovo partito buona parte dei Consiglieri della maggioranza si riconoscono pertanto stimola ciascuno ad adoperarsi a nuovi metodi comunicativi e nuove idee per svecchiare il modo di fare politica.

Fabbri: legge un memoriale sul nuovo bilancio in cui emerge un certo apprezzamento ed un’apertura all’operato della maggioranza che culmina nella manifestazione di voto volta all’astensione, da rilevare un intervento volto a creare un fondo per quelle famiglie che accendono un mutuo per l’acquisto della prima casa.

Il Sindaco prende la parola per difendere l’operato e la congruita’ del piano degli investimenti, spiega a Bandini che il parco fluviale esiste e che partendo da Ca’ Baccagli giungera’ fino al ponte della Barca quindi e’ inutile ritirarlo fuori ogni volta. Inoltre, in risposta a chi reputa il piano esagerato, spiega che non si possono richiedere fondi alla Regione o allo Stato se prima non si inseriscono le opere stesse nel nostro piano di investimento.

Rossi (Assessore) spiega che con la vendita delle azioni Hera si riuscira’ a coprire buona parte degli investimenti e sommando i 3.000.000 di euro degli investimenti degli anni precedenti ai 2.000.000 previsti dalla vendita di azioni Hera buona parte dei 7.000.000 circa previsti sono coperti.

Branchetti torna sulla necessita’ di coinvolgere i cittadini nelle scelte e nella predisposizione del bilancio e stimola nuovamente a perseguire nuove vie.

Tesei conclude ribadendo la bonta’ del bilancio preventivo e difendendo alcune scelte criticate cosi’ come pure fanno altri consiglieri di Maggioranza.

Si passa al voto singolo per ogni punto all’ODG:

Punto 3: Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) – Determinazione aliquote e detrazione anno 2008

12 favorevoli ” 1 Astenuto (Fabbri) e 2 contrari (Bandini e Ghetti)

Punto 4: Istituzione dell’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche. Approvazione del regolamento e determinazione dell’aliquota per l’esercizio 2008

10 Favorevoli, 1 Astenuto (Fabbri) e 4 contrari (Bandini, Ghetti, Branchetti e Pasini)

 

Punto 5: Determinazione prezzo di cessione delle aree fabbricabili da destinarsi alla residenza ed alle attivita’ produttive e terziarie (art. 172 comma 1 Let.C) DLGS 267/2000

13 favorevoli e 2 contrari (Bandini e Ghetti)

 

Punto 6: Servizi a domanda individuale ” individuazione tasso di copertura in percentuale del costo di gestione anno 2008 e determinazione tariffe relative.

11 favorevoli e 4 contrari (Bandini e Ghetti, Branchetti e Pasini)

Punto 7: Istituzione ai Servizi Sociali “Davide Drudi” – bilancio di Previsione 2008 ” Pluriennale 2008/2010 e relazione previsionale e programmatica ” Proposte rette dei servizi affidati ” approvazione.

10 Favorevoli e 4 contrari (Bandini e Ghetti, Branchetti e Pasini)

 

Punto 8: Comune di Meldola ” Bilancio di previsione 2008 ” pluriennale 2008/2010 e relazione previsionale e programmatica ” Approvazione

10 Favorevoli, 3 Astenuti (Fabbri, Branchetti e Pasini) e 2 contrari (Bandini, Ghetti).

 

Questo articolo è stato pubblicato il lunedì, dicembre 31st, 2007 alle 1:31 pm ed inserito in Consigli Comunali Meldolesi. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie