Meldolesi.net

Resoconto Comitato Mensa Meldolese del 19/12/07

23rd dicembre 2007

Resoconto Comitato Mensa Meldolese del 19/12/07

inserito in Comitato Mensa |

Questo e’ un mio resoconto che, elaborato ed eventualmente corretto/integrato dalla responsabile del servizio Mensa verra’ distribuito inviandolo a tutti i genitori dei bambini dei plessi scolastici meldolesi, dal Nido alle Medie. Spero che, come sempre riusciremo a far crescere la consapevolezza che siamo quello di cui ci nutriamo. Ricordate che non serve necessariamente avere attualmente figli che mangiano a scuola per interessarsi di questi argomenti, se gettiamo buone fondamenta anche i nostri nipoti ne trarranno beneficio ed eventualmente anche noi quando andremo a finire i nostri giorni all’ex ONPI (Cosi’ lo conoscete meglio… :-)))

Presenti (in grassetto le insegnanti): Ghetti Corrado – Milillo Maria Alfonsa – Gordini Verdiana ” Marchi Erica – Amadori Domenica ” Briccolani Paolo ” Malpedi Mirna (in sostituzione di Ranieri Vanni) ” Bertaccini PaolaGuarisco Biancorosa ” Venezia Pietro – Agostini Renzo ” Giunchi Romeo – Rubboli Roberta – Naldini Achille – Tatoy Thess ” Aglietti Rita ” Peron Paola

Il Presidente inizia spiegando ai membri le recenti polemiche apparse sulla stampa locale circa l’operato dell’Istituzione Drudi quale nuova fornitrice di pasti delle scuole di Bertinoro.

Spiega che si e’ avuta anche un’ispezione AUSL recentissimamente (18/12/07) in cui i vari giudizi sui vari aspetti sia all’IRST (pertinentemente ai locali mensa) che nei locali cucina presso l’IRST stessa ed e’ risultato tutto “favorevole” (massima valutazione prevista) e ne e’ stata fornita copia. E’ stato anche accennato che la stessa ispezione e’ stata fatta anche a Bertinoro ed invece li’ l’AUSL ha dichiarato migliorabile lo stato dei locali (quindi di competenza dell’Amministrazione Comunale di Bertinoro) e tutto il resto rilevato “favorevole” .

Il Presidente passa poi la parola a Milillo per spiegare sia il progetto interdisciplinare che l’avanzamento del pasto bio ed eco-compatibile.

Milillo spiega velocemente la nuova convenzione con il Comune di Bertinoro, spiega che questo creera’ occupazione ed infatti sono previsti a breve dei concorsi pubblici per le assunzioni in cucina e questo e’ un grande risultato indipendentemente da chi vincera’ i concorsi e dalla sua provenienza. Spiega anche il pasto bio ed eco-compatibile e la filosofia che ci sta dietro per portarne a conoscenza i nuovi componenti. Sottolinea come ora, con Bertinoro, sono tre i Comuni che insieme incidono sulle scelte e sull’organizzazione della cucina dell’IRST (Civitella, Bertinoro e Meldola) e come questo impatti favorevolmente sull’indotto locale.

Spiega anche che nella cucina centralizzata dell’ISSD cosi’ come in ogni cucina domestica gli errori sono fisiologici e stimola il mantenimento dell’ambiente collaborativo che fin qui ha contraddistinto il rapporto con i vari attori coinvolti in modo da limitarli il piu’ possibile. E’ proprio grazie a questa collaborazione ed alle segnalazioni che provengono dalle Scuole che proprio oggi ha stabilito con i cuochi una nuova modalita’ di cottura del pesce (steso sul tegame e non piu’ arrotolato che implicava una non perfetta cottura di alcune porzioni centrali nel pentolone). Si vuole sicuramente incrementare questa collaborazione venendo incontro alle richieste comunque sempre nel massimo rispetto della spesa aggiuntiva che consegue ad ogni singola richiesta ed alla valutazione del Comitato mensa.

Sottopone poi alla valutazione dei componenti un nuovo regolamento che riguarda specificatamente oltre alla mensa anche l’educazione alimentare; a questo sopo si decide di nominare una commissione esecutiva che valuti il nostro attuale regolamento e lo integri con questo nuovo in modo da allargare i compiti del Comitato mensa anche all’educazione alimentare. La commissione viene composta da: Milillo ” Venezia ” Bertaccini – Guarisco – Giunchi ” Venezia ” Agostini ” Peron che si troveranno entro Gennaio per portare al prossimo comitato mensa le risultanze del loro lavoro.

Siccome anche nell’ultimo incontro del comitato mensa dell’anno scolastico 2006/2007 era stato deciso di organizzare un incontro volto alla diffusione dell’operato del comitato mensa e, soprattutto, all’educazione alimentare viene precisato che questa organizzazione ha subito un rallentamento a causa di impegni sull’avvio del servizio a Bertinoro ma viene deciso che comunque la commissione di cui sopra cerchera’ di gettare le basi anche di questo incontro per cercare di organizzare tutto per la prox primavera. Milillo a questo proposito sottolinea che la formazione delle persone (non solo dei componenti del comitato mensa) ma anche dei genitori, degli insegnanti e della collettivita’ e’ fondamentale.

Spiega che le ditte hanno recentemente richiesto aumenti medi del 28% sulla fornitura di generi alimentari e per questo motivo si e’ pertanto scelto di rifare le gare per valutare meglio i prezzi nel tentativo di non aumentare i costi del pasto di quantita’ sensibili.

Spiega comunque che diversi alimenti sono stati analizzati microbiologiche di laboratorio, analisi poi messe a disposizione e sulle quali comunque non si evince nulla: Fesa di tacchino; passata di pomodoro; carne bovina, ecc..

 

 

 

Sul pesce, che recentemente e’ stato criticato, Milillo ha fatto eseguire altre analisi con esami microbiologici che sono risultati idonei, spiega che il problema e’ sul gusto e’ difficilmente “analizzabile” con test di laboratorio. Illustra che inizialmente si dava solo Halibut ma con gli aumenti che ha subito si e’ passati al Pangasio che aveva le stesse caratteristiche ma dopo pochi utilizzi ai pasti, a seguito delle segnalazioni, si e’ smesso immediatamente di approvigionarlo e di utilizzarlo e si e’ tornati alla Platessa all’halibut ed al palombo (viene confermata la provenienza dell’halibut dal Vietnam). Nella nuova gara comunque si dissocera’ il pesce dal resto verdura, questo per poter avere una fornitura piu’ mirata e valutare anche la possibilita’ di forniture di pesce del nostro mare adriatico.

Sul pesce si inserisce Pietro Venezia che spiega che ha fatto alcune ricerche sia sui pesci che vanno per la maggiore che per i pesci locali. Spiega che a Cattolica una scuola sta dando il pesce dell’adriatico quindi la proposta sarebbe di andare a vedere come fanno cercando di carpire le loro modalita’ visto che le linee guida attualmente non prevedono le forniture locali pertanto occorrera’ studiare bene come si comporta questa scuola di Cattolica. Comunque invieremo qualche componente a vedere come opera, Milillo e Venezia i piu’ accreditati.

 

Sempre Venezia spiega che Meldola (con Bertinoro, Civitella, seguita poi da Forlimpopoli, Cesenatico muoveranno 210,000 euro/anno per la verdura e frutta locale. L’Universita’ Bicocca di Milano sta avviando un’analisi per capire la riduzione di anidride carbonica che si ottiene con questo atteggiamento virtuoso, e’ loro intenzione effettuare una valutazione globale dell’impatto della verdura e frutta locali. Suggerisce anche di creare un’entita’ ad hoc volta a valutare come operativamente recuperare i maggiori costi delle forniture biologiche locali magari con semplici accorgimenti per recuperare degli sprechi energetici degli edifici pubblici (alla fine dell’incontro una delegazione decide di andare a parlarne con gli Assessori competenti). Con la collaborazione dell’Universita’ si valutera’ anche se sono fattibili riduzioni delle tasse. Si vorrebbe anche cercare di proseguire quanto iniziato anno scorso con le classi prime in modo che nell’arco dei 5 anni di elementari possano passare dal campo al ciclo finale dei rifiuti; a questo proposito siccome Hera ha proposto di far visitare i nostri bambini al centro di compostaggio di Cesenatico le maestre presenti valuteranno e stimoleranno le colleghe ad inserire queste uscite didattiche nella programmazione a venire. Spiega che con il recente sciopero dei camionisti anche la mensa stava per rimanere senza nessun genere alimentare che non fosse verdura e frutta quindi la scelta del locale e’ stata ulteriormente rafforzata! Sempre Venezia spiega che la pregiata “carne romagnol” sta attualmente finendo per lo piu’ a Roma attualmente, inoltre suggerisce che basterebbe acquistare l’animale intero o parte dell’animale intero per risparmiare notevolmente sul costo della carne stessa. Milillo spiega che la carne utilizzata e’ IGP e che si deve comunque rispettare le regolamentazioni dell’AUSL che prevedono nei cinque pasti settimanali: formaggi, pollame, pesci, carne rossa, piatto unico con legumi; chiaramente queste suddivisioni vanno rispettate nella settimana.

A breve andranno (Milillo e Venezia) al Provveditorato Provinciale per richiedere l’inserimento dell’educazione alimentare obbligatoriamente in tutte le scuole. Milillo anticipa che assieme a questo verbale verra’ inviato a casa anche un opuscoletto in cui si spiega la composizione del pasto per cercare di spiegare le scelte che sono state fatte motivandole opportunamente. Inoltre viene riportata una recente “voce di corridoio” che riguarda alcune settimane addietro circa un pasto a base di frittata che sembra abbia diffuso alcuni casi di vomito fra i bambini; siccome proprio io (Romeo) ne ho parlato anche con le maestre della classe di mio figlio minore, le stesse mi hanno rassicurato che in una loro classe anche due bambini che mangiano a casa hanno avuto gli stessi episodi di vomito pertanto si deve chiaramente escludere il cibo della mensa dalle possibili cause ed additare magari qualche virus passeggero. Milillo spiega comunque che l’uovo utilizzato per le frittate e’ pastorizzato quindi di per se un alimento molto sicuro.

 

Le insegnanti delle elementari hanno alcune richieste:

  • lamentano la non puntualita’ dei pasti alle elementari che in diverse giornate ha scombussolato la programmazione didattica e costretto ad interessare anche i bidelli all’accoglienza dei bambini che tornavano dal pranzo a casa visto che la classe era ancora in mensa. Milillo spiega che l’inconveniente e’ stato risolto. Verdiana spiega come al Nido se alle 12:20 non sono arrivati i pasti loro telefonano immediatamente e proprio per questo le anomalie vengono subito ripristinate.
  • Si richiede di valutare, nella turnazione del menu’, le classi che hanno i tre rientri in quanto succede che per quelle classi si abbiano turnazioni del menu piuttosto ripetitive. Nell’ambito del possibile (difficile considerare una mole cosi’ ampia di variabili visto che anche i rientri non delle varie classi hanno diverse giornate) si cerchera’ di tenerne conto.
  • Si lamenta la frequente presenza di carote ma viene spiegato che la stagione (ghiacciate ed altro) puo’ influire sulle verdure ordinarie mentre le carote hanno resistenza maggiore anche se difficilmente si e’ superato le due volte la settimana.
  • Viene segnalato che il primo va per la maggiore ed i bis di pasta portano ad un maggiore scarto del secondo. Sugli eventuali bis di pasta Milillo spiega che ribadira’ alle inservienti che si deve mantenere veramente limitata.
  • Viene sollecitata maggiori giorni con pasta in bianco (in genere piu’ gradita) e piu’ pasta nel passato di verdura (che altrimenti finisce in buona parte nel bidone). Milillo prende nota ma spiega che e’ fondamentale non pensare di stravolgere il menu’ in quanto … delicato equilibrio trovato e su cui anche la AUSL decide.

In merito a questi interventi delle maestre viene proposto di incontrare almeno due volte all’anno le maestre sui problemi della mensa direttamente da Milillo e qualche componente del comitato cosi’ da discutere insieme le varie proposte e valutarle congiuntamente, non per sminuire il preziosissimo lavoro delle rappresentanti degli insegnanti nel Comitato Mensa ma per estendere le modalita’ lavorative dello stesso e curare la fondamentale collaborazione che deve legare i vari “attori” nei distinti compiti.

Si ribadisce che sul blog http://www.meldolesi.net nella categoria “Comitato Mens” e’ possibile visualizzare gli esiti delle analisi e delle visite citate, interagire direttamente e commentare apertamente cosi’ come e’ possibile telefonare all’ISDD per ottenere chiarimenti al 0543/499920.

Verso le 20:00 finiscono i lavori del Comitato

Questo articolo è stato pubblicato il domenica, dicembre 23rd, 2007 alle 5:25 pm ed inserito in Comitato Mensa. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie