Meldolesi.net

Droghe: quali politiche socio-sanitarie – immagine & immaginario

16th dicembre 2007

Droghe: quali politiche socio-sanitarie – immagine & immaginario

Grazie a Claudio e alla sua instancabile opera ricevo e volentieri pubblicizzo, e’ un’iniziativa pubblica aperta a tutti ed e’ vicinissima … che altro serve?

Conoscere significa capire e capire forse aiuta a prevenire!

 

Un articolo puo’ cambiare la vita di un ragazzo. Un giornalista ha cambiato la vita di un ragazzo.
Una notizia a cui nessun giornalista, in una grande citta’, avrebbe dedicato piu’ di qualche riga, si e’ trasformata invece nello scoop, nella grande notizia, che e’ stata pubblicata su diversi quotidiani. I fatti: giovedi’ 5 luglio Alberto Mercuriali viene trovato in possesso di una “modic” quantita’di hashish. Domenica 8 luglio Alberto Mercuriali e’ finito sulle prime pagine di alcun quotidiani locali.
Lunedi’ 8 Luglio Alberto Mercuriali si e’ ucciso col gas di scarico della propria auto.a’‚»

[IL GIORNO IN CUI LA NOTTE SCESE DUE VOLTE – http://amicidialberto.blogspot.com]

A seguito del “manifesto in memoria di Alberto” si e’ aperto, in tutto il Paese, un dibattito civile sul ruolo dell’informazione nei confronti delle tematiche legate ai giovani e alle droghe … lunedi 17 dicembre p. v. la citta’di Forli’ ospitera’, alla mattina, un convegno scientifico organizzato dall’Universita’di Bologna e, nel pomeriggio una conferenza divulgativo-didattica, rivolta sia agli studenti delle scuole medie superiori sia alla cittadinanza, organizzata dal comitato “amici di Alberto” in collaborazione con Sert Ausl di Forli’ (patrocinio richiesto), il sindacato CGIL nazionale, il CNND “coordinamento nazionale nuove droghe” e l’associazione studenti universitari Koine’, alla sera un concerto di gruppi giovanili locali.

DROGHE: LEGALITa’& MASSMEDIA – IMMAGINI & IMMAGINARIO

FORLi’ 17 DICEMBRE 2007

DROGHE E MASS-MEDIA: QUALI POLITICHE SOCIO-SANITARIE?

ore 10,30 Aula Magna, Corso della Repubblica, 88 ? Forli’

Saluti delle Autorita’

  • Pier Ugo calzolari, Magnifico Rettore dell’universita’di Bologna
  • Nadia Masini, Sindaco del Comune di Forli’

Presiede e introduce

  • Prof. Costantino Cipolla – Universita’di Bologna, sede di Forli’

Intervengono

  • Un rappresentante dell’associazione Amici di Alberto
  • Michele Marangi – Media Educator, Torino
  • Angelo Villini – Avvocato, Dott. di ricerca in Criminologia, Univ. di Bologna
  • Gerardo Bombonato – Presidente Ordine dei Giornalisti Emilia-Romagna
  • Claudio Cippitelli – Presidente Coordinamento Nazionale Nuove Droghe

Dibattito

Conclude
On. Paolo Ferrero – Ministro della Solidarieta’Sociale

ore 15-18 Salone comunale, P.zza A. Saffi – Forli’

DROGHE: IMMAGINI E IMMAGINARIO – un percorso multimediale di lettura e conoscenza

introduce
Dr. Edoardo Polidori – SERT – Ausl di Forli’

Interventi:

  • Il giorno in cui la notte scese due volte video-memoria a cura di “amici di Alberto”
  • Michele Marangi – Media Educator, Torino
  • Giuseppe Bortone – resp. Settore tossicodipendenze CGIL nazionale
  • Claudio Cippitelli – Presidente Coordinamento Nazionale Nuove Droghe

ore 21-23 Ex-machina, V.le Spazzoli, 51 – Forli’

IL SILENZIO DEL RUMORE concerto in memoria di Alberto
dj marchino
silky foot

L’iniziativa e’ organizzata e patrocinata da
AMICI DI ALBERTO
ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITa’€ DI BOLOGNA – Facolta’di Scienze Politiche “Roberto Ruffilli” – Polo Scientifico-Didattico di Forli’
SERT Ausl Forli’
Comune di Forli’
CGIL nazionale
CNND – Coordinamento Nazionale Nuove Droghe
Koine’ – Associazione universitaria
Ufficio Regionale Scolastico per l’Emilia Romagna – Ufficio Scolastico Provinciale di Forli’-Cesena

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il domenica, dicembre 16th, 2007 alle 10:35 am ed inserito in Eventi culturali, Famiglie & bambini, Giovani Meldolesi, Salute. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 2 commenti:

  1. 1 On dicembre 18th, 2007, arnaldocuccu@alice.it said:

    Carissimi meldolesi, tutti. Salute a tutti e auguri vivissimi d’ogni bene.

    Come, in una sequenza filmica, presento questa mia poesia inerente il mondo della droga. Seppure io non ne conosca alcuna. Mi è stata suggerita dalle notizie che appaiono, talvolta, sui quotidiani. Nelle edicole tinte di verde. L’unico verde che potrebbe notarsi nelle città ove regna, solamente, il grigio del cemento. Vi prego di pazientare un momento. S’alzi il sipario di rosso velluto. Ed entrino gli attori.

    L’ULTIMO ATTO

    Un uomo cammina nella notte, un uomo all’angolo della via. Le luci al neon della periferia. E lui vorrebbe che tu fossi già sua. Si ferma un auto ed

    una moto gialla. La invitano a salire su di quella. Quattro ragazzi e lei è sempre sola… Non le rimane
    neppure la parola. Rimane nuda innanzi a loro, nuda.

    Ha freddo e caldo nello stesso tempo. Tirano a dadi
    la sua sorte cruda. E tu rimani là¬, ragazza, nuda. Forse la prima volta, forse chissà ! Ti avevano

    invitata ad una festa. Si erano spente le luci nella
    sala mentre danzavi felice. Non lo sapevi. Tra fiumi
    di spumante e di barbera. Tu piangi ma sembra nutile

    perchè amavi il tuo ragazzo ma ora è morto. Non ti rimane che un problema ed è irrisolto. “Spegni la sigaretta e butta via la cenere”. “Che cosa ti

    rimane della vita?”. Ti chiedi. Brilla una lama là
    nella penombra. E nella sala circola la droga.
    Una iniezione ti trasforma piano piano. E senti

    scivolare quella mano. Vorresti urlare : “Non ne posso piu’… u…, almeno tu, aiutami Gesu'” Ma ridi.
    E quando da bambina non conoscevi il male. Agiti

    tutto il tuo corpo in preda ai fumi. Poi la tua immagine sale tra le stelle. Viene San Pietro e ti indica la strada. No, decisamente, il tuo posto

    non era sulla terra. Ecco: lo vedi. Ti si avvicina.
    Ti prende per la mano. Ed il tuo volto si illumina di gioia. Il tuo ragazzo viene insieme a te…

    (cala il sipario, definitivamente sull’ultimo atto)

  2. 2 On dicembre 19th, 2007, Romeo said:

    Bella rappresentazione, meriterebbe essere relamente messa in scena, forse una rappresentazione teatrale potrebbe avere una maggior presa sui piu’ distratti

    grazie Arnaldo!!!

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie