Meldolesi.net

Chilometro zero a Meldola, resoconto del 06/11/07

13th dicembre 2007

Chilometro zero a Meldola, resoconto del 06/11/07

Mi scuso per il ritardo, attendevo qualche altra presentazione degli intervenuti di quella sera ma ormai … non ci conto piu’ pertanto lo pubblico!!!

Ala fine sono andato a sentire cosa si e’ detto a questo incontro … in fondo come membro del comitato mensa mi sentivo anche chiamato in causa. Il problema principale e’ stata l’acustica che non mi ha permesso (assieme agli altri presenti) di seguire troppo di quanto veniva detto dai relatori ma alla fine, grazie al Sindaco, mi sono stati inviati diversi interventi integrali.

Il saluto e l’introduzione alla serata del Sindaco a cui c’e’ poco da aggiungere se non un grazie per il suo personale impegno, il riconoscimento che ha dato al Comitato Mensa (graditissima la sorpresa di aver offerto la cena ai membri del comitato mensa presenti) ed a Milillo in particolare. Fa suo l’auspicio che il percorso in atto sui prodotti locali nelle nostre mense, sia solo all’inizio… (magari lo vedremo in sede di bilancio preventivo del 2008 … :-))

C’e’ stato poi l’intervento del Dott. Gabriele Locatelli che mi ha colpito particolarmente per le ultime due considerazioni, quella circa l’irrazionalita’ di pastorizzare il latte per poi reinserire enzimi per poterlo far caseificare … e quello sui macelli pubblici che risultano indispensabili nelle comunita’ montane per ottenere la filiera corta. Questi macelli per norma si dovrebbero mantenere in essere per tenere in vita settori in crisi proprio come l’allevamento estensivo in collina ma che, sempre per norma, non si possono in alcun modo incentivare economicamente (sempre in vistu’ della famosa comunita’ europea). Merita l’accenno anche il suo impegno nel voler etichettare le materie prime alla fonte per avere una maggiore consapevolezza di cio’ che consumiamo.

Ci sono punte del 46% di terreno agricolo in Italia. L’agricoltura per essere piu’ razionalizzata richiedeva la centralizzazione.


Mazza della Coldiretti: Riconosce l’auspicio di una serata come questa; spiega come la Coldiretti si sia impegnata sul fronte del riconoscimento della vendita diretta presso gli agricoltori. E’ stato ottenuto tanto da Coldiretti ma ancora manca l’ultimo passettino che non permette di riuscire a far fare reddito all’Azienda agricola. Nonostante la crisi agricola che c’e’ stata nel 2004 rammenta come al produttore la frutta costava 17 centesimi mentre al consumatore nei supermercati costava 1,20 euri. Riflette sul fatto che si vuole far passare all’agricoltore la colpa dell’aumento dei costi mentre andando a guardarci la maggior parte del costo non va assolutamente al produttore. Meldola ha fatto un esperimento all’avanguardia mostrando che i produttori locali potevano nutrire direttamente i bambini e sprona l’Amministrazione ad avere il coraggio di andare avanti ed estendere questa esperienza.

Dott. Ravaioli: Illustra il programma di sviluppo rurale 2007-20013 presentando le opportunita’ per il sostegno della filiera corta. Il programma prende il via dal programma europeo.

Spiega come, se si riescono a superare le conflittualita’ tra enti ed associazioni e riusciamo a spendere soldi per il presidio del territorio allora avremo ottenuto un grande risultato. Per dare una mano al territorio e’ fondamentale pretendere che i prodotti che sono sulla tavola siano del territorio proprio per garantire un futuro al settore agricolo; non si puo’ continuare a perdere addetti in agricoltura. La CIA ha fatto un opuscolo “La Spesa nel campo”ť proprio per portare a conoscenza di questa cosa.

E’ la volta della Mililloo: mostra delle foto di Scuola e della Cucina, spiega che i bambini hanno collaborano con i grandi per la preparazione dei pasti. Elogia il comitato mensa che non e’ partito tanto chiedendo ma … facendo.
Spiega l’attenzione alla formazione che e’ stata fatta sia al personale che agli insegnanti che ai genitori.
Spiega i pasti differenziati che vengono fatti per i vari plessi scolastici, e non solo relativamente a Meldola (con i pasti domiciliari, l’ISDD, l’IRST, il 118, ecc.) ma anche ai comuni vicini: Civitella, Bertinoro.
Da 800- 900 pasti dell’inizio si e’ passati a 1700 pasti al giorno.
Se Meldola e’ stata capace ad attuare il km zero e altri ci credessero e seguissero l’esempio si chiede che indotto potremmo dare al nostro territorio. Questo non fa stare meglio solo l’agricoltore, ma anche tutta la cittadinanza. Nel 2007 rispetto al 2002 il costo del biologico e’ calato e la scelta di avere produttori locali e di acquistare direttamente puo’ ulteriormente farlo calare.

Spiega poi l’incidenza delle voci che compongono un pasto:

  • Alimentari 35%
  • personale 47%
  • Utenze varie 18%

Attualmente il costo pasto scolastico di Meldola e’ 4,10euro e mostra come, dal 1996 e’ aumentato solo del 7%

Spiega come nel 2005, se si fosse attivata la prevista convenzione dei generi alimentari con CONSIP si sarebbero spesi 80.000euro in piu’ di quanto effettivamente speso.

Spiega anche come estrapolando i dati di alcune settimane di peso dei rifiuti organici prodotti nel ciclo dalla mensa alla tavola, a Meldola si arivino a produrre circa 15 quintali di rifiuti organici negli 8 mesi di scuola.

Se posso permettermi un parere personale sul finire vorrei fare un appunto: a questo convegno si e’ mangiato veramente bene (menu’ a base di carne quindi non adatto ad un vegetariano ma ho visto il gradimento dei presenti…); mi auguro che i vari prodotti fossero effettivamente locali, gia’ il fatto di scriverne la provenienza non sarebbe stato male. L’acqua minerale in bottiglia proveniva da Brescia (Fonte Tavina) e questo e’ un per me grave neo … si puo’ migliorare utilizzando quella che usano i nostri figli (quella dell’acquedotto filtrata).

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il giovedì, dicembre 13th, 2007 alle 7:55 pm ed inserito in Alimentazione giusta, Comitato Mensa, Virtuosismi possibili. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie