Meldolesi.net

Una meldolese in Russia

29th novembre 2007

Una meldolese in Russia

inserito in Senza categoria |

Corinna manda una bella mail a tutti i suoi amici che mi autorizza a pubblicare e lo faccio con estrema gioia. Punti di vista diversi da una ragazza veramente coraggiosa che dimostra la sua maturita’. Grazie Cory e … tieni duro, siamo tutti con te!!!!

Ciao a tutti,
vi scrivo in ritorno dal mio viaggio in Russia e vi scrivo ora poiche’ sono fresca di ricordi ed emozioni.
E’stupefacente come ti ricarica un viaggio!

Sono andata in Russia con 1 mia amica con un viaggio organizzato dall’Universita’. Siamo stati a Mosca (Cremlino, Piazza Rossa, Mausoleo di Lenin…) molto carina e a San Pietroburgo (Hermitage, Palazzo di Caterina, milioni di altri Palazzi, Regge imperiali invernali, estive… musei, fortezze e poi il tour di Dostoevski. Stupendo abbiamo ripercorso tutto il tratto che Raskolnikov fa per uccidere la signora e i luoghi dove a vissuto lo scrittore, per chi ha letto il libro Delitto e Castigo la cosa e’ facile da capire (bellissimo! Veramente, la nostra guida poi e’ stata eccezionale eravamo li’ tutti che vivevamo le cose che ha vissuto lo scrittore, nel tour abbiamo letto parti del libro, un sacco emozionante) mamma mia ma ci pensate e fare una cosa del genere in Italia, sarebbe spalato!

HO anche preso la metro con i miei amici ed e’ la metro piu’ profonda d’Europa, pensate che dentro la metro e’ proibito fare le foto perche’ ogni metro station puo’ diventare in caso di necessita’un rifugio contro i bombardamenti… incredibile. Poi abbiamo anche fatto un tour per un quartiere particolare della citta’(il quartiere Kirov (credo sia questo il nome) ) e la guida ci ha mostrato tutti i palazzi del Regime staliniano per il popolo. Questo quartiere era un modello che Stalin aveva costruito con l’Idea di costruirne tanti in tutta la Russia (tipo una comune) e c’erano le scuole pubbliche la pianta dell’edificio era a forma di falce, il palazzo della cultura (per dirigere tutto cio’ che era culturale, per far vedere alla gente solo quello che voleva il regime), un cinema, palazzi per il popolo costruiti tutti uguali secondo l’architettura funzionalista. Ovviamente simboli con falce e martello ovunque, e molte altre cose.
Il fatto e’ che Stalin non ha mai costruito altri quartieri come questo, per il popolo, era una delle tante promesse mai mantenute. Ho veramente visto il totalitarismo russo che a veramente poco di diverso da quello tedesco, italiano o spagnolo!

Ma San Pietroburgo e’ anche altro, c’e’ la Russia degli zar… dove troviamo anche 2 donne al potere tra cui Catarina 2^ che ha regnato per 30 anni apprtando un sacco di innovazioni soprattutto culturali. L’architettura costruttivista, lo stile impero e io barocco russo…bellissimo. Vi giuro a me non piace il barocco ma quello russi e’ elegante…incredibile. Vorrei sottolineare il fatto che l’80 % delle costruzioni sono state fatte da architetti italiani. Uno molto famoso in Russia e Bartolomeo Rastrelli, che in Italia e’ praticamente sconosciuto, ha un gusto sublime. Lui ha costruito l’80% del famoso palazzo di Caterina (1 ora da S.Pietrob.) e un sacco di palazzi nella citta’mentre a Mosca la Cattedrale di San Basilio e’ stata fatta da un altro italiano di cui ora non mi sovviene il nome.

S.Pietrob. mi e’ piaciuto un casino, veramente, poi abbiamo respirato il clima teso delle elezioni, manifestazioni anti-Putin in corso etc… gran bel viaggio. Poi ce’ra il fiume Neva (che attraversa la citta’) che era ghiacciato e vi giuro che sembrava di vedere il mare nel quadro di Fridriech “Il naufragio della Speranz” mi ha colpito un casino, anche dopo piu’ di 1 anno in Finlandia non avevo mai visto una cosa simile.

In Russia ho trovato molto di quello che ci si aspetta dai russi ma anche una Russia aperta all’Europa, soprattutto S. Pietrob e in evoluzione. Purtroppo ancora non ce’ la democrazia come la intendiamo in Europa ma molto e’ stato fatto. Non so cosa pensate di Putin ma non e’ il leader liberale che vuol far credere di essere e qui mi fermo poiche’ non voglio fare politica.

Concludo dicendo che dovete visitare la Russia, e’ qualcosa di molto diverso da quello a cui siamo abituati, l’arte e’ bellissima, diversa, l’architettura e’ sorprendente, l’arte russa (Malevik, Tatlin, costruttivismo e suprematismo, il barocco russo,…) e’ qualcosa di unico come lo e’ il Rinascimento Italiano.

Buona giornata e ricordate di viaggiare anche fuori dalle solite mete turistiche,

Cory

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il giovedì, novembre 29th, 2007 alle 11:30 pm ed inserito in Senza categoria. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie