Meldolesi.net

Consiglio d’Istituto del 07 Novembre 2007

8th novembre 2007

Consiglio d’Istituto del 07 Novembre 2007

inserito in Consigli d'Istituto |

Cerco di riportare quanto mi sono appuntato, siamo partiti alle 18:15

  • Progetto ECDL “Scuola Media: da provetti consumatori…… a consapevoli attori”

In pratica si tratta di un corso per aver riconosciuta la patente europea del computer. Il costo e’ di circa 1020 euro e due classi Seconde di cui una aderisce con circa 8 ragazzi; i corsi si si terranno nei pomeriggi di “recupero”. Per una classe il corso e’ stato sponsorizzato dall’azienda Ceredi di Meldola (i miei personali complimenti a loro … finalmente chi, al posto di sponsorizzare sport, sponsorizza cultura…) mentre per l’altra si suddividera’ tra i vari partecipanti escludendo gli insegnanti accompagnatori. A questo punto si doveva effettuare la scelta per i Docenti che, e’ stato fatto presente, devono essere abilitati all’insegnamento e per questo alcune offerte sono state escluse.

Amos Timoncini (insegnante tecnico/pratico dell’ITC di Forli’) si e’ offerto ed avendo lo stesso curriculum di titoli e competenze degli altri, facendo specificatamente questo lavoro gia’ in altre scuole, essendosi offerto al costo orario di 25 euri (il piu’ basso rispetto agli altri) e’ stato scelto. Auspico personalmente che essendo nel programma l’analisi di un elaboratore di testi non ci si imbatta solo nel Word della potente microsoft ma si vada verso software open source (Open office mi ha dato grandi soddisfazioni nel corso che feci anno scorso ad un gruppo di genitori).

  • Attivita’ sportive scolastiche A.S.2007/08 (Scuola Media: G.S.S. – MareVolley; Sc. Primaria: Classi in movimento ” Sportiva:mente!)

I progetti dell’attivita’ sportiva fino ad anno scorso avevano costo zero e per questo motivo non passavano dall’approvazione del Consiglio. Siccome ora sono emersi alcuni problemi con gli insegnanti disponibili, si e’ scelto di spostare le presentazioni dei gruppi sportivi (che restano gratuite) generalmente al lunedi’ retribuendo gli insegnanti accompagnatori per il gruppo sportivo pomeridiano. Anno scorso anche queste ore pomeridiane erano ricomprese nelle ore del Ministero ma quest’anno sono state tagliate.
Mare Volley ha offerto dei corsi di pallavolo dalle 15:00 alle 16:15 solo maschili (al momento) ed un insegnante messo da questa Societa’ affianchera’ la nostra insegnante di educazione fisica (Prof.ssa Bertaccini). Verra’ pertanto stipulata convenzione. Anche un’altra iniziativa “Flag Football” avra’ la presenza di un insegnate esterno con la nostra prof.ssa Bertaccini per dei corsi sempre gratuiti ed anche per questa verra’ fissata convenzione.

Per la scuola primaria sono previsti, comunque come ogni anno, interventi gratuiti delle Societa’ Sportive per far provare a tutti i bambini un ampio ventaglio delle attivita’ attive nel nostro paese.
Ci viene poi spiegato che il Coni ha dei finanziamenti per le scuole primarie per l’educazione motoria quindi un insegnante del Coni potrebbe andare ad affiancare il professore. Questo progetto (che ha un suo programma ed una sua struttura definita proprio dal CONI)a’ e’ rivolto principalmente alle sole scuole primarie (elementari) e Meldola ci e’ rientrata in via del tutto eccezionale perche’ sarebbe originariamente un progetto valido per il solo Comune di Forli’. Recentemente il Coni ha pero’ posto la condizione che tutte le classi di un plesso (elementari) aderiscano al progetto pena lo spostamento del progetto stesso in un altro Comune. Per questo, siccome un/una insegnante non ha sottoscritto questo progetto (ed ha due classi) dopo un dibattito si e’ deciso che si rinnovera’ con vigore questa richiesta all’insegnante. Comunque si e’ deciso che questo progetto rientri nel piano dei progetti di Istituto che verranno quindi approvati dal Consiglio d’Istituto e che dovranno essere pertanto recepiti dai vari insegnanti.

  • Contributo volontario A.S. 2007/08: rendicontazione e utilizzo;
  • Variazioni al Programma Annuale E.F. 2007;

Ci e’ stato spiegato che e’ stata un’avventura indicibile raccogliere e fare il punto dei soldi per il contributo “volontario” e la copertura assicurativa dei vari plessi; mentre per Primaria e Materna siamo arrivati ad un discreta copertura (mancano 8 bambini della Primaria e verra’ loro comunicato ufficialmente che non sono coperti da assicurazione e non potranno fare alcun tipo di uscita didattica proprio in virtu’ di questo); alle scuole Medie invece ricostruire tutti i pagamenti e’ stato ben + complesso. E’ stato deciso che per evitare questi problemi il prossimo anno, entro giugno, si decidono gia’ le quote; ed entro il 30 settembre si deve programmare ed effettuare l’assemblea in cui si nomina il rappresentante di classe che avra’, tra gli altri compiti, quello di preoccuparsi anche di raccogliere le quote in unica soluzione. Per le Medie sembra che 6 ragazzi non abbiano ancora ultimato i pagamenti e verra’ loro riservato lo stesso trattamento sopra-espresso.

  • Sostituzione fotocopiatore presso Sc. Media ” nuovo contratto di noleggio;

Secondo i conti il contributo per la fotocopiatrice raccolto per le scuole Medie e’ 2850 euro mentre il costo dell’attuale servizio di fotocopiatura e’ 315euro + IVA per 10 mesi a cui aggiungere il saldo delle copie in piu’ rispetto a quelle rientranti nella convenzione. Siccome la vecchia macchina fotocopiatrice non funziona piu’ mentre la nuova (idonea alla mole di fotocopiatura standard annuale del plesso) costera’ 360 euro /mese + IVA appare evidente come la cassa sia sotto di 1300 euro circa che urge studiare come recuperare. Il Direttore ha fatto presente che nel 1992 il contributo era 25.000 lire ora sono 25-5,30(assicurazione) = 19,70euro a ragazzo (in questa cifra oltre alle fotocopie devono rientrare anche i materiali di facile consumo). Nel 1992 si garantivano 100 fotocopie per quel prezzo ora invece la media e’ di circa 500 copie/anno per ragazzo. Si e’ pertanto valutato un rincaro di 5 euro per il prossimo anno nella quota a carico dei ragazzi delle medie mentre per il buco di quest’anno si e’ deciso all’unanimita’ di inserire, ad ogni uscita didattica, il costo della progettazione della stessa in modo da coprire i maggiori oneri di questo nuovo fotocopiatore per coprire i costi aggiuntivi.

Varie ed eventuali.
Anno scorso e’ stato richiesto la “sperimentazione musicale” (4 strumenti di base con circa 6 ore ciascuno) per la Scuola Media, ma non ci venne concessa quindi si e’ dato mandato di rinnovare la richiesta anche per quest’anno.

Bombardi chiede se gli insegnanti abbianoa’ fatto un corso di pronto soccorso visto che lui, lavorando in Ospedale, potrebbe aiutare questa formazione; il Direttore spiega che tutti gli insegnanti lo hanno gia’ fatto tempo fa mentre a breve e’ previsto, grazie al marito di una insegnante della primaria che e’ medico, un aggiornamento anch’esso esteso a tutti gli insegnanti.

Si e’ poi velocemente accennato ad un bambino che, all’entrata mattutina alla primaria e’ riuscito senza essere visto ed e’ stato riportato da un genitore che lo ha visto; il Direttore ha spiegato che si sono organizzate le cose in modo che l’accaduto non abbia a ripetersi.

ALle 19:40 si sono chiusi i lavori

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il giovedì, novembre 8th, 2007 alle 4:02 pm ed inserito in Consigli d'Istituto. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 7 commenti:

  1. 1 On novembre 8th, 2007, Paolo said:

    L’Ecdl è uno scandalo una vergogna unsistema facile per imporre un monopolio per di piu’ a caro prezzo la rete è zeppa di critiche verso questo finto corsoche non fa altro che abituare l’utente a usare cio’ che deve essere comprato dal monopolista microsoft

    Volete farvi 2 risate leggete
    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2046666

  2. 2 On novembre 8th, 2007, age said:

    Sà, à veramente scandaloso e non à educativo abituare un ragazzo ad usare solo programmi Microsoft. Cosà si uniforma ulteriormente la “cultura informatica” e non insegniamo ai nostri figli a saper ragionare e saper scegliere!
    L’ECDL à richiesta in alcuni Concorsi Pubblici, ma nel settore privato à spesso un valido motivo per essere scartati per un’assunzione…almeno nelle aziende intelligenti.
    L’ECDL non insegna ad usare il PC, ma solo ad usare Windows (che non à l’unico e migliore sistema esistente!!!) e la suite di Microsoft Office (Word, Excel, Outlook…).
    Vi prego non fate questo ai vostri figli!!!!

  3. 3 On novembre 11th, 2007, Donatina said:

    Salve
    desideravo far notare alcune imprecisioni per quanto riguarda il corso ECDL (probabilmente chi doveva relazionare, non essendone capace e/o non conoscendo la materia ha detto cose non vere).
    1 Non era richiesta l’abilitazione all’insegnamento (l’ITP scelto non ha l’abilitazione e non puo’ conseguirla se non è laureato, altri tra i Docenti invece la posseggono)ma bensà una comprovata esperienza in corsi di informatica a vari livelli e soprattutto essere inseriti nell’elenco ufficiale esaminatori ed essere Docenti non Insegnanti Tecnico Pratici. Il signor Amos Timoncini non è iscritto nella lista ufficiale degli esaminatori AICA e non è un Docente e, a quanto mi risulta, non possiede l’abilitazione, altri invece possedevano i titoli ed hanno una esperienza maggiore e piu’ variegata in tale campo.
    2 Forse chi non conosce il funzionamento della Scuola non sa che i Docenti chiamati a tenere lezioni hanno delle tariffe prestabilite e non si possono effettuare sconti se il tutto è fatto alla luce del sole seguendo la procedura. Per maggior chiarezza un docente percepisce € 28,75 lordi ed un ITP poco piu’ di € 15,00.
    3 Volevo far notare che nel progetto è chiaramente scritto che nel primo anno si dovranno sostenere gli esami riguardanti il primo ed il secondo modulo (probabilmente non c’è stato tempo per leggere il progetto o non si è abituati a progetti presentati in questo modo, capisco le difficoltà incontrate dal Dirigente nell’indirizzare le scelte e quindi nella poca chiarezza fatta durante l’esposizione del progetto) e che solo successivamente si affronterà l’elaborazione dei testi.
    4 Chiunque vuole potrà sostenere gli esami o su piattaforma Open Source o su piattaforma Microsoft, probabilmente chi ha commentato prima non sa che esiste questa possibilità, non a caso non è stato indicato Word nel progetto ma un elaboratore di testi generico quindi, anche non Word. Preciso Word è l’elaboratore di testi di casa Microsoft.
    5 Nel progetto non è scritto da nessuna parte che si userà il pacchetto Microsoft, una lettura superficiale era già sufficiente a stabilire questo, probabilmente le critiche vengono fatte senza sapere i fatti, vi inviterei a leggere attentamente il progettto e a criticarlo, ma solo dopo averlo letto; di persone che parlano a vanvera già ce ne sono troppe.
    6 Alla fine del corso non si avrà il ricoscimento della ECDL (credo che nessun alunno la possegga già) ma il conseguimento della ECDL, chiedo perdono per la precisazione.

  4. 4 On novembre 12th, 2007, quarto said:

    Mi vien da ridere, si confonde il Dirigente con il Direttore (è già al secondo mandato nel Consiglio di Istituto e non conosce le differenze) si scrive insegniamo e poi si lamentano se i figli non ragionano, si vuole scegliere senza conoscere; com’è possibile scegliere se uno non conosce, è come parlare in inglese se non si conosce l’inglese!!!!!!! l’ECDL non insegna ad usare il PC, VERO, chi non conosce l’ECDL non sa che cos’è quindi……..

  5. 5 On novembre 12th, 2007, Romeo said:

    Finalmente qualcuno che sa esattamente tutto, mi complimento con il nostro Quarto per le pillole di saggezza che ha dispensato ma non intendo scendere nel suo modo comunicativo che non risolve nulla e nemmeno ci toglie dalla nostra ignoranza vera (la mia che al contrario di lui non ho paura ad ammettere su argomenti che non sono la mia unica ragione di vita) o presunta (quella degli altri che cita in base ad un errore che potrebbe essere imputabile anche alla battitura sulla tastiera).

    Adesso veniamo a Donatina che mi sembra che invece abbia fatto un’analisi piu’ pertinente e competente; anche un amico mi aveva spiegato che il corso non impone l’utilizzo del pacchetto office o di windows ed è questo che proprio sabato ho scritto (o perlomeno spero di aver scritto avendo reperito il suo indirizzo con google) ad Amos Timoncini proprio per chiedergli se riuscirà a basare il corso su sistemi open source. Ritengo piuttosto difficile che se l’insegnamento è su piattaforma microsoft l’esame sia su piattaforma open source.
    Mi sfugge se effettivamente è come dice Donatina perchè si facciano pervenire diverse offerte se non si puo’ agire minimamente sul costo orario che mi pare l’unica variante a parte forse qualche dispensa.

    Sul discorso del conseguimento o meno di un titolo o pezzo di carta (vogliate scusarmi l’approssimazione in termini ma è per capirci bene), per quanto mi riguarda non mi interessa particolarmente perchà a me interessa la sostanza (e cioè che vengano appresi i concetti) e poco la forma ma capisco anche e rispetto che chi paga per la frequentazione o sponsorizza questo corso abbia interesse almeno a lasciare qualcosa di concreto come un pezzo di carta nelle mani dei bambini.

    Visto che siamo andati su questa discussione, come ho peraltro detto anche in Consiglio d’Istituto, è sicuramente importante imparare ad usare il computer ma sarebbe altrettanto importante non usarlo digitando con due dita sulla tastiera (come peraltro faccio io) quindi forse sarebbe meglio partire con un bel corso di dattilografia … ma questa è notoriamente passata di moda…. strano che il nostro amico Quarto non lo abbia rilevato, lui che sa tutto!!!

    Infine apprezzo cosa siamo riusciti a tirare fuori e ne esco un poco piu’ “colto” in materia; questo mi indica che la scelta di dedicare tempo a questa attività è comunque prolifica.

    Saluti radiosi

  6. 6 On novembre 12th, 2007, age said:

    Già m’immagino una classe in cui qualche alunno vuole che gli s’insegni a usare Firefox, qualcuno preferisce Opera e la maggioranza usa Internet Explorer…e questo à solo un esempio.
    Provate ad insegnare la storia di Roma su due testi diversi…!
    Oppure, se si vuole spaziare dalla Microsoft all’Open Source, spiegatemi quanto dura ‘sto ECDL?!

    Penso che se vogliamo una PA che giri su piattaforme OpenSource (riducendo costi e problematiche di crash), forse bisogna cominciare ad educare sin dalla scuola ad usare metodi diversi per usare lo stesso strumento!
    Purtroppo, c’à tanta gente che sà à convinta che non si possa fare a meno del computer, ma quando lo accende non sa cosa farci e si riduce ad usare quei 4 programmi dello zio Bill….
    Se vogliamo che i nostri figli non subiscano bovinamente (ndr non ho niente contro mucche e affini…)quello che sembra essere l’unico modo per usare il computer….ci vuole qualcosa di diverso dall’ECDL !!!
    Ah, ho letto tempo fa su Punto Informatico che l’impostazione del “nuovo” ECDL à arrivata grazie alle proteste delle associazioni di categoria che riuniscono i produttori di software libero….
    Pero’ mi piacerebbe sapere come funziona in pratica! Se ho un figlio che vuole conseguire l’ECDL su piattaforma Linux, come s’interfaccia con il resto della classe? E l’insegnante à veramente in grado di seguire una scolaresca con cosà profonde differenze di “programma”?
    Resto perplessa, ma aperta ad interpretazioni differenti.

  7. 7 On novembre 15th, 2007, Romeo said:

    Ricevo da una conoscente che ha tutti i titoli per fare un appunto e volentieri pubblico al nostro amico ignoto:

    Gentile Romeo,
    leggo che nel blog dei “meldolesi”, laddove si fa riferimento ad un corso di informatica utilizzando programmi diversi dalla Microsoft, appare, in una risposta la parola “insegniamo” . Nella mail di risposta si polemizza sulla parola stessa e come sia stata scritta, mentre nella risposta finale si precisa che si tratta di un “errore di battitura”. Mai studiata la prima persona plurale della prima coniugazione? la desinenza è -IAMO, per cui, tutti i verbi in -GNARE alla prima persona plurale fanno -GNIAMO. Ci vuole una laurea in lettere per saperlo? Disegniamo e non disegnamo, Sogniamo e non sognamo, bagniamo e non bagnamo e cosà via. Purtroppo ad alcuni scrittori in erba farebbe bene ripassare anche un po’ di sana grammatica italiana evitando i frequentissimi monosillabi accentati e gli apostrofi dove non servono. Non ho risposto nel blog per non sembrare impertinente ma l’italiano non è un opinione!!!

    Ringrazio per la puntualizzazione che merita essere riportata. Io dovro’ ripassare un po’ di grammatica; non ho problemi ad ammettere che avevo brutti voti in quella materia … 🙂

    Adesso pero’ abbiamo finito di guardare l’unghia del dito che indica la luna … concentriamoci sulla luna che è anche romantica…

    Saluti radiosi

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie