Meldolesi.net

Sono senza parole

20th ottobre 2007

Sono senza parole

Ho letto l’articolo sul blog di Grillo, una rapida puntatina sul blog del Passatore ed alle 08:14 ho spedito questa e-mail a chi tanto si e’ prodigato per portare avanti il bavaglio all’informazione libera on-line.

Mi meraviglio veramente di questo Governo.
Ancora piu’ di persone che, completamente in linea a quanto viene loro richiesto di attuare, lo fanno senza pensare che hanno dei figli o dei nipoti che poi queste leggi le subiranno; magari pensando che le stesse possano sempre rimanere nella loro stanzina dorata senza contatti con il resto del mondo.

Almeno Berlusconi aveva il buon senso di fare leggi “ad personam” ed al massimo qualcuna “contro personam”; qua’si sta passando a leggi “contro l’informazione” e quindi contro TUTTE le persone facendo diventare il paese una bella “dittatura mediatic”.

Magari farete chiudere tanti siti ma farete anche passare la voglia di ascoltarvi a milioni di persone ed alla fine troveremo un cavillo con cui aggirare la legge ma certamente passerete come i censori dell’informazione ….

Avremo costretto alle dimissioni un condannato ma certamente ce la volete far pagare troppo cara la Vostra rivincita.

Mi meraviglio di almeno due Ministri che onestamente non pensavo potessero arrivare a tanto ma sono ben conscio che nonostante qualche defezione nelle file di una certa schiera di Parlamentari di sinistra, ci sara’ una gran parte di parlamentari di destra che appoggeranno questa iniziativa altrimenti dovrebbero tornarsene a lavorare.

Romeo Giunchi
(indirizzo)
Un contributore di un blog ai suoi ultimi articoli
http://www.meldolesi.net

Saluti radiosi

E voi che fate? gli volete scrivere a levi_r@camera.it?

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il sabato, ottobre 20th, 2007 alle 8:25 am ed inserito in Riflessioni, Suggerimenti cittadini. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 6 commenti:

  1. 1 On ottobre 20th, 2007, matteo said:

    non ti preoccupare romeo, è tutta una finta
    http://protonutrizione.blogosfere.it/2007/10/bavaglio-ai-bloggers-ma-no-state-tranquilli.html
    http://parvatim.wordpress.com/2007/10/20/il-finto-bavaglio/

  2. 2 On ottobre 20th, 2007, Romeo said:

    Non sono troppo preoccupato perchà©, come dicevo, sicuramente una via traversa verrà trovata ed effettivamente non è tardata ad arrivare.
    Dicevo che non sono preoccupato, sono scandalizzato, questo si!!!

    Speriamo bene che si redimano e rinsaviscano in gruppo tornando con i piedi per terra e, meglio ancora, se in mezzo alla gente comune.

    Staremo a vedere!!!

    Saluti radiosi

  3. 3 On ottobre 20th, 2007, Romeo said:

    Mi sono dimenticato di scrivere che comunque pur avendola inviata da due indirizzi e-mmail diversi la mail mi è tornata indietro … evidentemente il bravo Levi ha disabilitato per non sorbirsi la fila di improperi … poveraccio!!!!

    Saluti radiosi

  4. 4 On ottobre 22nd, 2007, Paolo said:

    Molto piu’ probabilmente sarà intasata da email di bloggers in ansia… comunque mi pare una stupidaggine sia legge sia la preoccupazione mi pare sia chiaro che i blog non sono assimilabili all’editoria quindi tranquilli non dovremmo portare tutti i post a firenze

  5. 5 On ottobre 24th, 2007, Alessandro Ronchi said:

    Io sono tra quelli che crede che sia un allarmismo ingiustificato. Vedremo chi ha ragione. NOn mi pare che la rete sia in pericolo, perchà© è impossibile porre limitazioni di questo tipo. Ed in rete ci lavoro, quindi penso di poter dire che sarei molto svantaggiato da operazioni di questo tipo e tassazioni senza giudizio.

    Attenzione a gridare sempre al Lupo, c’è il rischio concreto che la gente si stufi e non ci ascolti piu’ quando le questioni diventeranno serie…

    PS: non direi meglio Berlusconi. La gente ha già dimenticato le leggi di Gasparri sulla telecomunicazione, le pene fino a 4 anni di carcere per chi scarica un solo brano irregolarmente, il bollino SIAE anche per i cd distribuiti gratuitamente, la proposta di far pagare la richiesta di libri in biblioteca, le decine di milioni di euro sprecate per il sito italia.it (commissionato guardacaso all’impresa dove lavorava il Ministro), il digitale terrestre, le follie della Carlucci…

  6. 6 On ottobre 25th, 2007, Paolo said:

    Un chiaro e semplice commento sul tema da marco montemagno uno dei principali bloggers d’Italia
    clicca qui

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie