Meldolesi.net

Ma non sarebbe meglio accontentarsi della nostra frutta locale???

31st luglio 2007

Ma non sarebbe meglio accontentarsi della nostra frutta locale???

Ricevo da un coordinatore di Banca Etica un buon lavoro di traduzione fatto su una recente denuncia che Chiquita (proprio quella delle banane!!!) si e’ presa da alcuni famigliari di persone assassinate.

Chiaramente la denuncia e’ alle fasi iniziali, infatti e’ datata 18/07/2007, quindi non si devono trarre conclusioni affrettate ma resta comunque valido il pensiero che se acquistassimo la frutta locale e magari anche di stagione risparmieremmo all’ambiente tanti inutili aggravi di inquinamento e favoriremmo l’agricoltura locale!!! (una buona soluzione per far questo magari con altri e risparmiare un po’, e’ il Gruppo di Acquisto Solidale)

Ecco quanto riportato sinteticamente per spiegare la denuncia:

Usa, class action contro Chiquita per i finanziamenti ai terroristi colombiani La compagnia respinge le accuse e si dichiara vittima di un’estorsione.

Dopo quella presentata lo scorso mese dai familiari di 173 persone assassinate dai gruppi paramilitari colombiani, recentemente, negli Stati Uniti, e’ stata depositata una nuova denuncia contro Chiquita, dai familiari di otto persone assassinate in Colombia, la cui identita’ non viene svelata per motivi di sicurezza.

La denuncia, presentata con il supporto dell’organizzazione EarthRights International (ERI), chiede di essere riconosciuta come class action, in favore di tutte le persone che si trovano nella stessa posizione dei querelanti.

“Per promuovere le proprie operazioni commerciali”ť, ha dichiarato Marco Simons, direttore legale di ERI, “Chiquita ha rifornito di soldi e armi un gruppo terroristico, che ha assassinato migliaia di persone e ha spedito negli Stati Uniti un’incalcolabile quantita’ di cocaina. Ora, le vittime chiedono che Chiquita sia resa in qualche modo responsabile dei suoi comportamenti”ť.

La denuncia fa appello all’Alien Tort Claims Act del 1789, che consente di portare in giudizio negli Usa le imprese americane responsabili di violazioni dei diritti umani all’estero.

Il portavoce di Chiquita ha affermato che denunce di questo tipo sono prive di fondamento e che la compagnia e’ stata vittima di un’estorsione, quindi si difendera’ “vigorosamente”ť in tribunale.

Lo scorso marzo, Chiquita ha patteggiato con il Dipartimento della Giustizia statunitense una multa di 25 milioni di dollari, per aver effettuato oltre cento pagamenti, per complessivi 1,7 milioni di dollari, tra il 1997 e il 2004, ad un gruppo terroristico di destra colombiano, l’United Self Defence Forces of Colombia (AUC), responsabile di massacri e assassini.

Chiquita e’ anche accusata anche di aver finanziato, dal 1989 al 1997, due gruppi terroristici di sinistra, le Revolutionary Armed Forces of Colombia (FARC) e la National Liberation Army (ELN).

Era stata la stessa Chiquita a rivelare volontariamente il fatto al Dipartimento della Giustizia Usa, nell’aprile 2003, dopo aver scoperto che questi gruppi armati rientravano nella lista delle organizzazioni terroristiche compilata dal governo americano, che dichiaro’ di considerare un crimine il loro finanziamento.

I pagamenti erano stati resi pubblici nel maggio 2004, ma non era stato detto a quanto ammontavano e quali fossero stati i gruppi finanziati. Un mese dopo, Chiquita vendette le proprie piantagioni colombiane e le operazioni di trasporto via nave alla colombiana Invesmar Ltd., societa’ holding proprietaria di Banacol S.A., produttrice di banane e altra frutta.

Chiquita afferma che “la sola ragione per cui la compagnia si e’ sottomessa a queste richieste di denaro e’ stata quella di proteggere i suoi lavoratori dai pericoli per la loro sicurezza, in cui avrebbero potuto incorrere se il pagamento non fosse stato effettuato”ť.

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il martedì, luglio 31st, 2007 alle 5:00 pm ed inserito in Alimentazione giusta, Comitato Mensa. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente c'è un commento:

  1. 1 On luglio 13th, 2009, franca said:

    A questo proposito informo che l’azienda agricola Rivalta ha un esubero di pesche nettarine a 40 cent/kg. e cetrioli, zucchini e pomodori, tutti di produzione biologica. Se interessati l’azienda è a vs. disposizione.

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie