Meldolesi.net

Incontro del 12/06/2007 sul “Progetto Centro Storico” di Meldola

14th giugno 2007

Incontro del 12/06/2007 sul “Progetto Centro Storico” di Meldola

Serata molto interessante e frequentata, sono rimasto molto favorevolmente impressionato soprattutto dal progetto del centro storico nel suo insieme, un vero programma, forse un tantino pienotto ma … staremo a vedere.

Integro un po l’articolo di Gilberto soprattutto per rendere disponibile il documento consegnatoci in cui ci sono racchiusi precisi impegni

Mi piace la carta (anche se mi sarebbe piaciuta di piu’ scritta da ambo i lati e su carta riciclata…) perche’ carta canta e fra qualche tempo andremo a verificarne lo stato d’avanzamento. La presentazione e’ stata piuttosto approfondita (si e’ partito con la lettura di una parte di programma elettorale) e, per fortuna, e’ stato consegnato il documento in modo da non lasciarci solo con tanti numeri e confusione per la testa (va’ detto che comunque della confusione un po’ ne ho lo stesso).

E’ stato a lungo sottolineato come l’intero progetto per Meldola e’ visto per cercare di favorire il centro commerciale di Meldola: il centro storico; proprio in questa funzione l’obbiettivo dichiarato e’ anche quello di cercare di dotare di parcheggi ai nostri 1200 metri di portici.

Si e’ parlato piu’ o meno di tutto ed anche detto il contrario di tutto paventando sia l’aumento dei parcheggi che la riduzione del traffico e la conseguente riduzione dell’uso delle auto in favore dell’uso e della rifunzionalizzazione dei servizi pubblici (????)

Magari piano piano rientreremo in ogni singolo immobile ed idea in modo da approfondire e dibattere; lo scopo primario di questa discussione e’ mettere disponibile a tutti la raccolta di fogli ed informazioni che fanno parte dell’impegno per Meldola della nostra attuale Amministrazione.

Comunque il vecchio Macello e’ nelle mani della Sovrintendenza … Checche’ ne dica il Sindaco (che ha asserito che non si puo’ mettere il carro davanti ai buoi e che finche’ la Sovrintendenza non si esprime non si puo’ discutere della sua eventuale demolizione) mi pare che questo benedetto “progetto” sia assolutamente “blindato” (basta leggersi il capitolo sui parcheggi e le successive due pagine trionfali della dispensa ci sui sopra) … Ma forse sono troppo pessimista???

Comunque Gilberto ha centrato perfettamente anche il mio pensiero e non attenderemo certamente il parere della Soprintendenza per perorare una nobile causa … vero ragazzi?

 

Qualche flash che approfondiro’ e che riporto per buttare via il foglietto in cui li avevo appuntati:

 

  • Spesi fin qui 339.000 euro per fotovoltaico sugli immobili pubblici;
  • Prevista spesa di 416.000 euro per il rifacimento del Ponte di Ca’ Baccagli;
  • Il 23/09/2007 si dovrebbe inaugurare l’IRST per permettere ai primi di ottobre il trasferimento dei primi pazienti nella struttura entro Ottobre/Novembre.
  • Sempre c/o l’ex ospedale e’ prevista la realizzazione di una parte di immobile (che sorgera’ in fondo alla via Maroncelli) per la predisposizione e la preparazione di una sostanza Radiofarmica (ci devo studiare sopra perche’ ho fatto inalberare un Assessore … lo stesso che ama incenerire, onestamente la reazione mi e’ sembrata alquanto scomposta quindi, meritevole di approfondimento!!!!)

Particolarmente interessante il progetto sul vecchio ospedale (che ha 403 anni) per portarci:

 

  • Farmacia Comunale,
  • Polo sanitario per una sorta di guardia medica per risolvere casi semplici risparmiando cosi’ viaggi al pronto soccorso (recentemente e’ stato stipulato un accordo fra Amministrazione e Medici di Base);
  • Uffici Direzionali ed amministrativi dell’Istituzione ai Servizi Sociali Davide Drudi (si presume per permettere ai dipendenti di non stranirsi dalla vita del paese)
  • Purtroppo non si riesce proprio a ricavare una stanzina per una sala prelievi (magari speriamo di poter valutare il progetto per capire quanto e’ grande l’ufficio del Diret…..)

Infine un ultimo accenno all’ex Senatore presente che ha fatto un bell’intervento … ed ho anche avuto modo di apprezzarlo quale fervente nuclearista (avro’ modo di tornare anche sopra a questo punto).

Saluti radiosi

Questo articolo è stato pubblicato il giovedì, giugno 14th, 2007 alle 12:05 am ed inserito in Famiglie & bambini, LEX Macello, Politica di parte, Territorio Meldolese. Puoi tenerti aggiornato sui commenti attraverso il feed RSS 2.0. Puoi scrivere commenti, o fare trackback dal tuo sito.

Attualmente ci sono 4 commenti:

  1. 1 On giugno 14th, 2007, Romeo said:

    Sembra che anche in Regione si muova qualcosa per il nostro ex macello … http://assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/al/comunicatistampa/visualizza.asp?id_comunicato=24072

  2. 2 On giugno 15th, 2007, Lorenzo said:

    Il progetto è ambizioso, in alcuni aspetti lo condivido in tantissimi altri punti no.
    L’idea del polo sanitario la trovo buona ma che al suo interno non trovi posto un centro prelievi lo trovo assurdo.
    Trovo poi assurdo il fatto che questa amministrazione non abbia pensato alle barriere architettoniche.
    Faccio un esempio, se un cittadino disabile avesse bisognodi entrare in comune o volesse andare a teatro come fa? ci sono scale ovunque.
    Anche la nuova pavimentazione fatta in via Roma certo non lo aiuta.
    Questa la trovo una grande mancanza.

  3. 3 On giugno 15th, 2007, age said:

    Attenti a fare del facile allarmismo parlando di preparazione di radiofarmaci, visto che in questo campo (quello nucleare) c’à parecchia ignoranza, senza essere per forza pro o contro il nucleare !
    La maggior parte della ricerca oncologica riceve una grossa mano dalla medicina nucleare; l’importante à che il personale sia dovutamente preparato e non penso che in un centro d’eccellenza come quello di Meldola possiamo avere dubbi sulla professionalità del personale ! Per quanto riguarda il fatto che in una struttura a parte del centro possano prepararsi radiofarmaci, mi sembra che sia un fatto positivo visto che, altrimenti dovrebbero essere preparati altrove con ulteriore aggravi di costi! Come forse sapete, le materie prime (ISOTOPI)…non possono essere trasportati con la Panda dell’infermiera….;) e un trasporto specializzato come questo sommato al costo della preparazione del radiofarmaco presso un altro laboratorio, fa lievitare notevolmente i costi!!!

  4. 4 On giugno 16th, 2007, angela said:

    Il livello di civiltà di una amministrazione si misura con il livello di accessibilità dei servizi e delle strutture da parte di TUTTI i cittadini, anziani, diversamente abili, bambini, ecc. Mi à bastato avere male ad un ginocchio per capire che problema puo’ diventare anche solamente andare al CUP per prendere l’appuntamento per una visita…!!!!

Scrivi un commento

  • Feed RSS


  • Categorie